Referendum: il voto estero possibile ago della bilancia, ed è già scontro

Pubblicato il 01 dicembre 2016 da ansa

consolato-referendum-costituzionale-2016

ROMA. – Castelnuovo di Porto, cittadina a Nord di Roma, lungo la Flaminia: è qui che, domenica sera, la partita del referendum potrebbe giocarsi la battaglia decisiva. E’ qui, infatti, che verranno scrutinati quei voti degli italiani all’estero sui quali da giorni il Comitato del No promette battaglia, segnalando irregolarità e contestando una campagna per il Sì che – è questa l’accusa – ha abusato del sostegno del governo al Sì.

Accuse che, nel giorno in cui scadono i termini per votare dall’estero, la Farnesina respinge nettamente, assicurando “la professionalità e l’assoluta imparzialità” della rete diplomatica e “diffidando dal divulgare notizie false che possano essere diffamatorie” nei confronti delle feluche e degli italiani all’estero.

Di fatto, sul voto dei poco più di 4 milioni di connazionali in giro per il mondo, è già scontro. E, stando ai boatos di palazzo secondo cui in un eventuale testa a testa proprio il voto estero (con un incidenza che andrebbe dal 3 al 5%) potrebbe essere decisivo, lo scontro rischia di trovare il suo apice nella notte elettorale.

Il Comitato del No – che aveva già promesso il ricorso alla Consulta se il voto all’estero risultasse decisivo per la vittoria del Sì – invierà 200 volontari a Castelnuovo di Porto “sulla scorta di irregolarità che sono state segnalate e per la pressione del Governo sul voto all’estero”. Ed è già pronto un team legale “che in caso di irregolarità potrà intervenire tempestivamente”.

La battaglia sulla regolarità del voto estero, tra l’altro, coinvolge quasi tutti Comitati per il No, da quello di Alessandro Pace a quello di Gaetano Quagliariello e Guglielmo Vaccaro fino al Comitato presieduto da Guido Calvi. E con il M5S che annuncia l’invio a Castelnuovo “100 controllori” per un voto “a rischio brogli”.

Attacchi sui quali il fronte del Sì per ora sorvola. “Il fatto che qualcuno annuncia già che farà ricorso è segnale di debolezza”, sottolinea il ministro della Difesa Roberta Pinotti laddove Dario Franceschini taglia corto: “se qualcuno ha qualcosa da dire, faccia denuncia”.

La Farnesina – dove la settimana scorsa il ministro Paolo Gentiloni ha incontrato le delegazioni dei Comitati del Sì e del No per fare un punto sul voto estero – interviene tentando di mettere un punto alle polemiche. Quelle giunte al Ministero sono “perlopiù segnalazioni prive di fondamento generate da commenti circolati sui social media”, spiega una nota del ministero, smentendo categoricamente l’esistenza di un documento che invita la rete diplomatico-consolare alla “mobilizzazione generale per il sì”.

Gli strascichi delle polemiche per la lettera di Matteo Renzi o per la missione del ministro delle Riforme Maria Elena Boschi in Sudamerica difficilmente si dissolveranno. Con il fronte del No particolarmente preoccupato per il trend che, tradizionalmente, arriva dall’estero: quello di un voto filo-governativo e, in tal caso, filo-renziano.

“All’estero credo prevarrà il Sì”, sottolinea Angelino Alfano incassando l’ira del fronte del No: “il ministro dell’Interno dovrebbe astenersi da pronostici”, hanno risposto.

(di Michele Esposito/ANSA)

Ultima ora

16:01Calcio: Milan-Genoa, Bonucci espulso con la Var

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - La prima volta di un cartellino rosso deciso dalla Var costa l'espulsione a Leonardo Bonucci. Il capitano del Milan è stato sanzionato al 23' pt dall'arbitro Giacomelli per una gomitata, inizialmente non vista, nell'area del Genoa al difensore rossoblu Aleandro Rosi.

15:58Renzi, spero sia scelto migliore, se vogliono Visco facciano

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Nella mozione Pd c'è un giudizio sul passato, ma per il futuro sceglierà Gentiloni. Io non ho nomi. Ho un profilo: vorrei che chiunque fosse scelto sia il migliore o la migliore possibile". Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più". "Volete nominare Visco? Fatelo. Volete nominare un altro? Fatelo. Ma il giudizio su quanto accaduto deve essere il più laico possibile", sottolinea.

15:57Bankitalia: Renzi, rivendico sia merito che metodo

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Sia nel merito che nel metodo rivendico quanto fatto" con la mozione Pd su Bankitalia. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più".

15:52Gb: all’asta l’ultimo quadro dipinto da Winston Churchill

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Va all'asta l'ultimo dipinto realizzato da Winston Churchill: lo annuncia l'agenzia Pa citando un dirigente della celebre casa d'aste Sotheby's. L'opera, raro esempio d'arte 'astratta' nella produzione di sir Winston, s'intitola 'The Goldfish Pool At Chartwell'. Fu completata nel 1962 e donata poco prima della morte del primo ministro britannico della Vittoria (nel '65) al sergente Edmund Murray, sua storica guardia del corpo. Rievoca il luogo che Churchill definì "il più speciale al mondo" per rilassarsi durante la II guerra mondiale. Stando alle previsioni, dovrebbe essere aggiudicata per una cifra attorno alle 80.000 sterline, circa 90.000 euro. Pittore dilettante quanto prolifico, oltre che statista, storico, giornalista e premio Nobel per la letteratura, Churchill dipinse in un quarantennio - dopo essersi appassionato all'hobby del pennello a partire dagli anni '20, come strumento per uscire dalla depressione in un momento politico e personale buio - 544 fra acquerelli e altre opere.

15:38Catalogna: Dastis,molte immagini violenza polizia sono false

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Finora, molte delle immagini diffuse sono dei fake, se c'è stato uso della forza da parte della polizia è stato limitato e comunque rispettava le disposizioni delle autorità" per il rispetto della legge. Lo ha detto il ministro degli Esteri spagnolo Alfonso Dastis alla Bbc, rispondendo ad una domanda sulla violenza della polizia il primo ottobre in Catalogna, durante le operazioni di voto del referendum indipendentista. "Se c'è stato uso della forza, e alcune immagini in effetti lo testimoniano, non è stato deliberato, ma è stato provocato", ha aggiunto Dastis.

15:36Namibia: rivincita del rinoceronte, azzoppato un bracconiere

(ANSA) - IL CAIRO, 22 OTT - Un cacciatore di frodo ha avuto la peggio in una battuta al rinoceronte in un parco nazionale del nord della Namibia: è stato gravemente ferito ad una gamba dall'animale e poi arrestato. La vittoria del rinoceronte sul suo persecutore consumatasi nell'Etosha National Park è stata descritta dal sito del quotidiano "The Namibian" basandosi su informazioni della polizia di Kunene. L'uomo, Luteni Muharukua, di età imprecisata, era penetrato nel parco assieme ad altri bracconieri per cacciare rinoceronti. Mentre erano sulle tracce di un esemplare, l'altrimenti mansueto mammifero è "sbucato dal nulla e ha caricato" i criminali: nella fuga, Muharukua è caduto e il rinoceronte "lo ha gravemente ferito alla gamba". A minacciare l'esistenza di questi animali imponenti ma "dall'indole pacifica" è il commercio di corni che ha causato la morte della metà dei rinoceronti durante gli anni Settanta.

15:31Russia: liberato Navalny dopo 20 giorni di prigione

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Il leader dell'opposizione russa Aleksey Navalny è stato rilasciato dopo aver scontato i 20 giorni di carcere che gli erano stati inflitti per aver organizzato una manifestazione non autorizzata. Uscito dal carcere, Navalny ha dichiarato sui social che spera di partecipare ad una manifestazione organizzata in serata nella città meridionale di Astrakhan.

Archivio Ultima ora