Referendum: nella ripartizione Estero si afferma il Sì

Pubblicato il 06 dicembre 2016 da redazione

voto-estero

ROMA- Dopo lunghi mesi di campagna elettorale si è svolto il referendum confermativo sulla riforma costituzionale che era stata approvata in via definitiva dai due rami del Parlamento. Ha vinto nettamente il fronte del No. Sui 50.773.284 elettori chiamati alle urne hanno espresso il loro voto in Italia e all’estero 33.243.845 connazionali, ovvero il 65,47% degli aventi diritto. In Italia l’affluenza complessiva è stata del 68,48% , mentre nella circoscrizione Estero hanno espresso il loro voto 1.245.929 connazionali pari al 30,74 % degli elettori (4.052.341).

Nella ripartizione Europa hanno votato il 33,70% degli aventi diritto. Leggermente inferiore l’affluenza nelle ripartizioni America settentrionale e centrale (31,19%) e Africa Asia Oceania e Antartide (31,91%). Più ridotta la partecipazione nella ripartizione America Meridionale dove la quota dei votanti si attesta al 25,44 %.

A differenza di quanto è avvenuto in Italia, nella circoscrizione Estero prevale nettamente il Sì che ottiene il 64,70% dei consensi (722.672 voti) contro il 35,30% dei No (394.253 voti). Numerose in questo contesto le schede nulle 119.174 (9,56 %) a cui si aggiungono 9.297 schede bianche (0,74 %) e 533 schede contestate e non assegnate (0,04 %).

Per quanto riguarda il dato disaggregato nella ripartizione Europa i votanti sono stati 730.109 (33,70 %). Ai Sì sono andati 415.068 suffragi, pari al 62,42%, mentre il No è stato scelto da 249.876 elettori (37,58%). Vi sono state 4.048 (0,55 %) schede bianche, 60.983 (8,35 %) schede nulle e 134 (0,01 %) schede contestate e non assegnate.

In questa ripartizione in evidenza i risultati della Svizzera dove hanno votato 204.256 elettori pari al 42,32 % degli aventi diritto. Netta la vittoria del Sì con 119.462 suffragi (64,25%) contro i 66.457 voti ottenuti dal No (35,75%).

Alta anche l’affluenza nel Regno Unito con 87.593 votanti (37,60 %). Qui il Sì ha ottenuto 50.353 voti (62,70%), mentre il No si è fermato a 29.956 voti (37,30%). Più bassa l’affluenza in Germania con 169.010 votanti (29,06%). In territorio tedesco il Sì ha ottenuto 92.321 suffragi (61,02%). 58.985 connazionali hanno invece scelto il No (38,98%).

Nella ripartizione America Meridionale i votanti sono stati 328.561 (25,44 %). Anche in questa area del mondo ha vinto nettamente il Sì 207.144 (71,93%), mentre il No ha ottenuto 80.831 voti. (28,7%). Da segnalare inoltre 4.211 (1,28 %) schede bianche, 36.064 (10,97 %) schede nulle e 311 (0,09 %) schede contestate e non assegnate.

In questo ambito geografico ricordiamo i risultati dell’Argentina dove hanno votato 170.532 connazionali (25,33 %). Il Sì ha ottenuto 95.897 consensi (65,11%), mentre il No si è fermato a 51.378 voti (34,89%). Bassa l’affluenza anche in Venezuela dove hanno espresso il loro voto 20.786 italiani (21,06 %). Il Sì ha prevalso con 11.338 voti (61,72%), il No ha ottenuto 7.033 consensi (38,28%). Più alta la partecipazione in Brasile con 93.054 votanti (28,58 %). 70.327 connazionali hanno votato Sì (84,23%), mentre il No ha ottenuto 13.167 consensi (15,77%).

Nella ripartizione America settentrionale e centrale hanno votato 116.969 elettori (31,19 %). Il Sì ha ottenuto 62.816 voti (62,24%). Al No sono andati 38.113 voti (37,76%). Vi sono state 520 (0,44 %) schede bianche ; 15.444 (13,20 %) schede nulle e 76 (0,06 %) schede contestate e non assegnate. Negli Stati Uniti, dove hanno espresso il loro suffragio 62.577 connazionali (28,65 % ), ha vinto il Sì 32.145 con voti (58,87%). Il No ha invece ottenuto 22.460 voti (41,13 5). Più ampio il margine di vittoria del Sì in Canada dove, a fronte di 43.797 votanti (35,82 % ), il Sì ha ottenuto 24.868 suffragi (67,10%) contro i 12.192 voti del No (32,90%).

Infine nella ripartizione Africa Asia Oceania e Antartide i votanti sono stati 70.290 (31,91 %), con 37.644 Sì (59,68%) e 25.433 No (40,32%). 518 (0,73 %) le schede bianche, 6.683 (9,50 %) le schede nulle e 12 (0,01 %) le schede contestate e non assegnate . In questa ampia area geografica ricordiamo il risultato dell’Australia con 35.435 votanti (29,33 %), dove il Sì ha ottenuto 19.760 voti (64,35%) e il No è stato scelto da 10.949 connazionali (35,65%). Più bassa l’affluenza in Sud Africa dove sono andati a votare 5.671 italiani (20,10 %) ed il Sì ha avuto 3.258 voti (62,41%) , mentre il No ha ottenuto 1.962 consensi (37,59%).

Ultima ora

13:13Usa: Charlottesville, arrestato un suprematista bianco

(ANSA) - ROMA, 24 AGO - Christopher Cantwell, un suprematista bianco coinvolto nelle violenze di Charlottesville (Virginia) è stato arrestato dalla polizia dopo essersi costituito. Lo riporta la Bbc online, secondo cui l'uomo rischia di essere accusato per l'utilizzo illegale di gas lacrimogeno e lesioni corporali. Cantwell, già apparso in un documentario di Vice News sulle proteste dell'11 agosto scorso, ha ammesso di avere usato spray al pepe contro un dimostrante anti-destra ma ha sostenuto di averlo fatto per legittima difesa.

13:07Brexit: 33mila cittadini Ue lasciano Gb dopo referendum

(ANSA) - ROMA, 24 AGO - Trentatremila cittadini Ue hanno lasciato il Regno Unito dopo il referendum sulla Brexit del giugno 2016, segnando così il più grande deflusso dal Paese da circa 10 anni a questa parte: e' quanto emerge dagli ultimi dati pubblicati dall'Ufficio nazionale di statistica (Ons), secondo quanto riporta Sky News. Questo fenomeno ha contribuito a un calo del tasso netto di migrazione nel Regno Unito (la differenza tra immigrati ed emigrati) ai minimi degli ultimi tre anni. In particolare, la migrazione netta e' scesa a 246.000 unità nel periodo aprile 2016-marzo 2017, 81.000 in meno rispetto ai 12 mesi precedenti. Si tratta dei primi dati di questo genere pubblicati dopo le elezioni di giugno. Oltre la metà del calo, spiega l'Ons, e' dovuta all'aumento del numero di cittadini Ue che hanno abbandonato il Paese: dei 33.000 che hanno fatto le valige, 17.000 provenivano da Paesi entrati nell'Ue nel 2004, come Repubblica Ceca, Estonia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Polonia, Slovacchia e Slovenia.

13:05Incendi: Francia, arrestato piromane autore di 17 roghi

(ANSA) - PARIGI, 24 AGO - Un uomo di una quarantina di anni è sospettato di aver provocato 17 incendi tra il 10 e il 20 agosto nei comuni di Marsiglia, Allauch e Plan-de-Cuques, nel dipartimento delle Bouches du Rhone (sud-est). Lo ha fatto sapere la polizia, sottolineando che l'individuo si trova in stato di arresto. Il sospetto è stato fermato lunedì dalle forze dell'ordine grazie alle segnalazioni di alcuni cittadini. Fonti vicine all'inchiesta affermano che l'uomo "ha ammesso la responsabilità di alcuni incendi" anche se le indagini gliene attribuiscono 17. (ANSA)

13:03Barcellona: terroristi sorridono in video poche ore prima

(ANSA) - MADRID, 24 AGO - Tre dei cinque terroristi islamici che hanno attaccato venerdì scorso il lungomare di Cambrils, dove sono stati uccisi dalla polizia, erano stati ripresi poche ore prima dalle telecamere di sicurezza di un benzinaio nei dintorni della cittadina sull'autostrada AP7. Le immagini, diffuse dal giornale catalano Ara, mostrano alla cassa Omar Hychami, Houssaine Abouyaaqoub (fratello di Younes, l'attentatore della Rambla) e Moussa Oukabir, in apparenza rilassati e sorridenti. Secondo Ara scherzano i tre anche sul tipo di accendino che vogliono comprare.

12:56Terremoto Ischia: cornicione crollato, sigilli a chiesa

(ANSA) - ISCHIA (NAPOLI), 24 AGO - I carabinieri della compagnia di Ischia hanno sequestrato, in esecuzione di un decreto della Procura della Repubblica di Napoli, la chiesa di S. Maria del Suffragio da cui, la sera del terremoto, è crollata una porzione di cornicione che ha ucciso la 59enne Lina Balestrieri.

12:55Uomo bruciato vicino Aosta, accertamenti su orologio

(ANSA) - AOSTA, 24 AGO - E' l' orologio per ora l' unico elemento che potrebbe aiutare ad identificare il cadavere semicarbonizzato trovato a Fenis sabato scorso. D'accordo con la procura, i militari hanno diffuso la foto di un orologio identico a quello trovato accanto al corpo della vittima. Si tratta di un modello 'Camel trophy' degli "anni '80-'90 abbastanza particolare che oramai non si vede più in giro", fanno sapere i militari. In base ai primi riscontri dell'autopsia, è molto probabile che l'uomo, di circa 40 anni, sia stato ucciso con almeno un colpo d'arma da fuoco, sparato all'altezza del collo. L'omicidio sarebbe avvenuto 24-48 ore prima che il corpo - probabilmente venerdì - venisse bruciato. Traumi compatibili con modalità di trasporto poco attente sono stati rilevati al bacino e alla colonna vertebrale. Si cercano testimoni che possano aver visto un'auto sospetta venerdì pomeriggio lungo la pista ciclabile del paese.(ANSA).

12:38Con bandiera Rsi su vetta: presidente Toscana Rossi denuncia

(ANSA) - FIRENZE, 24 AGO - Una denuncia alla Procura della Repubblica "sulla base delle leggi che puniscono l'apologia di fascismo". E' questo il mandato che il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi ha dato all'avvocatura regionale, nei confronti di Manfredo Bianchi, l'insegnante di Carrara (Massa Carrara) che su facebook aveva postato una foto che lo riprende mentre sventola una bandiera della Repubblica Sociale di Salò in cima al Monte Sagro, sulle Alpi Apuane, nei pressi di Vinca, la località in cui fu compiuta una strage nazifascista nel 1944. La decisione di procedere in questo senso - annunciata dal presidente sul suo profilo Fb - avviene proprio nel giorno dell'anniversario dell'eccidio di Vinca, ai piedi del monte Sagro, "una delle più atroci stragi nazifasciste avvenute in Toscana insieme a Sant'Anna di Stazzema: furono 173 le vittime per mano dei soldati nazisti di Reder fiancheggiati da un centinaio di fascisti repubblichini". (ANSA).

Archivio Ultima ora