Italian Playwrights Project: incontro con l’autore Stefano Massini al Martin Segal Theatre Center

Pubblicato il 02 dicembre 2016 da redazione

Stefano Massini

Stefano Massini

NEW YORK. – Il progetto Italian Playwrights dedica una serata all’incontro “Something about the Lehmans” con Stefano Massini per una conversazione sul suo lavoro, sul ruolo del Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa, e una riflessione sul teatro contemporaneo in Europa.

Alla conversazione con il drammaturgo e regista italiano, moderata dal direttore del Martin Segal Theatre Center Dr. Frank Hentschker, parteciperanno anche Valeria Orani, fondatrice e direttrice di UMANISM, e Giorgio Van Straten, direttore dell’Istituto Istituto Italiano di Cultura di New York. Durante l’incontro verrà letto un breve estratto del libro “Qualcosa sui Lehman”, tradotto in Inglese da Allison Eikerenkoetter e interpretato dall’attore Robert Funaro con la direzione artistica di Marco Calvani.

“Qualcosa sui Lehman”, opera dell’autore Stefano Massini edita da Mondadori, narra la storia dell’ascesa e caduta dell’impresa epocale della famiglia Lehman. Il libro è basato sull’opera teatrale scritta dallo stesso Massini “Lehman Trilogy”, prodotta in Italia nel 2015, dal Piccolo Teatro di Milano, come ultimo lavoro del leggendario regista Luca Ronconi. Il testo è stato poi prodotto ampiamente in Europa. Il Regista vincitore del Premio Oscar Sam Mendes produrrà la versione teatrale in inglese.

Subito dopo l’incontro al Martin Segal Theatre Center, il pubblico potrà incontrare gli artisti e i curatori di Italian Playwrights Projects all’UMANISM Foundraising After-party presso The Archive Bar (12E 36th St. New York). La donazione minima di 50$ include un VIP Pass con drink e food.

Italian Playwrights Project è un progetto creato da Valeria Orani (UMANISM NY) e Frank Hentschker (Martin Segal Theatre Center) in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura sotto la direzione di Giorgio Van Straten. Questo evento è reso possibile dal generoso supporto di Joseph LoCIcero / The Segal Company.

Stefano Massini – Biografia

Stefano Massini (Firenze, 22 settembre 1975) è un drammaturgo e regista italiano. Laureato in Lettere Antiche all’Università di Firenze, si avvicina al teatro nell’anno 2000 come assistente ospite di Luca Ronconi al Piccolo Teatro di Milano, e prima ancora come aiuto di registi internazionali presso il Maggio Musicale Fiorentino.

È tuttavia nel 2005 che decolla la sua attività di drammaturgo, vincendo all’unanimità con L’odore assordante del bianco il Premio Pier Vittorio Tondelli, massimo riconoscimento per la scrittura teatrale in Italia. Già nel 2004 aveva vinto il Premio Flaiano, e ricevuto una segnalazione al Premio Vallecorsi con La fine di Shavuoth.

Dalla stagione 2005-2006 inizia la sua collaborazione con il Centro di Drammaturgia “Teatro delle Donne” presso il teatro Manzoni di Calenzano (Firenze), dando il via al progetto Trittico delle Gabbie, e ad altre produzioni. Prendendo spunto dagli eventi successivi alla crisi economica del 2008, tra il 2009 ed il 2012 Massini scrive la sua opera più ambiziosa e di maggior successo, Lehman Trilogy, tradotta in 14 lingue.

Viene portata sul palco in versione estesa per la prima volta in Italia nel 2015 da Luca Ronconi, raccogliendo un notevole successo di critica e pubblico e numerosi riconoscimenti, tra cui cinque Premi Ubu. Da maggio 2015 Stefano Massini è il nuovo consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano, sostituendo Luca Ronconi, scomparso tre mesi prima.

Italian Playwright Project: il Segal Center ha invitato il Direttore Artistico di 369 gradi (Italia) e UMANISM (NY) Valeria Orani a collaborare a un nuovo ambizioso progetto di traduzione, pubblicazione e messa in scena di testi teatrali italiani. “L’iniziativa di Valeria è uno dei progetti di drammaturgia Italiana più importanti a New York negli ultimi vent’anni, siamo onorati di poterlo sostenere” dice Il Direttore del Segal Center, Dott. Frank Hentschker. Valeria Orani aggiunge “Abbiamo una selezione davvero fantastica degli autori italiani contemporanei più significativi, credo che il pubblico americano possa facilmente rispecchiarsi nelle tematiche che affrontano”.

Italian Playwright Project a cura del Segal Center ha tre scopi principali:

• Sensibilizzare il pubblico americano alla scrittura teatrale Italiana contemporanea, favorendo collaborazioni artistiche tra drammaturghi italiani e artisti americani.

• In seguito alle letture sceniche di Dicembre 2015 e una serie di incontri nel 2016, il prossimo lancio di un festival di teatro contemporaneo italiano con produzioni americane dei testi selezionati.

• La pubblicazione di un’antologia tradotta con i testi integrali pubblicati in inglese.

Martin E. Segal Theatre Center: Il Segal Center avvicina il mondo accademico e quello delle arti performative attraverso un fitto programma di iniziative pubbliche anche digitali sempre gratuite e aperte al pubblico. È casa di artisti, intellettuali, studenti, direttori artistici, punto di riferimento per la comunità nazionale e internazionale, Il Segal Center offre la possibilità di uno scambio costruttivo, aperto e utile al sostegno e allo sviluppo di nuove idee e nuove collaborazioni.

Durante l’anno presenta un’ampia gamma di eventi gratuiti con artisti nazionali e internazionali che si interrogano sul teatro e la performance. Gli eventi includono letture sceniche di studio durante le fasi di scrittura di testi nuovi e classici, festival dedicati alla perfomance a New York (PRELUFE) e testi internazionali (PEN WORLD VOICES), proiezioni di rappresentazioni teatrali, conversazioni con gli artisti, lezioni, seminari, simposi, e progetti didattici sull’arte.

Inoltre, il centro rimane un punto di riferimento per studenti provenienti da altre istituzioni universitarie nel mondo, che collaborano alla pubblicazione di riviste accademiche altamente specializzate, oltre a importanti edizioni di testi singoli. www.thesegalcenter.org

UMANISM: UMANISM è una società impegnata nella promozione e sostegno alla cultura italiana contemporanea e ai suoi professionisti. Un movimento, una piattaforma che collega l’Italia agli Stati Uniti, riconoscendo il potenziale artistico di progetti di artisti italiani, supportandoli in ogni fase del loro progetto a New York: dalla produzione alla comunicazione. UMANISM fornisce inoltre consulenza artistica e organizzativa per artisti, istituzioni e scuole. www.UMANISM.com

Ultima ora

11:32Renzi, mai pensato di fare come Macron, vergogna chi va via

(ANSA) - ROMA, 27 APR - "Quando vedi che persone come Macron fanno certi risultati...io lo sconsigliai Macron, invece ha funzionato ma con il 23 per cento. Non sono mai tentato di fare un mio partito, sono convinto che se dai la parola agli elettori stai in una comunità, chi sputa nel piatto in cui mangia si deve vergognare. Dopo di che il sistema francese con il ballottaggio funziona eccome ed infatti io con il referendum volevo la semplificazione totale". Così Matteo Renzi, a Rtl, alla domanda sulla tentazione di fare un suo partito.

11:26Tennis: Bouchard su Sharapova, “non dovrebbe più giocare”

(ANSA) - ROMA, 27 APR - Maria Sharapova nel mirino. La campionessa russa torna e vince, ma non tutti sono con lei. Sulla tennista, ex numero uno del mondo, rientrata ieri in campo a Stoccarda in una competizione ufficiale, battendo Roberta Vinci, dopo 15 mesi di squalifica per doping, giungono soprattutto le critiche durissime dalla collega canadese Eugenie Bouchard, numero 59 del mondo e finalista a Wimbledon nel 2014. "Non doveva tornare" dichiara al sito dell'Independent, la campionessa russa è una "imbrogliona"' e la federazione "non doveva riammetterla" in campo. E sulla BBC sport la tennista canadese rincara la dose: "con la sua decisione, la Wta ha lanciato un messaggio sbagliato ai giovani: imbrogliate tanto poi vi daremo il bentornato a braccia aperte. Non credo tutto ciò sia giusto'. Secondo Bouchard, citata anche dal Daily Mail, la Sharapova "non dovrebbe più giocare".

11:10Incidenti stradali: due ragazzi morti nel Mantovano

(ANSA) - MILANO, 27 APR - Due giovani, entrambi ventenni, sono morti la scorsa notte in un grave incidente stradale che si è verificato a Poggio Rusco (Mantova). Lo ha comunicato il 118. E' accaduto sulla Strada provinciale Ex SS496 poco prima delle 23 di ieri. Secondo quanto si è saputo si sarebbe trattato di un'uscita di strada di un autovettura, finita contro un albero senza il coinvolgimento di altri mezzi. Un giovane di 20 anni è morto sul colpo, un coetaneo, trasportato con 'elisoccorso agli Spedali Civili di Brescia per un grave politrauma, è deceduto una volta giunto al pronto soccorso. Un 21enne è stato trasportato in codice giallo all'ospedale di Mantova.

10:53Corea Nord: esperto Usa, armi in parate militari sono finte

(ANSA) - ROMA, 27 APR - Le armi sfoggiate dai soldati nordcoreani durante le imponenti parate militari organizzate da Pyongyang sono per gran parte finte: ne e' convinto l'ex funzionario dell'intelligence americana Michael Pregent. L'esperto ha analizzato le immagini della parata militare del 15 aprile scorso ed ha concluso che neanche gli occhiali da sole indossati dai soldati in tuta mimetica avrebbero i requisiti necessari per essere utilizzati in combattimento. Molti dei fucili erano finti, ha proseguito Pregent alla Fox News, ipotizzando che molti soldati imbracciavano anche semplici armi giocattolo. Stessa cosa dicasi per i proiettili fuori misura montati alle estremità di alcuni fucili.

10:44Tap: terminate operazioni messa a dimora ulivi eradicati

(ANSA) - MELENDUGNO (LECCE), 27 APR - Sono terminate senza incidenti le operazioni di travaso degli 11 ulivi eradicati dai lotti 2 e 3 e riposti in grandi vasi nel lotto 4 del cantiere del gasdotto Tap in località San Basilio, a San Foca di Melendugno. Le operazioni di eradicazione e messa a dimora degli alberi sono state 'scortate' da più di 100 agenti di polizia arrivati sul posto sin dalle 3 della notte per garantire ai tecnici del consorzio Tap di ultimare le attività previste nel primo step dei lavori e più volte interrotte nelle scorse settimane dalla protesta degli attivisti che si oppongono al progetto del gasdotto. Non si sono registrati scontri o disordini. I manifestanti sono rimasti 'confinati' a ridosso del loro presidio manifestando con slogan e cori la loro contrarietà al progetto della multinazionale svizzera. L'uscita dei cinque camion di Tap dal cantiere al termine delle operazioni é stata accompagnata da un tentativo dei manifestanti di aprirsi un varco nel cordone si sicurezza eretto dagli agenti.

10:44Armati e pronti a sparare, tre arresti a Bari

(ANSA) - BARI, 27 APR - Avevano armi - tre pistole e una mitraglietta - con il colpo in canna e molto probabilmente erano in procinto di compiere un nuovo agguato le tre persone, tutte con precedenti penali, arrestate ieri dagli agenti della squadra Mobile della Polizia di Bari. I tre sono stati bloccati dalla polizia nel quartiere Japigia, nell'ambito di controlli di prevenzione del crimine, nella flagranza dei reati di detenzione e porto abusivo di armi da fuoco clandestine e ricettazione aggravata in concorso. Uno dei tre pregiudicati è anche sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza.

10:29Merkel, Gb non avrà diritti come stato Ue,no illusioni

(ANSA) - BERLINO, 27 APR - "Un terzo Stato, quale sarà la Gran Bretagna, non potrà avere gli stessi diritti di uno stato europeo". Lo ha detto Angela Merkel al Bundestag, in vista del consiglio europeo sulla Brexit. La cancelliera ha specificato di "dovere esprimere anche concetti che sembrano scontati". "Ho infatti la sensazione che qualcuno in Gran Bretagna si faccia delle illusioni, e deve essere detto chiaramente che questo è tempo sprecato", ha aggiunto.

Archivio Ultima ora