Italian Playwrights Project: incontro con l’autore Stefano Massini al Martin Segal Theatre Center

Pubblicato il 02 dicembre 2016 da redazione

Stefano Massini

Stefano Massini

NEW YORK. – Il progetto Italian Playwrights dedica una serata all’incontro “Something about the Lehmans” con Stefano Massini per una conversazione sul suo lavoro, sul ruolo del Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa, e una riflessione sul teatro contemporaneo in Europa.

Alla conversazione con il drammaturgo e regista italiano, moderata dal direttore del Martin Segal Theatre Center Dr. Frank Hentschker, parteciperanno anche Valeria Orani, fondatrice e direttrice di UMANISM, e Giorgio Van Straten, direttore dell’Istituto Istituto Italiano di Cultura di New York. Durante l’incontro verrà letto un breve estratto del libro “Qualcosa sui Lehman”, tradotto in Inglese da Allison Eikerenkoetter e interpretato dall’attore Robert Funaro con la direzione artistica di Marco Calvani.

“Qualcosa sui Lehman”, opera dell’autore Stefano Massini edita da Mondadori, narra la storia dell’ascesa e caduta dell’impresa epocale della famiglia Lehman. Il libro è basato sull’opera teatrale scritta dallo stesso Massini “Lehman Trilogy”, prodotta in Italia nel 2015, dal Piccolo Teatro di Milano, come ultimo lavoro del leggendario regista Luca Ronconi. Il testo è stato poi prodotto ampiamente in Europa. Il Regista vincitore del Premio Oscar Sam Mendes produrrà la versione teatrale in inglese.

Subito dopo l’incontro al Martin Segal Theatre Center, il pubblico potrà incontrare gli artisti e i curatori di Italian Playwrights Projects all’UMANISM Foundraising After-party presso The Archive Bar (12E 36th St. New York). La donazione minima di 50$ include un VIP Pass con drink e food.

Italian Playwrights Project è un progetto creato da Valeria Orani (UMANISM NY) e Frank Hentschker (Martin Segal Theatre Center) in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura sotto la direzione di Giorgio Van Straten. Questo evento è reso possibile dal generoso supporto di Joseph LoCIcero / The Segal Company.

Stefano Massini – Biografia

Stefano Massini (Firenze, 22 settembre 1975) è un drammaturgo e regista italiano. Laureato in Lettere Antiche all’Università di Firenze, si avvicina al teatro nell’anno 2000 come assistente ospite di Luca Ronconi al Piccolo Teatro di Milano, e prima ancora come aiuto di registi internazionali presso il Maggio Musicale Fiorentino.

È tuttavia nel 2005 che decolla la sua attività di drammaturgo, vincendo all’unanimità con L’odore assordante del bianco il Premio Pier Vittorio Tondelli, massimo riconoscimento per la scrittura teatrale in Italia. Già nel 2004 aveva vinto il Premio Flaiano, e ricevuto una segnalazione al Premio Vallecorsi con La fine di Shavuoth.

Dalla stagione 2005-2006 inizia la sua collaborazione con il Centro di Drammaturgia “Teatro delle Donne” presso il teatro Manzoni di Calenzano (Firenze), dando il via al progetto Trittico delle Gabbie, e ad altre produzioni. Prendendo spunto dagli eventi successivi alla crisi economica del 2008, tra il 2009 ed il 2012 Massini scrive la sua opera più ambiziosa e di maggior successo, Lehman Trilogy, tradotta in 14 lingue.

Viene portata sul palco in versione estesa per la prima volta in Italia nel 2015 da Luca Ronconi, raccogliendo un notevole successo di critica e pubblico e numerosi riconoscimenti, tra cui cinque Premi Ubu. Da maggio 2015 Stefano Massini è il nuovo consulente artistico del Piccolo Teatro di Milano, sostituendo Luca Ronconi, scomparso tre mesi prima.

Italian Playwright Project: il Segal Center ha invitato il Direttore Artistico di 369 gradi (Italia) e UMANISM (NY) Valeria Orani a collaborare a un nuovo ambizioso progetto di traduzione, pubblicazione e messa in scena di testi teatrali italiani. “L’iniziativa di Valeria è uno dei progetti di drammaturgia Italiana più importanti a New York negli ultimi vent’anni, siamo onorati di poterlo sostenere” dice Il Direttore del Segal Center, Dott. Frank Hentschker. Valeria Orani aggiunge “Abbiamo una selezione davvero fantastica degli autori italiani contemporanei più significativi, credo che il pubblico americano possa facilmente rispecchiarsi nelle tematiche che affrontano”.

Italian Playwright Project a cura del Segal Center ha tre scopi principali:

• Sensibilizzare il pubblico americano alla scrittura teatrale Italiana contemporanea, favorendo collaborazioni artistiche tra drammaturghi italiani e artisti americani.

• In seguito alle letture sceniche di Dicembre 2015 e una serie di incontri nel 2016, il prossimo lancio di un festival di teatro contemporaneo italiano con produzioni americane dei testi selezionati.

• La pubblicazione di un’antologia tradotta con i testi integrali pubblicati in inglese.

Martin E. Segal Theatre Center: Il Segal Center avvicina il mondo accademico e quello delle arti performative attraverso un fitto programma di iniziative pubbliche anche digitali sempre gratuite e aperte al pubblico. È casa di artisti, intellettuali, studenti, direttori artistici, punto di riferimento per la comunità nazionale e internazionale, Il Segal Center offre la possibilità di uno scambio costruttivo, aperto e utile al sostegno e allo sviluppo di nuove idee e nuove collaborazioni.

Durante l’anno presenta un’ampia gamma di eventi gratuiti con artisti nazionali e internazionali che si interrogano sul teatro e la performance. Gli eventi includono letture sceniche di studio durante le fasi di scrittura di testi nuovi e classici, festival dedicati alla perfomance a New York (PRELUFE) e testi internazionali (PEN WORLD VOICES), proiezioni di rappresentazioni teatrali, conversazioni con gli artisti, lezioni, seminari, simposi, e progetti didattici sull’arte.

Inoltre, il centro rimane un punto di riferimento per studenti provenienti da altre istituzioni universitarie nel mondo, che collaborano alla pubblicazione di riviste accademiche altamente specializzate, oltre a importanti edizioni di testi singoli. www.thesegalcenter.org

UMANISM: UMANISM è una società impegnata nella promozione e sostegno alla cultura italiana contemporanea e ai suoi professionisti. Un movimento, una piattaforma che collega l’Italia agli Stati Uniti, riconoscendo il potenziale artistico di progetti di artisti italiani, supportandoli in ogni fase del loro progetto a New York: dalla produzione alla comunicazione. UMANISM fornisce inoltre consulenza artistica e organizzativa per artisti, istituzioni e scuole. www.UMANISM.com

Ultima ora

01:29Calcio: De Biasi, addolorato per i petardi dei nostri tifosi

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - "Sono addolorato per il lancio di petardi e fumogeni di alcuni nostri tifosi: mai avrei pensato di vedere una cosa del genere". Sono le parole di Gianni De Biasi, ct italiano dell'Albania, dopo la sconfitta di Palermo contro gli azzurri e lo stop di 8' alla partita per il lancio di petardi e fumogeni in campo da parte di alcuni tifosi albanesi. "Mi è dispiaciuto tantissimo per il lancio di fumogeni - aggiunge - Mi ha fatto vedere un'altra realtà, che non conoscevo. Sono molto deluso da questo evento. Non so cosa sia successo, mi sembra così assurdo, non so spiegarla. Da cinque anni sono in Albania e all'Europeo i nostri tifosi si erano distinti per quanto di bello avevano fatto. Sono deluso, soprattutto se queste cose accadono davanti agli occhi del mondo, ad una platea così vasta. Ho sempre cercato di "vendere" sempre l'Albania in un certo modo, per questo sono ancora più seccato. Se farò valutazioni con il presidente della Federcalcio? A 60 anni ho imparato a non fare valutazioni immediate".

01:15Calcio: Ventura, non esaltanti ma piccolo passo avanti

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - "Anche in una serata non esaltante, abbiamo fatto un piccolo passo avanti": Giampiero Ventura analizza così la vittoria dell'Italia sull'Albania, nelle qualificazioni ai Mondiali 2018. "Sta nascendo qualcosa di importante per il futuro della Nazionale - ha detto il ct azzurro a RaiSport - Quando capiranno le cose che possono fare, a questi ragazzi si aprirà un mondo nuovo". "A parte il primo tiro, l'Albania non ci ha mai messo in difficoltà - ha aggiunto Ventura - e noi ogni, volta che andavamo davanti, potevamo essere pericolosi. Nel secondo tempo siamo cresciuti in maturità". Infine, una valutazione su Verratti: "La partita di stasera dice che non hanno senso le questioni se deve giocare in un centrocampo a due o a tre: ha fatto una grande partita".

00:26Calcio: Mondiali 2018, Italia-Albania 2-0

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - L'Italia batte 2-0 l'Albania in una gara del gruppo G di qualificazioni ai Mondiali. Al Barbera di Palermo, decidono i gol di De Rossi su rigore al 12' (con il centrocampista della Roma che spiazza il laziale Strakosha) e di Immobile al 71' con un colpo di testa da posizione ravvicinata ma decentrata, su cross dalla destra di Zappacosta. Al 57' la partita è stata sospesa per 8 minuti a causa del lancio di petardi e fumogeni in campo da parte di alcuni tifosi. Le altre gare del girone: Spagna-Israele 4-1 (13' Silva, 46' pt Vitolo, 51' Diego Costa, 76' Refaelov, 88' Isco); Liechtenstein-Macedonia 0-3 (43' Nikolov, 68' e 73' Nestorovski). In classifica, Spagna e Italia restano appaiate in vetta con 13 punti e proseguono il testa a testa per il primo posto. Entrambe hanno un solo pareggio (nello scontro diretto a Torino), ma gli iberici sono avanti per differenza reti: +17 (19 gol fatti e 2 subiti) contro il +9 degli azzurri (13-4). Si qualifica direttamente solo la prima, la seconda va allo spareggio.

23:57Calcio: Italia-Albania, stop di 8′ per petardi e fumogeni

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Italia-Albania, partita di qualificazione ai Mondiali in corso al Barbera di Palermo, è ripresa dopo circa 8' di stop: al 57' infatti, sul risultato di 1-0 per gli azzurri, l'arbitro sloveno Vincic aveva mandato le due squadre negli spogliatoi per il ripetuto lancio di petardi e fumogeni in campo da parte di alcuni tifosi albanesi. La partita era stata disturbata allo stesso modo già nel primo tempo, in occasione del rigore che ha portato l'Italia sull'1-0 al 12', e lo speaker dello stadio aveva lanciato un appello. Così come, al nuovo episodio di intemperanze nella ripresa, aveva fatto il capitano dell'Albania Ansi Agolli andando sotto il settore dei propri tifosi.

23:41Moto: Rossi, io indietro ma forse sono sulla strada giusta

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Piloti della MotoGp in difficoltà, nella seconda giornata di prove libere del Gran Premio del Qatar, a causa del grip della pista peggiorato rispetto a ieri. "Dobbiamo migliorare l'entrata in curva - dice Valentino Rossi a Sky Sport - In Fp2 il grip posteriore era sì faticoso, ma tutto sommato andavo bene. Invece nella Fp3 le condizioni sono peggiorate, con la pista più sporca. Ho avuto un problema al sensore di un ammortizzatore che non abbiamo potuto risolvere come si doveva. Non abbiamo lavorato bene quest'inverno, siamo un po' indietro, ma forse abbiamo imboccato la strada giusta". "Possiamo migliorare, soprattutto sul grip posteriore - spiega il compagno di squadra di Rossi nella Yamaha, Maverick Vinales - Oggi la pista era diversa. La mia scivolata? Sono solo finito su parte più sporca, nulla di grave". "Oggi si faceva più fatica - concorda il campione del mondo Marc Marquez - Noi abbiamo cambiato troppo la moto, perdo soprattutto nell'uscita di curva. Il passo gara? Si può fare meglio...".

23:05Trump: repubblicani ritirano riforma sanitaria

(ANSA) - WASHINGTON, 24 MAR - I repubblicani, a corto di voti, ritirano il loro disegno di legge per la riforma sanitaria che doveva sostituire l'Obamacare. Secondo fonti della Cnn, sarebbe stato Trump a chiedere tale mossa. Il voto previsto alla Camera dei Rappresentanti è quindi annullato. Secondo fonti del Congresso, lo speaker della Camera, Paul Ryan ha chiamato il presidente Donald Trump mezz'ora prima del voto e il presidente gli ha chiesto di ritirare il disegno di legge repubblicano con cui l'Amministrazione e molti repubblicani volevano sostituire l'Obamacare. Ma Trump, commentando sul Washington Post e il New York Times, si mostra ottimista: "Ora avanti sulle tasse. E quando l'Obamacare esploderà, allora forse i democratici apriranno su un accordo". E Ryan ha invece commentato: "Oggi è un giorno deludente per noi", "abbiamo deluso le aspettative".

23:04Juve-tifo:Agnelli in atti,davamo retta a chi stava con Conte

(ANSA) - ROMA, 24 MAR - Il rapporto tra la Juve e Rocco Dominello nasce - stando ad alcune intercettazioni agli atti dell'inchiesta della magistratura di Torino delle quali l'ANSA ha preso visione - a seguito delle richieste dell'allora tecnico bianconero Antonio Conte di "gestire la curva". In una telefonata del 5/8/206 tra Andrea Agnelli e il suo avvocato Chiappero, il presidente Juve ricostruisce l'inizio di una vicenda che lo ha portato ad essere deferito dal procuratore Figc e messo sotto la lente d'ingrandimento dell'Antimafia. Agnelli dice: "E poi, ribadisco che lui (Dominello) si accompagnava a Germani, e Germani era pappa e ciccia con Conte...La pressione che metteva Conte la conosci anche tu, a chiunque stesse vicino a Conte noi gli davamo un po' più retta". Quindi, dice Agnelli, "se Germani sta vicino a Conte, Dominello sta vicino a Germani, noi diamo più retta a questo. Perchè noi ci abbiamo voglia? No, perchè poi la curva fa casino, non siete capaci di gestire un c.., cioè non devo spiegare a te come ragiona Antonio"

Archivio Ultima ora