Carlos Ocariz: “No estamos en la mesa de diálogo para pedir favores”

Pubblicato il 15 novembre 2016 da redazione

Carlos Ocariz: “No estamos en la mesa de diálogo para pedir favores”  --------------------------------------------------------------------------------------------

Carlos Ocariz: “No estamos en la mesa de diálogo para pedir favores”
——————————————————————————————–

CARACAS- El alcalde del municipio Sucre, Carlos Ocariz, indicó que la oposición acudió a la mesa de dialogó con el objetivo de restablecer los derechos de los venezolanos. Comunicó además que en las reuniones con el Gobierno Nacional la primera exigencia ha sido la realización de elecciones.

– No estamos en la mesa de diálogo para pedir favores, sino para que se restablezcan los derechos. (La mesa de diálogo) no es un proceso que da certezas, es un proceso difícil (…), pero yo decidí afrontarlo con coraje, y sentarme allí para defender los derechos del pueblo, − expresó este martes en entrevista a Globovision.

El dirigente del partido Primero Justicia, aseveró que se debe seguir manteniendo la presión popular en la calle.
-Lo que quiere el gobierno es que usted pierda la esperanza. Nosotros quisiéramos avanzar más rápido, pero nos mantenemos para asegurar el sistema democratico a nuestro pueblo. Nosotros estamos ahí con convicción para luchar por sus derechos, −afirmó.

Sobre la supuesta división dentro de la oposición señalada por sectores del gobierno, refirió que siempre han habido posiciones y visiones distintas, pero que no exista una ruptura entre ellos.

-A pesar de que podamos tener diferentes posiciones, y eso es válido, tenemos cosas que nos unen. Estamos unidos por un mismo objetivo. El gobierno quiere el caos. Cuando hay caos, ellos quedan bien. Así que no le demos excusas al gobierno, seamos responsables,− manifestó.

Por otra parte, informó que en las próximas horas se producirán más liberaciones de presos políticos. Reiteró que la MUD está trabajando para que todos obtengan su libertad.

(Dairys Berrio)

Ultima ora

16:32Isis: raid a Istanbul, arrestati 36 presunti jihadisti

(ANSA) - ISTANBUL, 23 SET - Almeno 36 presunti membri dell'Isis sono stati arrestati dalla polizia di Istanbul. Lo riferisce l'agenzia di stampa turca Anadolu. In base a quanto si è appreso, le forze dell'antiterrorismo hanno condotto raid in 15 abitazioni di Istanbul arrestando cinque sospetti che avrebbero viaggiato in Siria e in Iraq per l'Isis. Altri 31 sospetti sono stranieri, ma le loro nazionalità non sono state rese note.

16:31Terremoto: capo protezione civile visita cantieri Sae Norcia

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 23 SET - Il capo dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli ha visitato a Norcia i cantieri sulle Soluzione abitative d'emergenza. "Siamo qui per verificare l'andamento dei lavori sulle aree Sae, che a quanto abbiamo potuto constatare procedono regolarmente e secondo le tempistiche previste", ha detto. "Ovviamente si può accelerare - ha aggiunto Borrelli - e si può fare meglio, ma tutti stiamo lavorando con il massimo impegno". L'obiettivo rimane quello di consegnare le casette a tutti gli assegnatari del comune di Norcia entro novembre, con le ultime realizzazioni che saranno terminate nei primi giorni di dicembre. Ad accompagnare il capo dipartimento, il dirigente della Protezione civile regionale Alfiero Moretti, il vicesindaco del di Norcia, Pietro Luigi Altavilla, insieme all'assessore Giuliano Boccanera. Presente al sopralluogo anche il nuovo comandante della compagnia carabinieri di Norcia, Pasqualino Trotta. "La visita di Borrelli - ha sottolineato Altavilla - è quanto mai costruttiva. Abbiamo chiesto alle ditte di aumentare il personale, anche per non farci sorprendere dal maltempo che potrebbe arrivare da un momento all'altro e rallentare quindi i lavori, quando invece è quanto mai necessario rispettare il più possibile i tempi". (ANSA).

16:17Calcio: Spalletti, pronti a reagire dopo Bologna

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 23 SET - "Ho guardato bene i miei giocatori, sono i primi ad essere stati dispiaciuti per la prestazione di Bologna e nel dispiacere c'è l'automatica reazione a dare qualcosa di più. Sono sicuro che avverrà. Sono stimolati": così il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti alla vigilia della partita contro il Genoa in cui sono attesi oltre 50 mila tifosi. Un aspetto che ha colpito molto l'allenatore nerazzurro: "Il pubblico ha capito il nostro dispiacere, sono tornati in massa e sono uno stimolo in più. Dobbiamo assolutamente fare qualcosa di diverso di quello che abbiamo fatto nel primo tempo di Bologna, ma se non fossi stato in panchina sarei in mezzo ai tifosi. Perché questa squadra mi stimola. Dobbiamo assorbire la loro voglia, è un pò di tempo che vogliono festeggiare".

16:11Calcio: Liga, Atletico Madrid-Siviglia 2-0

(ANSA) - ROMA, 23 SET - L'Atletico Madrid ha battuto 2-0 il Siviglia in un anticipo della sesta giornata del campionato spagnolo e si è portato al secondo posto in classifica con 14 punti a una lunghezza dal Barcellona, impegnato stasera in casa del Girona. I gol dell'Atletico, che in Champions League è inserito nello stesso gruppo della Roma, sono arrivati entrambi nella ripresa: al 1' ha segnato Ferreira Carrasco mentre il raddoppio è stato opera di Griezmann al 24'.

16:09Calcio: Spalletti, dispiaciuti per Bologna, pronti a reagire

(ANSA) - APPIANO GENTILE (COMO), 23 SET - "Ho guardato bene i miei giocatori, sono i primi ad essere stati dispiaciuti per la prestazione di Bologna e nel dispiacere c'è l'automatica reazione a dare qualcosa di più. Sono sicuro che avverrà. Sono stimolati": così il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti alla vigilia della partita contro il Genoa in cui sono attesi oltre 50 mila tifosi. Un aspetto che ha colpito molto l'allenatore nerazzurro: “Il pubblico ha capito il nostro dispiacere, sono tornati in massa e sono uno stimolo in più. Dobbiamo assolutamente fare qualcosa di diverso di quello che abbiamo fatto nel primo tempo di Bologna, ma se non fossi stato in panchina sarei in mezzo ai tifosi. Perché questa squadra mi stimola. Dobbiamo assorbire la loro voglia, è un pò di tempo che vogliono festeggiare".

16:06Scossa 6.2 a Città del Messico, palazzi oscillano

(ANSA) - CITTÀ DEL MESSICO, 23 SET - Una forte scossa di terremoto, di magnitudo 6.2, è stata registrata a Città del Messico. Gli abitanti raccontano di aver avvertito gli edifici oscillare. L'Istituto di sismologia americano fa sapere che la nuova scossa è stata alle 14:53 (ora italiana) di magnitudo 6,2 con epicentro nello stato meridionale di Oaxaca, a 32 chilometri di profondità. La zona colpita si trova a circa 400 chilometri a sudest di Città del Messico.

16:01Russia: marcia non autorizzata, ‘fermati Limonov e altri 30’

(ANSA) - MOSCA, 23 SET - Il controverso scrittore e agitatore politico Eduard Limonov, il leader del movimento 'Fronte di Sinistra' Serghiei Udaltsov, e altri 30 attivisti sono stati fermati dalla polizia a Mosca su Strastnoi Boulevard ancor prima di iniziare la "marcia anticapitalista" da loro organizzata e non autorizzata dal Comune: lo ha detto lo stesso Udaltsov, citato dall'agenzia Interfax. A riferire del fermo di Limonov è stato Aleksand Averin, rappresentante di Altra Russia, il movimento di cui lo scrittore è leader.

Archivio Ultima ora