Capuy presentó la colección “Caracas” de Durant&Diego

Pubblicato il 07 dicembre 2016 da redazione

whayu3

CARACAS. – Capuy, la tienda de mobiliario de lujo número uno de Venezuela, dando continuidad a sus encuentros enmarcados en la iniciativa “Con C de Caracas” presentó la más reciente colección de la firma Durant & Diego que lleva por nombre “Caracas”.

El desfile, que se llevó a cabo en la Quinta Capuy ubicada en la calle Madrid con calle Nueva York de Las Mercedes, sirvió para recoger fondos para las obras y actividades de la Fundación Wayúu Taya, dedicada desde el 2002 a desarrollar programas sociales en áreas como educación, salud y nutrición, infraestructura, arte y cultura, para mejorar la calidad integral de vida de niños indígenas del estado Zulia.

Esta nueva propuesta pret-a-porter de Durant & Diego para la temporada Otoño/Invierno 2016 se inspiró en la época de oro de Caracas a finales del siglo XX, cuando la arquitectura y el glamour de sus mujeres posicionaban a la ciudad como una referencia internacional.

Gio’ Ponti con su Villa Planchart, el Centro Simón Bolívar y las Nubes de Calder en el Aula Magna de la UCV son los tres referentes arquitectónicos que dieron pie a esta propuesta de trajes de gala y vestidos de coctel elaborados en raso, organza y crepé de seda combinados con materiales sintéticos.

A nivel de color, protagonizan marrones, grises y azules, con toques de tonos vibrantes. Inspirados en la colección Caracas de Durant & Diego, especialmente en las obras de Calder y Gio’ Ponti presentes en la ciudad, las piezas de la ceramista Aida Gruebler fueron los accesorios utilizados para integrarse con los trajes perfectamente.

whayu12

Capuy, posicionada en el mercado nacional como la mejor vitrina en el mundo del diseño interior y en el marco de su iniciativa cultural “Con C de Caracas”, se convirtió en el escenario perfecto para presentar esta colección, que permitió además hacer un aporte a la loable labor que adelanta la ONG Wayúu Taya, específicamente con su actividad “Alegría en Navidad” que será disfrutada por dos mil niños de la comunidad wayúu.

Con este nuevo encuentro la plataforma “Con C de Caracas” sigue reuniendo las propuestas de arquitectos, diseñadores, fotógrafos, interioristas e historiadores como una forma de rendirle tributo a nuestra ciudad capital, en alianza con las iniciativas @Ccsen365, @Caracas_ES, @GreetingsCcs y la agencia creativa Ekipao.

http://www.wayuutaya.org/

Ultima ora

12:48Migranti: assessore Turismo, no accoglienza in comuni Unesco

(ANSA) - CATANIA, 18 AGO - Una delle "emergenze che danneggia le nostre eccellenze è l'immigrazione. Non sono razzista e sono per l' accoglienza, ma con alcuni limiti di buon senso. Uno di questi: non distribuire i profughi nei comuni turistici. Non si possono fare Sprar con decine di migranti a Taormina, a Bronte o nel patrimonio Unesco. I migranti vanno distribuiti altrove. Perciò chiedo ai nostri solerti prefetti di esentare dall'obbligo di accoglienza i sindaci dei comuni turistici siciliani". Lo afferma l'assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo, in un'intervista a La Sicilia. "La deroga - aggiunge - riguarderebbe circa una cinquantina di Comuni: tutti quelli sedi di siti Unesco, più quelli a evidente vocazione turistica. Non è difficile, secondo me si può fare. Sin da subito". Tra le altre emergenze che danneggiano il turismo nell'Isola, l'assessore ha citato "i pesantissimi danni d' immagine" causati dai "rifiuti, per i quali, oltre ai controlli, urge una rivoluzione culturale" e "quest'anno dagli incendi".

12:36Barcellona: arbitri e Figc, 1′ raccoglimento a Coverciano

(ANSA) - COVERCIANO (FIRENZE), 18 AGO - Un minuto di raccoglimento per l'attentato di Barcellona è stato osservato nel Centro tecnico federale di Coverciano, dove si svolge il tradizionale incontro organizzato dall'AIA in vista dell'inizio della Serie A. Di fronte agli arbitri impegnati nell'ultimo raduno precampionato, intervengono il Presidente federale Carlo Tavecchio, il Presidente dell'Associazione arbitri Marcello Nicchi ed i rappresentanti delle Leghe e delle componenti tecniche, i responsabili di CAN A e CAN B.

12:28Uno bianca: Occhipinti in vacanza-premio in Valle d’Aosta

(ANSA) - PADOVA, 18 AGO - Marino Occhipinti, condannato all'ergastolo per uno degli omicidi dei fratelli Savi della Uno bianca e attualmente sottoposto al regime della semilibertà dal 2012, ha ottenuto dal Tribunale di sorveglianza di Padova, dove è detenuto, la possibilità di trascorrere una settimana in un albergo a quattro stelle a Breuil. Secondo quanto riporta il Gazzettino, Occhipinti sarebbe stato invitato nella località valdostana in relazione ad una iniziativa promossa da Comunione e Liberazione e dalla Cooperativa Giotto, alle cui dipendenze lavora ormai da oltre 15 anni. Occhipinti sarebbe ospite dell'albergo dove viene organizzato l'evento.

12:27Barcellona: Farnesina, 2 italiani morti e 3 feriti

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - "Ci sono due italiani tra le vittime e tre feriti". Lo afferma il capo dell'Unità di Crisi della Farnesina Stefano Verrecchia.

12:27Barcellona: sindaco Legnano conferma, Gulotta è morto

(ANSA) - MILANO, 18 AGO - "Nessuna conferma ufficiale dalla Farnesina, ma è sicuro che il nostro concittadino è morto": lo ha detto il sindaco di Legnano, Giambattista Fratus, in una conferenza stampa convocata a Legnano sulla scomparsa a Barcellona di Bruno Gulotta. Il sindaco ha parlato di una giovane vita spezzata in modo "assurdo". Intanto emerge che Gulotta, sulle Ramblas, ha appena fatto in tempo a mettere in salvo i figli prima di essere ucciso. A raccontarlo è stato il titolare della società di Legnano in cui Gulotta lavorava, Pino Bruno. Bruno ha parlato con la moglie di Gulotta, Martina, 28 anni, che gli ha raccontato l'accaduto: "Stavano passeggiando sulle Ramblas con i due figli, Aria, di 7 mesi, nel passeggino, e Alessandro, di 6 anni, che il padre teneva per mano. Il van è arrivato all'improvviso. Tutti d'istinto si sono chinati, come a proteggersi". Gulotta si è messo davanti ai figli, ed è stato travolto. (ANSA).

12:27Barcellona: sindaco Legnano conferma, Gulotta è morto

(ANSA) - MILANO, 18 AGO - "Nessuna conferma ufficiale dalla Farnesina, ma è sicuro che il nostro concittadino è morto": lo ha detto il sindaco di Legnano, Giambattista Fratus, in una conferenza stampa convocata a Legnano sulla scomparsa a Barcellona di Bruno Gulotta. Il sindaco ha parlato di una giovane vita spezzata in modo "assurdo". Intanto emerge che Gulotta, sulle Ramblas, ha appena fatto in tempo a mettere in salvo i figli prima di essere ucciso. A raccontarlo è stato il titolare della società di Legnano in cui Gulotta lavorava, Pino Bruno. Bruno ha parlato con la moglie di Gulotta, Martina, 28 anni, che gli ha raccontato l'accaduto: "Stavano passeggiando sulle Ramblas con i due figli, Aria, di 7 mesi, nel passeggino, e Alessandro, di 6 anni, che il padre teneva per mano. Il van è arrivato all'improvviso. Tutti d'istinto si sono chinati, come a proteggersi". Gulotta si è messo davanti ai figli, ed è stato travolto. (ANSA).

12:23Barcellona: sindaco Legnano conferma, Gulotta è morto

(ANSA) - LEGNANO (MILANO), 18 AGO - "Nessuna conferma ufficiale dalla Farnesina, ma è sicuro che il nostro concittadino è morto": lo ha detto il sindaco di Legnano, Giambattista Fratus, in una conferenza stampa convocata a Legnano sulla scomparsa a Barcellona di Bruno Gulotta.

Archivio Ultima ora