“Comitati No”, nel mirino la legge del voto degli italiani all’estero

Pubblicato il 22 novembre 2016 da ansa

Primo_voto_dei_cittadini_italiani_all'estero

ROMA. – “Attualmente per gli italiani all’estero non sono garantite né la segretezza né la libertà di voto”. E’ contro la legge 459 del 2001, varata dal governo Berlusconi II per disciplinare proprio l’esercizio di voto all’estero, che Alessandro Pace, presidente del Comitato per il No, punta il dito. Delineando uno scenario che, sottolinea, emergerebbe a prescindere da chi vincerà il referendum.

Da qui la possibilità di impugnare il voto degli italiani all’estero. Ipotesi che, a 12 giorni dal voto, il Comitato per il No ha illustrato alla Stampa estera, scatenando l’ennesima polemica referendaria. Eppure, secondo Pace, la tesi del ricorso è più che concreta.

“L’art. 48, comma 2, dispone che il voto è personale ed eguale, libero e segreto” laddove “l’art.12 della legge del 2001, nel disciplinare le modalità di voto per corrispondenza degli italiani all’estero non garantisce che l’elettore, nel momento dell’espressione del voto, sia ‘solo’ (e quindi ‘libero’) come invece accade nella cabina dei seggi elettorali”, spiega Pace all’ANSA ricordando come da tempo chieda che siano installati presso i consolati italiani nel mondo dei seggi ad hoc.

Ecco perché, secondo il costituzionalista abruzzese, l’art. 12 della legge 459 così come il comma 2 dell’art. 1 – disciplinando il voto per corrispondenza – sono costituzionalmente “illegittimi violando gli articoli 3, 48 e 138 della Costituzione”.

Un’illegittimità che, secondo Pace, potrebbe essere chiamata in causa anche dal premier Matteo Renzi in caso di vittoria del No. “Ma vista la disparità tra il Sì e il No della campagna all’estero è plausibile che gli italiani all’estero votino più per il Sì”, spiega Pace tornando ad attaccare il fronte del Sì.

Da qui la possibilità, avanzata dal Comitato per il No, che se il Sì vincesse grazie al voto espresso dai cittadini italiani all’estero, uno o più elettori possano proporre un reclamo all’Ufficio centrale del referendum, il quale, essendo un’autorità giurisdizionale, potrebbe sollevare davanti alla Consulta la questione di legittimità costituzionale degli art. 1 e 12 della legge 459.

La mia, rimarca Pace, “è una battaglia per la regolarità del voto”. E se c’è chi, come il costituzionalista Giovanni Guzzetta, accusa il Fronte del No “di terrorismo psicologico”, Pace fa un esempio sui “pericoli” sul voto all’estero. “Nicola Di Girolamo (il senatore Pdl eletto nel collegio estero di Stoccarda, ndr), per riciclaggio e violazione della legge elettorale con aggravante mafiosa, ha patteggiato 5 anni di reclusione”, osserva.

Ultima ora

16:01Calcio: Milan-Genoa, Bonucci espulso con la Var

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - La prima volta di un cartellino rosso deciso dalla Var costa l'espulsione a Leonardo Bonucci. Il capitano del Milan è stato sanzionato al 23' pt dall'arbitro Giacomelli per una gomitata, inizialmente non vista, nell'area del Genoa al difensore rossoblu Aleandro Rosi.

15:58Renzi, spero sia scelto migliore, se vogliono Visco facciano

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Nella mozione Pd c'è un giudizio sul passato, ma per il futuro sceglierà Gentiloni. Io non ho nomi. Ho un profilo: vorrei che chiunque fosse scelto sia il migliore o la migliore possibile". Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più". "Volete nominare Visco? Fatelo. Volete nominare un altro? Fatelo. Ma il giudizio su quanto accaduto deve essere il più laico possibile", sottolinea.

15:57Bankitalia: Renzi, rivendico sia merito che metodo

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Sia nel merito che nel metodo rivendico quanto fatto" con la mozione Pd su Bankitalia. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più".

15:52Gb: all’asta l’ultimo quadro dipinto da Winston Churchill

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Va all'asta l'ultimo dipinto realizzato da Winston Churchill: lo annuncia l'agenzia Pa citando un dirigente della celebre casa d'aste Sotheby's. L'opera, raro esempio d'arte 'astratta' nella produzione di sir Winston, s'intitola 'The Goldfish Pool At Chartwell'. Fu completata nel 1962 e donata poco prima della morte del primo ministro britannico della Vittoria (nel '65) al sergente Edmund Murray, sua storica guardia del corpo. Rievoca il luogo che Churchill definì "il più speciale al mondo" per rilassarsi durante la II guerra mondiale. Stando alle previsioni, dovrebbe essere aggiudicata per una cifra attorno alle 80.000 sterline, circa 90.000 euro. Pittore dilettante quanto prolifico, oltre che statista, storico, giornalista e premio Nobel per la letteratura, Churchill dipinse in un quarantennio - dopo essersi appassionato all'hobby del pennello a partire dagli anni '20, come strumento per uscire dalla depressione in un momento politico e personale buio - 544 fra acquerelli e altre opere.

15:38Catalogna: Dastis,molte immagini violenza polizia sono false

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Finora, molte delle immagini diffuse sono dei fake, se c'è stato uso della forza da parte della polizia è stato limitato e comunque rispettava le disposizioni delle autorità" per il rispetto della legge. Lo ha detto il ministro degli Esteri spagnolo Alfonso Dastis alla Bbc, rispondendo ad una domanda sulla violenza della polizia il primo ottobre in Catalogna, durante le operazioni di voto del referendum indipendentista. "Se c'è stato uso della forza, e alcune immagini in effetti lo testimoniano, non è stato deliberato, ma è stato provocato", ha aggiunto Dastis.

15:36Namibia: rivincita del rinoceronte, azzoppato un bracconiere

(ANSA) - IL CAIRO, 22 OTT - Un cacciatore di frodo ha avuto la peggio in una battuta al rinoceronte in un parco nazionale del nord della Namibia: è stato gravemente ferito ad una gamba dall'animale e poi arrestato. La vittoria del rinoceronte sul suo persecutore consumatasi nell'Etosha National Park è stata descritta dal sito del quotidiano "The Namibian" basandosi su informazioni della polizia di Kunene. L'uomo, Luteni Muharukua, di età imprecisata, era penetrato nel parco assieme ad altri bracconieri per cacciare rinoceronti. Mentre erano sulle tracce di un esemplare, l'altrimenti mansueto mammifero è "sbucato dal nulla e ha caricato" i criminali: nella fuga, Muharukua è caduto e il rinoceronte "lo ha gravemente ferito alla gamba". A minacciare l'esistenza di questi animali imponenti ma "dall'indole pacifica" è il commercio di corni che ha causato la morte della metà dei rinoceronti durante gli anni Settanta.

15:31Russia: liberato Navalny dopo 20 giorni di prigione

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Il leader dell'opposizione russa Aleksey Navalny è stato rilasciato dopo aver scontato i 20 giorni di carcere che gli erano stati inflitti per aver organizzato una manifestazione non autorizzata. Uscito dal carcere, Navalny ha dichiarato sui social che spera di partecipare ad una manifestazione organizzata in serata nella città meridionale di Astrakhan.

Archivio Ultima ora