I prestiti alle imprese tornano a salire

Pubblicato il 13 dicembre 2016 da ansa

NEW YORK. – I prestiti alle imprese tornano a salire. Continua la crescita di quelli alle famiglie. Ma per le banche italiane le prospettive sono negative: Moody’a rivede al ribasso l’outlook da stabile, prevedendo maggiori necessità di capitale e un possibile indebolimento della fiducia dopo la vittoria del ‘no’ al referendum. L’analisi di Moody’s è chiara: la riduzione dei crediti con problemi da parte delle banche sarà graduale, fra la scarsità di risorse e il poco appetito degli investitori. Ma anche in presenza di condizioni operative che non giocano a favore del settore, con la crescita dell’Italia che resta al di sotto degli altri paesi europei.

”Il successo della ricapitalizzazione delle banche italiane dipenderà anche dal loro modello di business e dalla fiducia del mercato, che potrebbe essere messa a rischio dall’aumentata incertezza politica dopo il ‘no’ al referendum. A questo si aggiunge che una mancata ricapitalizzazione di una banca debole come Monte dei Paschi di Siena potrebbe ulteriormente mettere in pericolo la fiducia” afferma Moody’s. La fotografia del settore scattata dalla Banca d’Italia mostra invece una ripresa dei prestiti alle imprese, saliti in ottobre dello 0,5%, contro lo 0,2% del mese prima. Continua anche la crescita dei prestiti alle famiglie (+1,6%).

Per le imprese era da maggio che non si verificava una variazione positiva. Notizie positive anche sul fronte delle sofferenze lorde, scese a ottobre a 198,6 miliardi, contro i 198,9 di settembre e i 200,1 miliardi di agosto. Un dato che è stato subito colto dal presidente dell’Abi Antonio Patuelli, che si è detto sicuro di una riduzione degli stock di Npl a fine anno.

Prendendo spunto dal piano di Unicredit, che ha annunciato cartolarizzazioni per 17,7 miliardi di sofferenze, su cui peraltro non ha voluto fare commenti, Patuelli ha poi evidenziato lo “sforzo da parte delle più grandi banche per ridurre gli stock dei crediti deteriorati accumulati negli anni della crisi”. Ma i problemi non sono finiti.

Proprio oggi l’Abi ha annunciato nel 24/o Rapporto sul Lavoro “riorganizzazioni aziendali e interventi strutturali” per le banche, costrette a reagire ad uno scenario di “crescita stabile seppur modesta e di inflazione in graduale recupero, ma ancora troppo bassa”, alle sfide della “innovazione tecnologica” e ad una “spinta iper regolatoria dell’Ue”.

Le banche, secondo l’Abi, debbono fare i conti con “profondi cambiamenti del modo di relazionarsi con la clientela, attraverso il potenziamento di canali innovativi che utilizzano le nuove tecnologie e modificano, riducendola, la funzione della rete tradizionale con conseguente progressiva diminuzione del numero degli sportelli fisici”.

Messe alla prova le banche, secondo l’Abi hanno prodotto “sforzi straordinari, senza ricorrere mai a fondi pubblici, con grandi accantonamenti a fronte dei costi della crisi e con aumenti di capitale, in attesa che un’adeguata redditività bancaria favorisca circuiti virtuosi”.

Ultima ora

11:16Calcio: Fiorentina annuncia Pezzella, oggi visite mediche

(ANSA) - FIRENZE, 18 AGO - La Fiorentina ha ufficializzato l' "acquisto a titolo temporaneo con diritto di riscatto" di German Pezzella, difensore di 26 anni. L'argentino è stato prelevato dal Real Betis. Nato a Bahia Blanca il 27 Giugno del 1991, in carriera ha indossato, oltre la maglia del Betis, anche la casacca del River Plate, con la quale ha vinto la Copa Libertadores, la Copa Sudamericana, La Recopa Sudamericana e un Campionato Argentino. Nell'ultima stagione Pezzella ha giocato 37 partite, realizzando un gol. Vanta inoltre 20 presenze e tre reti con la maglia della Nazionale Under 20 argentina. Il calciatore, arrivato ieri sera a Firenze, effettuerà le visite mediche nella giornata di oggi.

10:54Cinese uccisa in Sardegna: un arresto dopo 4 mesi

(ANSA) - NUORO, 18 AGO - Svolta nelle indagini sull'omicidio di Lu Xia Chan, la commerciante cinese di 37 anni uccisa a coltellate il 10 aprile scorso nel suo negozio a Budoni, sulla costa nord orientale della Sardegna. Una persona, che gli inquirenti ritengono responsabile del delitto, è stata arrestata dai Carabinieri della Compagnia di Siniscola e del Reparto operativo di Nuoro. Una svolta che arriva in seguito ad accurate indagini dei militari che sulla scena del delitto avevano rinvenuto delle tracce ematiche. E' grazie agli esami del Dna sul sangue che si è arrivati all'arresto. La donna, che viveva a Posada, paese poco distante da Budoni, col marito e due figli piccoli, era stata accoltellata dopo le 19 poco prima della chiusura del negozio. L'ipotesi sul movente dell'omicidio fino a oggi è stata quella della rapina.

10:44Incendi: rogo nell’agrigentino, piromani ragazzi 14 anni

(ANSA) - SCIACCA (AGRIGENTO), 18 AGO - Due ragazzi di 14 anni di Sciacca (Ag) sono stati denunciati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minori di Palermo con l'accusa di incendio doloso. Ai carabinieri hanno confessato di avere dato fuoco a delle sterpaglie nella zona in contrada Isabella, ai piedi del monte San Calogero. Le fiamme si sono poi propagate, interessando ancora una volta il bosco. Un incendio che ieri ha bruciato almeno 5 ettari di macchia mediterranea. Per le operazioni di spegnimento è stato necessario l'intervento di un elicottero dell'esercito. Alcuni testimoni hanno permesso agli investigatori di risalire all'identità dei due ragazzini, che dopo avere appiccato le fiamme sono fuggiti con le loro biciclette tornando nelle loro case.

10:33Barcellona: catalani in lutto, minuto silenzio con il Betis

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - "L'FC Barcellona vuole esprimere il suo profondo dolore e il disgusto assoluto per l'attacco terroristico che ha colpito il cuore della nostra città, la Rambla de Barcelona. Il Club desidera inviare il proprio sostegno e pensiero alle vittime, alle loro famiglie e amici, così come alla gente di Barcellona ei suoi visitatori". E' il messaggio che la società blaugrana ha pubblicato sul proprio sito dopo l'attacco di ieri pomeriggio. Tutte le bandiere presso le strutture del club, vi si legge ancora, sono a mezz'asta in segno di rispetto ed i giocatori della Liga, che comincia oggi con i primi due anticipi, indosseranno il lutto al braccio. Domenica sera, prima del calcio d'inizio contro il Betis, il Camp Nou osserverà un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell'attentato.

10:12Campione ultratrail nudo su M.Bianco per protesta divieti

(ANSA) - AOSTA, 18 AGO - Per 'protestare' contro le nuove imposizione introdotte per l'ascensione del Monte Bianco dal versante francese, Kilian Jornet Burgada, campione spagnolo di ultratrail (corsa in montagna) e di scialpinismo, si è fatto fotografare nudo sulla cima della montagna. Lo ha comunicato lo stesso Burgada con un post su twitter. Il suo gesto vuole contestare la recente decisione del sindaco di Saint-Gervais, Jean-Marc Peillex, di 'obbligare' tutti gli alpinisti diretti sul tetto delle Alpi dalla via Normale ad avere con sè un'attrezzatura adeguata all'alta quota. Decisione presa dopo l'ennesimo incidente che ha coinvolto un ultratrailer, salito verso la vetta con equipaggiamento leggero e poi disperso. "Se si sale dal versante italiano quindi è legale?" ha scritto Burgada nel tweet. "Che si vergogni", la risposta del primo cittadino sempre via twitter. (ANSA).

09:14Barcellona: si teme per un italiano di Legnano

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - Si teme per la vita di un italiano dopo l'attentato che ha colpito Barcellona: si tratta di Bruno Gulotta, residente a Legnano, in Lombardia, che era in vacanza nella città catalana con la moglie e i figli. Gulotta, 35 anni, al momento dell'attacco si trovava sulla Rambla e sarebbe rimasto ucciso dal furgone killer che è piombato sulla folla provocando almeno 13 morti. Al momento tuttavia non ci sono conferme ufficiali della notizia.

08:53Barcellona: ambasciatore a Madrid,3 italiani feriti

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - 'All'ambasciata italiana in Spagna risulta finora che tre connazionali sono rimasti feriti nell'attentato a Barcellona'. Lo ha detto a '6 su Radio 1' l'ambasciatore a Madrid Stefano Sannino.

Archivio Ultima ora