Fed alza i tassi. Yellen, nessun consiglio a Trump

Pubblicato il 14 dicembre 2016 da ansa

(Foto EPA/SHAWN THEW)

NEW YORK. – La Fed alza i tassi di interesse, nel primo aumento del 2016 e il secondo in dieci anni. Un incremento di un quarto di punti che fa salire il costo del denaro in una forchetta fra lo 0,50% e lo 0,75%. E lascia intravedere la possibilità che procederà più velocemente del previsto nel ritoccare i tassi: gli aumenti previsti per il 2017 sono infatti tre, più dei due stimati in settembre, quando ancora l’America doveva andare al voto.

“L’aumento è un voto di fiducia nell’economia americana”, afferma Janet Yellen, assicurando comunque che la politica monetaria resta accomodante, a sostegno della crescita e di un ulteriore rafforzamento del mercato del lavoro. L’annuncio della Fed arriva a mercati chiusi in Europa: le piazze finanziarie del Vecchio Continente chiudono tutte in rosso, mostrando cautela in attesa della decisione.

Wall Street apre negativa, bruciando però le perdite quando mancavano pochi minuti alla diffusione del comunicato della banca centrale. La prima reazione dei listini americani è stata positiva, con un balzo in avanti e il Dow Jones a un nuovo record storico. Poi gli indici hanno ripiegato, metabolizzando l’idea che la Fed possa procedere più velocemente nel ritoccare il costo del denaro.

Yellen invita alla cautela: la revisione al rialzo, a tre da due, del numero delle strette è “minima”. Ma ammette: la politica di bilancio può avere un impatto e alterare l’outlook economico, costringendo di fatto a rivedere la sua politica. “Non cerco di dare consigli alla nuova amministrazione” Trump, ma “dico che il rapporto debito-pil va tenuto in considerazione” nel definire le politiche di bilancio.

Il riferimento, non troppo indiretto, è il maxi piano di investimenti e il taglio delle tasse preannunciati dal presidente eletto, Donald Trump. “C’è una considerevole incertezza sul futuro della politica economica, dobbiamo attendere e vedere cosa accadrà”, afferma Yellen, incalzata, nel corso della conferenza stampa, da domande sul possibile impatto delle politiche di Trump sull’economia.

Gli analisti ritengono che le misure del presidente eletto stimoleranno la crescita e faranno salire l’inflazione, costringendo la Fed ad agire con aumenti dei tassi per evitare un surriscaldamento dell’economia. Yellen, aspramente criticata da Trump nel corso della campagna elettorale, precisa di non aver avuto alcun contatto con il presidente eletto, anche se lo staff della Fed ne ha avuti con il suo transition team.

”Intendo restare per tutto il mio mandato. Non ho ancora preso alcuna decisione per il dopo”, risponde Yellen a chi gli le chiedeva se confermasse la sua intenzione di restare alla guida delle Fed dopo l’elezione di Trump. Yellen sfida il presidente eletto anche sulla riforma di Wall Street, ribadendo gli effetti positivi avuti sul sistema bancario: lo stesso Trum, infatti, aveva paventato l’ipotesi di rivederla, indebolendola verso una direzione meno stringente.

(Di Serena Di Ronza/ANSA)

Ultima ora

20:54Angela Celentano: cugina Rosa ascoltata per tre ore dal pm

(ANSA) - TORRE ANNUNZIATA (NAPOLI), 27 MAR - È durato più di tre ore l'interrogatorio di Rosa Celentano, la cugina di Angela, la bambina scomparsa all'età di 3 anni, nell'agosto del 1996, mentre si trovava in gita con la famiglia sul Monte Faito, nel Napoletano. La ragazza, all'epoca dei fatti tredicenne, aveva raccontato nei giorni della scomparsa di Angela di avere sognato - 24 ore prima - che sconosciuti avevano rapito la bambina. Rosa Celentano è stata ascoltata in qualità di persona informata dei fatti dal sostituto della Procura di Torre Annunziata, Sergio Raimondi. Sul contenuto del lungo confronto gli inquirenti mantengono il più stretto riserbo. Rosa è stata accompagnata dall'avvocato dei genitori di Angela Celentano, Luigi Ferrandino: "La Procura - dice il legale - vuole ripercorrere tutte le tappe della vicenda, alla luce delle novità emerse sul caso della scomparsa di Angela, tenendo conto anche delle sopravvenute tecniche investigative rispetto ai giorni seguenti la sparizione della bambina".(ANSA).

20:46Migranti: Austria verso disdetta piano ricollocamenti

(ANSA) - BOLZANO, 27 MAR - Vienna potrebbe varare già domani il ritiro dal piano di ricollocamenti deciso dalla Ue. La proposta del ministro della Difesa Hanz Doskozil (socialdemocratici) è stata accolta dal ministro degli interni Wolfgag Sobotka (popolari). Secondo il ministro della Difesa, l'Austria ha "più che rispettato" gli obblighi europei.

20:39Trump: congresso nega credenziali stampa a Breibart

(ANSA) - NEW YORK, 27 MAR - Il Congresso americano nega le credenziali stampa a Breibart News, il sito ultraconservatore guidato per anni da Steve Bannon, lo stratega della Casa Bianca. La richiesta di Breibart e' stata negata ''fino a che non ci saranno risposte'' sui rapporti fra la pubblicazione e Bannon. Lo riporta il New York Post. L'amministratore delegato e presidente di Breibart, Larry Solov, aveva presentato la richiesta di accredito permanente, accompagnata da una lettera in cui precisava che Bannon non ricopre alcun ruolo da novembre 2016. Ma la commissione chiamata a concedere le credenziali ha espresso dubbi e chiesto ulteriori chiarimenti visto che non ci sono prove che Bannon abbia tagliato tutti i rapporti.

20:34Massacrato da branco, 9 in Procura di Frosinone

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Si è concluso nel pomeriggio il sopralluogo nella discoteca dove sarebbe avvenuta la lite che ha scatenato successivamente il pestaggio di Emanuele Morganti, morto per le lesioni riportate. Presente al sopralluogo, utile per cercare riscontri ai racconti degli indagati e dei testimoni, il procuratore capo della Procura della Repubblica di Frosinone Giuseppe De Falco e il comandante dei carabinieri della Compagnia di Alatri Antonio Contente. Successivamente i nove indagati sono stati convocati in Procura.

20:29Trump, ‘via fondi federali a ‘città santuario’

(ANSA) - WASHINGTON, 27 MAR - Gli Stati e le città santuario che continueranno a difendere gli immigrati clandestini violando le leggi sull'immigrazione potranno vedersi trattenere o cancellare alcuni fondi federali: lo ha annunciato l'attorney general Jeff Sessions.

20:29Calcio: Roma, Pallotta al lavoro a Londra

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Da Roma a Londra per continuare a programmare società e squadra del futuro: James Pallotta prosegue nella City gli incontri con il suo management, da Baldini a Baldissoni, passando per l'attuale ds Massara e il comparto commerciale. Secondo voci di mercato, smentite però da Trigoria, il presidente della Roma avrebbe incontrato anche quello che dovrebbe essere il nuovo direttore sportivo, lo spagnolo Monchi, per fargli sottoscrivere un contratto triennale. La trattativa fra le parti sembra ormai agli sgoccioli, tanto che il quotidiano "Mundo Deportivo" riporta la posizione del club citando un qualificato dirigente romanista: "Manca solo la firma. Monchi è tremendamente eccitato per la sfida".

20:07Calcio: ds Barcellona, “Dybala? Pronti ad ogni occasione”

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - "Il Barcellona è attento a ogni movimento di mercato, specialmente a quelli che riguardano giocatori bravi che possano interessare anche altri club". Il ds del Barcellona, Robert Fernandez, usa un giro di parole per confermare l'interesse del club per lo juventino Paulo Dybala in un'intervista concessa a Mundo Deportivo. "E' un buon giocatore, non posso dire altro. E' chiaro che saremo pronti a sfruttare ogni situazione, sempre tenendo conto di quel cha abbiamo qui in casa". Fernandez ha anche parlato di Verratti, che potrebbe lasciare il Psg: "Questi giocatori sono sempre una questione di denaro. E a parte pagarlo quanto chiedono, poi è il club che non te lo vende. Vi ricordate quel che successe con Thiago Silva? Il Psg non volle trattare con il Barcellona".

Archivio Ultima ora