Pirelli TheCal2017, bellezza è mettere a nudo l’anima

Pubblicato il 29 novembre 2016 da ansa

Pirelli TheCal2017, bellezza è mettere a nudo l'anima

Pirelli TheCal2017, bellezza è mettere a nudo l’anima

PARIGI. – Pirelli scrive insieme al fotografo tedesco Peter Lindbergh un nuovo capitolo nel racconto della bellezza femminile e con la quarantaquattresima edizione del Calendario libera la donna dall’ossessione dell’eterna giovinezza e della perfezione, la mette a nudo senza toglierle i vestiti ma scoprendone l’anima.

“In un’epoca in cui le donne sono rappresentate dai media e ovunque come ambasciatrici di perfezione ho pensato fosse importante ricordare a tutti che c’è una bellezza diversa, più reale, autentica, che parla di individualità, del coraggio di essere se stessi e di sensibilità”, spiega Lindbergh presentando il suo lavoro, battezzato ‘Emotional’.

“Spogliando l’anima, sono più nude del nudo” dice Lindbergh e il canone che misura la bellezza non è più lo stesso, diventa la libertà, anche di non essere perfetti. “Amiamo, viviamo, partecipiamo: questo è il momento delle sfide e alle ragazze va detto che passerà la giovinezza – dicono Nicole Kidman, Helen Mirren e Uma Thurman, tre delle protagoniste- e accettare sé stessi è lo sforzo più difficile ed è la bellezza vera, ‘go girls'”!

Per rappresentare questa idea Lindbergh (il fotografo tedesco ha già firmato The Cal nel 1996, nel 2002 e nel 2014 coautore con Patrick Demarchelier dell’edizione celebrativa dei 50 anni) ha usato il biancoenero, una tecnica che accentua questo approccio concettuale.

“E’ il primo piccolo passo per allontanarsi da qualcosa di normale o di reale verso qualcosa di più interessante, che reale non è” spiega il fotografo che nel suo percorso di scoperta è uscito dallo studio andando per le strade di New York, Los Angeles, Berlino, Londra, fin sulla spiaggia francese di Le Touquet.

Lindbergh ha chiamato 14 attrici (e per rispondere a chi si chiede cosa c’entri in questo contesto Anastasia Ignatova, una giovane ricercatrice universitaria russa, basta dire che è la nuora dell’ad di Rostec, con cui Pirelli ha una partnership in Russia) e ha chiesto loro di posare nude.

Non parlava del loro corpo ma delle emozioni: la Mirren si rifugia in una coperta, Charlotte Rampling è intensa anche in tshirt, di Robin Wright colpisce la posa nervosa, Julianne Moore è senza trucco e sembra appena uscita dalla doccia, Uma Thurman si rivela in una risata, e poi ancora sfogli i mesi e trovi Jessica Chastain, Penelope Cruz, Rooney Mara, Nicole Kidman, Lupita Nyong’o, Lea Seydoux, Alicia Vikander, Kate Winslet e Zhang Ziyi.

Volti che testimoniano, ancora una volta, l’amore di Lindbergh per il cinema e che hanno reso la ‘Cité du Cinéma’ di Saint Denis, uno degli studio di produzione cinematografica più importanti d’Europa, la location naturale per la tradizionale cena di gala in cui viene presentato il nuovo Calendario.

“Come artista sento la responsabilità di liberare le donne dall’idea di eterna giovinezza e perfezione – spiega Lindbergh – proposta dal sistema attuale come unico tipo di bellezza ma che non ha nulla a che fare con la realtà e con le donne. Volevo ritrarre le donne attraverso la loro sensibilità e le loro emozioni”.

E alla fine le quindici donne hanno scoperto che mettersi a nudo, togliendosi le maschere che ogni giorno la società costringe ad indossare è più difficile che spogliarsi.

(di Sara Bonifazio/ANSA)

Ultima ora

15:52Gb: all’asta l’ultimo quadro dipinto da Winston Churchill

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Va all'asta l'ultimo dipinto realizzato da Winston Churchill: lo annuncia l'agenzia Pa citando un dirigente della celebre casa d'aste Sotheby's. L'opera, raro esempio d'arte 'astratta' nella produzione di sir Winston, s'intitola 'The Goldfish Pool At Chartwell'. Fu completata nel 1962 e donata poco prima della morte del primo ministro britannico della Vittoria (nel '65) al sergente Edmund Murray, sua storica guardia del corpo. Rievoca il luogo che Churchill definì "il più speciale al mondo" per rilassarsi durante la II guerra mondiale. Stando alle previsioni, dovrebbe essere aggiudicata per una cifra attorno alle 80.000 sterline, circa 90.000 euro. Pittore dilettante quanto prolifico, oltre che statista, storico, giornalista e premio Nobel per la letteratura, Churchill dipinse in un quarantennio - dopo essersi appassionato all'hobby del pennello a partire dagli anni '20, come strumento per uscire dalla depressione in un momento politico e personale buio - 544 fra acquerelli e altre opere.

15:38Catalogna: Dastis,molte immagini violenza polizia sono false

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Finora, molte delle immagini diffuse sono dei fake, se c'è stato uso della forza da parte della polizia è stato limitato e comunque rispettava le disposizioni delle autorità" per il rispetto della legge. Lo ha detto il ministro degli Esteri spagnolo Alfonso Dastis alla Bbc, rispondendo ad una domanda sulla violenza della polizia il primo ottobre in Catalogna, durante le operazioni di voto del referendum indipendentista. "Se c'è stato uso della forza, e alcune immagini in effetti lo testimoniano, non è stato deliberato, ma è stato provocato", ha aggiunto Dastis.

15:36Namibia: rivincita del rinoceronte, azzoppato un bracconiere

(ANSA) - IL CAIRO, 22 OTT - Un cacciatore di frodo ha avuto la peggio in una battuta al rinoceronte in un parco nazionale del nord della Namibia: è stato gravemente ferito ad una gamba dall'animale e poi arrestato. La vittoria del rinoceronte sul suo persecutore consumatasi nell'Etosha National Park è stata descritta dal sito del quotidiano "The Namibian" basandosi su informazioni della polizia di Kunene. L'uomo, Luteni Muharukua, di età imprecisata, era penetrato nel parco assieme ad altri bracconieri per cacciare rinoceronti. Mentre erano sulle tracce di un esemplare, l'altrimenti mansueto mammifero è "sbucato dal nulla e ha caricato" i criminali: nella fuga, Muharukua è caduto e il rinoceronte "lo ha gravemente ferito alla gamba". A minacciare l'esistenza di questi animali imponenti ma "dall'indole pacifica" è il commercio di corni che ha causato la morte della metà dei rinoceronti durante gli anni Settanta.

15:31Russia: liberato Navalny dopo 20 giorni di prigione

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Il leader dell'opposizione russa Aleksey Navalny è stato rilasciato dopo aver scontato i 20 giorni di carcere che gli erano stati inflitti per aver organizzato una manifestazione non autorizzata. Uscito dal carcere, Navalny ha dichiarato sui social che spera di partecipare ad una manifestazione organizzata in serata nella città meridionale di Astrakhan.

15:30Referendum: Regione Lombardia, alle 12 affluenza 10,8%

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - In Lombardia alle 12 ha votato il 10,75% degli elettori. Il dato è riferito al 97,5% delle sezioni, 8.893 sezioni su 9.224. Lo ha comunicato Regione Lombardia, precisando che l'affluenza del 6,25%, resa nota in un primo momento, si riferiva solo a una parte delle sezioni e che il conteggio del sistema elettronico era in via di aggiornamento.

15:30Anp, Londra corregga Dichiarazione Balfour o sarà causa

(ANSAmed) - TEL AVIV, 22 OTT - Se la Gran Bretagna non corregge "l'errore storico" della Dichiarazione Balfour, l'Autorità nazionale palestinese (Anp) andrà avanti per "vie legali". Lo ha detto il ministro degli affari esteri Ryad al Malki in vista delle celebrazioni di Londra per i 100 anni della Dichiarazione del 2 novembre 1917 sulla creazione di "un focolare nazionale ebraico" in Palestina, allora provincia ottomana. "Andremo avanti con le procedure legali, se la Gran Bretagna - ha detto in un'intervista - insiste nella sua posizione".

15:20Direttore Oms revoca nomina ambasciatore a Mugabe

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Il direttore generale dell'Oms Tedros Ghebreyesus ha revocato l'incarico al presidente dello Zimbawe Robert Mugabe come ambasciatore di buona volontà dell'Oms in seguito alle opposizioni e alle polemiche che si sono accese subito dopo l'annuncio dell'incarico. ''Ho ascoltato attentamente tutti coloro che hanno espresso le loro preoccupazioni - fa sapere in una nota - Mi sono anche consultato con il governo dello Zimbabwe e abbiamo concluso che questa decisione è nel migliore interesse dell'Oms''.

Archivio Ultima ora