Roma: guerra alle buche. Piano annunciato dal Comune

buca_roma

ROMA. – Una task force contro le buche “moltiplicata” in tutti i municipi di Roma, con “squadre di controllo” distribuite capillarmente sul territorio della Capitale per un’attività “costante di monitoraggio delle strade e sorveglianza della qualità dei lavori”.

E’ l’ultima iniziativa messa in campo dal Campidoglio che annuncia: “A dicembre partono gli interventi per la manutenzione ordinaria stradale, soprattutto in periferia. Grazie allo sblocco delle assunzioni del cosiddetto ‘concorsone, nuovi ingegneri vengono dislocati nelle varie task force dei municipi”.

Le squadre messe in campo hanno il compito di verificare la qualità dell’asfalto e la regolarità dei lavori in corso. Fino ad ora “nell’ambito delle attività di controllo, infatti, sono emersi risultati allarmanti sugli scavi stradali – spiegano da Palazzo Senatorio – su circa 60 controlli eseguiti a campione si sono verificate anomalie in oltre il 60% dei casi. In questo senso è fondamentale quindi intensificare l’attività di controllo, inasprire il sistema sanzionatorio e proseguire nella sensibilizzazione delle società di pubblici servizi nel controllo delle loro società appaltatrici”.

A rivendicare il piano è la stessa sindaca Virginia Raggi: “Nell’ultimo decennio la cura delle strade di Roma è stata abbandonata. Poco o nulla è stato fatto per la manutenzione straordinaria preferendo invece interventi spot e superficiali che non hanno risolto in modo strutturale il problema buche. Quindi intervenire ora con una manutenzione ordinaria non basta. Servono interventi strutturali. Nel frattempo l’amministrazione ha comunque varato un piano di manutenzione ordinaria triennale da 65 milioni di euro e un appalto triennale per un servizio di sorveglianza e monitoraggio della rete stradale di competenza dipartimentale per un importo complessivo di circa 8,5 milioni di euro”.

Oltre ai 65 milioni di euro annunciati da Raggi per il piano triennale di manutenzione ordinaria e agli 8,5 milioni di euro per la sorveglianza della rete stradale, si aggiungono “lavori che partono a dicembre, per un intervento complessivo di quasi 7 milioni di euro – spiega il Campidoglio -, la manutenzione delle strade di grande viabilità per un importo complessivo di oltre 12 milioni di euro nei municipi; quasi di 2,4 milioni per lavori su ponti, cavalcavia, viadotti e gallerie”.

Ancora, il Campidoglio annuncia che a “febbraio 2017 è previsto l’inizio dei lavori finanziati dai fondi giubilari. Si tratta di un pacchetto di interventi da più di 37 milioni di euro. I primi che saranno realizzati riguarderanno la manutenzione di Piazza Adriana, di via Gregorio VII e delle sue corsie preferenziali. Riguardo i restanti interventi sono state avviate le procedure in vista delle gare”.

Per un totale di circa 132 milioni di euro. Per il capogruppo FdI in Campidoglio Fabrizio Ghera “è un piano all’acqua di rose”. Critiche anche dal PD, con il consigliere Antongiulio Pelonzi che attacca: “Dopo la tirata d’orecchie dell’assemblea Acer oggi la giunta Raggi cerca di correre ai ripari con un annuncio grossolano di interventi in parte già programmati durante la gestione commissariale”.

(di Paola Lo Mele/ANSA)