Referendum: nella ripartizione Estero si afferma il Sì

Pubblicato il 06 dicembre 2016 da redazione

voto-estero

ROMA- Dopo lunghi mesi di campagna elettorale si è svolto il referendum confermativo sulla riforma costituzionale che era stata approvata in via definitiva dai due rami del Parlamento. Ha vinto nettamente il fronte del No. Sui 50.773.284 elettori chiamati alle urne hanno espresso il loro voto in Italia e all’estero 33.243.845 connazionali, ovvero il 65,47% degli aventi diritto. In Italia l’affluenza complessiva è stata del 68,48% , mentre nella circoscrizione Estero hanno espresso il loro voto 1.245.929 connazionali pari al 30,74 % degli elettori (4.052.341).

Nella ripartizione Europa hanno votato il 33,70% degli aventi diritto. Leggermente inferiore l’affluenza nelle ripartizioni America settentrionale e centrale (31,19%) e Africa Asia Oceania e Antartide (31,91%). Più ridotta la partecipazione nella ripartizione America Meridionale dove la quota dei votanti si attesta al 25,44 %.

A differenza di quanto è avvenuto in Italia, nella circoscrizione Estero prevale nettamente il Sì che ottiene il 64,70% dei consensi (722.672 voti) contro il 35,30% dei No (394.253 voti). Numerose in questo contesto le schede nulle 119.174 (9,56 %) a cui si aggiungono 9.297 schede bianche (0,74 %) e 533 schede contestate e non assegnate (0,04 %).

Per quanto riguarda il dato disaggregato nella ripartizione Europa i votanti sono stati 730.109 (33,70 %). Ai Sì sono andati 415.068 suffragi, pari al 62,42%, mentre il No è stato scelto da 249.876 elettori (37,58%). Vi sono state 4.048 (0,55 %) schede bianche, 60.983 (8,35 %) schede nulle e 134 (0,01 %) schede contestate e non assegnate.

In questa ripartizione in evidenza i risultati della Svizzera dove hanno votato 204.256 elettori pari al 42,32 % degli aventi diritto. Netta la vittoria del Sì con 119.462 suffragi (64,25%) contro i 66.457 voti ottenuti dal No (35,75%).

Alta anche l’affluenza nel Regno Unito con 87.593 votanti (37,60 %). Qui il Sì ha ottenuto 50.353 voti (62,70%), mentre il No si è fermato a 29.956 voti (37,30%). Più bassa l’affluenza in Germania con 169.010 votanti (29,06%). In territorio tedesco il Sì ha ottenuto 92.321 suffragi (61,02%). 58.985 connazionali hanno invece scelto il No (38,98%).

Nella ripartizione America Meridionale i votanti sono stati 328.561 (25,44 %). Anche in questa area del mondo ha vinto nettamente il Sì 207.144 (71,93%), mentre il No ha ottenuto 80.831 voti. (28,7%). Da segnalare inoltre 4.211 (1,28 %) schede bianche, 36.064 (10,97 %) schede nulle e 311 (0,09 %) schede contestate e non assegnate.

In questo ambito geografico ricordiamo i risultati dell’Argentina dove hanno votato 170.532 connazionali (25,33 %). Il Sì ha ottenuto 95.897 consensi (65,11%), mentre il No si è fermato a 51.378 voti (34,89%). Bassa l’affluenza anche in Venezuela dove hanno espresso il loro voto 20.786 italiani (21,06 %). Il Sì ha prevalso con 11.338 voti (61,72%), il No ha ottenuto 7.033 consensi (38,28%). Più alta la partecipazione in Brasile con 93.054 votanti (28,58 %). 70.327 connazionali hanno votato Sì (84,23%), mentre il No ha ottenuto 13.167 consensi (15,77%).

Nella ripartizione America settentrionale e centrale hanno votato 116.969 elettori (31,19 %). Il Sì ha ottenuto 62.816 voti (62,24%). Al No sono andati 38.113 voti (37,76%). Vi sono state 520 (0,44 %) schede bianche ; 15.444 (13,20 %) schede nulle e 76 (0,06 %) schede contestate e non assegnate. Negli Stati Uniti, dove hanno espresso il loro suffragio 62.577 connazionali (28,65 % ), ha vinto il Sì 32.145 con voti (58,87%). Il No ha invece ottenuto 22.460 voti (41,13 5). Più ampio il margine di vittoria del Sì in Canada dove, a fronte di 43.797 votanti (35,82 % ), il Sì ha ottenuto 24.868 suffragi (67,10%) contro i 12.192 voti del No (32,90%).

Infine nella ripartizione Africa Asia Oceania e Antartide i votanti sono stati 70.290 (31,91 %), con 37.644 Sì (59,68%) e 25.433 No (40,32%). 518 (0,73 %) le schede bianche, 6.683 (9,50 %) le schede nulle e 12 (0,01 %) le schede contestate e non assegnate . In questa ampia area geografica ricordiamo il risultato dell’Australia con 35.435 votanti (29,33 %), dove il Sì ha ottenuto 19.760 voti (64,35%) e il No è stato scelto da 10.949 connazionali (35,65%). Più bassa l’affluenza in Sud Africa dove sono andati a votare 5.671 italiani (20,10 %) ed il Sì ha avuto 3.258 voti (62,41%) , mentre il No ha ottenuto 1.962 consensi (37,59%).

Ultima ora

16:01Calcio: Milan-Genoa, Bonucci espulso con la Var

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - La prima volta di un cartellino rosso deciso dalla Var costa l'espulsione a Leonardo Bonucci. Il capitano del Milan è stato sanzionato al 23' pt dall'arbitro Giacomelli per una gomitata, inizialmente non vista, nell'area del Genoa al difensore rossoblu Aleandro Rosi.

15:58Renzi, spero sia scelto migliore, se vogliono Visco facciano

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Nella mozione Pd c'è un giudizio sul passato, ma per il futuro sceglierà Gentiloni. Io non ho nomi. Ho un profilo: vorrei che chiunque fosse scelto sia il migliore o la migliore possibile". Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più". "Volete nominare Visco? Fatelo. Volete nominare un altro? Fatelo. Ma il giudizio su quanto accaduto deve essere il più laico possibile", sottolinea.

15:57Bankitalia: Renzi, rivendico sia merito che metodo

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Sia nel merito che nel metodo rivendico quanto fatto" con la mozione Pd su Bankitalia. Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi, ospite di "1/2h in più".

15:52Gb: all’asta l’ultimo quadro dipinto da Winston Churchill

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Va all'asta l'ultimo dipinto realizzato da Winston Churchill: lo annuncia l'agenzia Pa citando un dirigente della celebre casa d'aste Sotheby's. L'opera, raro esempio d'arte 'astratta' nella produzione di sir Winston, s'intitola 'The Goldfish Pool At Chartwell'. Fu completata nel 1962 e donata poco prima della morte del primo ministro britannico della Vittoria (nel '65) al sergente Edmund Murray, sua storica guardia del corpo. Rievoca il luogo che Churchill definì "il più speciale al mondo" per rilassarsi durante la II guerra mondiale. Stando alle previsioni, dovrebbe essere aggiudicata per una cifra attorno alle 80.000 sterline, circa 90.000 euro. Pittore dilettante quanto prolifico, oltre che statista, storico, giornalista e premio Nobel per la letteratura, Churchill dipinse in un quarantennio - dopo essersi appassionato all'hobby del pennello a partire dagli anni '20, come strumento per uscire dalla depressione in un momento politico e personale buio - 544 fra acquerelli e altre opere.

15:38Catalogna: Dastis,molte immagini violenza polizia sono false

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Finora, molte delle immagini diffuse sono dei fake, se c'è stato uso della forza da parte della polizia è stato limitato e comunque rispettava le disposizioni delle autorità" per il rispetto della legge. Lo ha detto il ministro degli Esteri spagnolo Alfonso Dastis alla Bbc, rispondendo ad una domanda sulla violenza della polizia il primo ottobre in Catalogna, durante le operazioni di voto del referendum indipendentista. "Se c'è stato uso della forza, e alcune immagini in effetti lo testimoniano, non è stato deliberato, ma è stato provocato", ha aggiunto Dastis.

15:36Namibia: rivincita del rinoceronte, azzoppato un bracconiere

(ANSA) - IL CAIRO, 22 OTT - Un cacciatore di frodo ha avuto la peggio in una battuta al rinoceronte in un parco nazionale del nord della Namibia: è stato gravemente ferito ad una gamba dall'animale e poi arrestato. La vittoria del rinoceronte sul suo persecutore consumatasi nell'Etosha National Park è stata descritta dal sito del quotidiano "The Namibian" basandosi su informazioni della polizia di Kunene. L'uomo, Luteni Muharukua, di età imprecisata, era penetrato nel parco assieme ad altri bracconieri per cacciare rinoceronti. Mentre erano sulle tracce di un esemplare, l'altrimenti mansueto mammifero è "sbucato dal nulla e ha caricato" i criminali: nella fuga, Muharukua è caduto e il rinoceronte "lo ha gravemente ferito alla gamba". A minacciare l'esistenza di questi animali imponenti ma "dall'indole pacifica" è il commercio di corni che ha causato la morte della metà dei rinoceronti durante gli anni Settanta.

15:31Russia: liberato Navalny dopo 20 giorni di prigione

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Il leader dell'opposizione russa Aleksey Navalny è stato rilasciato dopo aver scontato i 20 giorni di carcere che gli erano stati inflitti per aver organizzato una manifestazione non autorizzata. Uscito dal carcere, Navalny ha dichiarato sui social che spera di partecipare ad una manifestazione organizzata in serata nella città meridionale di Astrakhan.

Archivio Ultima ora