Lo smog in Europa fa mezzo milione di morti all’anno

Pubblicato il 23 novembre 2016 da ansa

Lo smog in Europa fa mezzo milione di morti all'anno

Lo smog in Europa fa mezzo milione di morti all’anno

STRASBURGO. – Lo smog è un assassino silenzioso ma letale che ogni anno in Europa uccide quasi mezzo milione di persone, più di 460 mila. Come se una città più grande di Firenze o Bologna sparisse nel nulla nel giro di dodici mesi.

A lanciare l’allarme è l’Agenzia europea per l’ambiente: nonostante la qualità dell’aria stia migliorando, l’inquinamento resta il principale fattore ambientale di rischio per la salute. Nella stessa giornata, il Parlamento europeo da il via libera a una direttiva che impone agli Stati membri limiti più bassi per le principali sostanze inquinanti. L’obiettivo: abbassarne entro il 2030 la quantità nell’atmosfera sotto i livelli del 2005, per dimezzare l’impatto dell’inquinamento sulla salute.

L’Italia non è affatto immune dal problema. Dal rapporto annuale pubblicato dall’Eea emerge che nel 2014 il valore di PM10 ha costantemente superato i limiti consentiti nelle aree dove sono state fatte le misurazioni. E questo nonostante il calo “particolarmente marcato” negli ultimi anni di queste polveri sottili nell’atmosfera.

Ad oggi, l’Italia ha due procedimenti d’infrazione in corso in Europa per la qualità della sua aria. Uno, aperto nel 2014, contesta lo sforamento dei limiti di PM10 in 12 regioni fra il 2008 e il 2012. L’altro, aperto nel maggio 2015, riguarda i valori di diossido di azoto, sforati in 15 città di 7 regioni.

Le nuove regole varate, che adesso dovranno essere recepite dagli Stati membri, stabiliranno tetti nazionali ancora più stringenti per cinque sostanze killer: anidride solforosa, ossidi di azoto, composti organici volatili non metanici, ammoniaca e particolato fine. Responsabili di problemi che vanno dalle malattie respiratorie e cardiovascolari alle piogge acide, dalla distruzione delle colture ai danni agli edifici.

Il giro di vite varato a Strasburgo “salverà centinaia di migliaia di vite ogni anno”, esulta il presidente della commissione Ambiente del Parlamento europeo, Giovanni La Via. Eppure in tanti avrebbero voluto di più e accusano gli Stati dell’Unione europea di essersi opposti in sede di Consiglio a misure più ambiziose. Come il gruppo dei socialdemocratici, che pure hanno votato sì. Totalmente insoddisfatti invece i parlamentari 5 stelle, che hanno votato no.

“I governi e le istituzioni europee in mano ai grandi gruppi politici – attacca l’eurodeputato Piernicola Pedicini – devono spiegare perché hanno escluso il metano dalla lista dei gas inquinanti, nonostante sia un gas serra 21 volte più dannoso per l’ambiente del biossido di carbonio”.

Comunque, è un passo avanti nella lotta all’inquinamento, e non è detta l’ultima parola. Anche se gli Stati membri hanno insistito per escludere il metano dal campo di applicazione della direttiva, spiegano dal Parlamento, la Commissione europea ha tuttavia confermato che potrebbe riesaminare questo punto.

(di Salvatore Lussu/ANSA)

Ultima ora

21:39Calcio: Var anche in Francia, da prossima stagione in Ligue1

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - La Var fa proseliti e dall'anno prossimo, dopo Italia, Germania e Portogallo (per citare i campionati più importanti) farà il suo esordio anche nella Ligue1 francese. Lo ha deliberato oggi, la Lega calcio transalpina (Lfp) che ha dato il via libera alla sua introduzione a partire dalla prossima stagione.

20:53Calcio: Mertens, nessuno può vincerle tutte

(ANSA) - NAPOLI, 14 DIC - "Non siamo stanchi, le partite sono tante e non le puoi vincere tutte. Non ho mai visto una squadra che non abbia avuto un momento difficile in campionato. Noi siamo sempre lì e vedremo chi sarà avanti alla fine". Lo ha detto Dries Mertens in un'intervista a Canale 21 che andrà in onda stasera alle 20.35. L'attaccante belga ha difeso l'operato di Maurizio Sarri: "Senza di lui non saremmo dove siamo adesso. Ha molte responsabilità, fa le sue scelte, ha cambiato il Napoli e da quando allena questa squadra ha fatto diventare forti giocatori normali".

20:45Nuoto: Europei, Quadarella bronzo negli 800 stile libero

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - L'azzurra Simona Quadarella ha vinto la medaglia di bronzo negli 800 metri stile libero agli Europei di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen, con il tempo di 8'16"53, suo primato personale. L'oro è andato alla tedesca Sarah Koehler (8'10"65), il bronzo all'ungherese Boglarka Kapas (8'11"13). "Non pensavo di riuscire a prendere la medaglia quindi sono molto contenta del podio" ha commentato l'atleta romana, che lunedì compirà 19 anni.

20:33Calcio: Donnarumma “Io sono un tifoso del Milan”

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - Poche parole ma tante foto e autografi. Se Gattuso dopo la contestazione di ieri sera aveva chiesto ai tifosi di proteggere Gianluigi Donnarumma, i ragazzi del vivaio del Milan, durante la festa di Natale, hanno seguito alla lettera le richieste del mister, coccolando il portiere con tanti applausi e un vero bagno di folla. Donnarumma si è dimostrato molto disponibile, ha salutato tutti i ragazzi sempre con il sorriso e dal palco ha ribadito un concetto: ''Sono un tifoso del Milan''. Ha fatto a tutti gli auguri di ''buon Natale'', ha ammesso di ''sognare un gol come quello fatto da Brignoli'', sottolineando quanto un gol del portiere arrivi solo in situazione di svantaggio, e ha ricordato che il suo idolo sia sempre stato Abbiati.

20:31Nuoto: Europei, Rivolta-Codia, doppietta 100 farfalla

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - 14 DIC - Matteo Rivolta ha vinto la medaglia d'oro nei 100 farfalla all'Europeo di nuoto in vasca corta in corso a Copenaghen con il tempo di 49"93. La doppietta azzurra è stata completata dall'argento di Piero Codia (49"96). Terzo posto e medaglia di bronzo per il tedesco Marius Kusch (50"01).

20:29Consip: difetto iter, nulla sospensione di Scafarto e Sessa

(ANSA) - ROMA, 14 DIC - Per un difetto di procedura, il mancato interrogatorio degli indagati prima dell'emissione del provvedimento della loro sospensione dalle funzioni, il gip di Roma Gaspare Sturzo ha annullato l'interdizione disposta nei confronti del maggiore dei carabinieri Gian Paolo Scafarto e del colonnello Alessandro Sessa, entrambi coinvolti nell'inchiesta della procura sul caso Consip. La misura dell'interdizione sarà quindi ripristinata la settimana prossima subito dopo l'interrogatorio dei due ufficiali dell'Arma.

20:26Ex calciatore scomparso: trovato ucciso dopo un mese

(ANSA) - MILANO, 14 DIC - E' stato trovato ucciso Andrea La Rosa, l'ex calciatore di serie C, poi direttore sportivo del Brugherio calcio, scomparso il 14 novembre scorso. I carabinieri avevano aperto un'inchiesta che ipotizzava l'omicidio dopo la denuncia di scomparsa da parte della famiglia.

Archivio Ultima ora