Presentato a Roma il progetto pilota “Italia-Usa: cibo, lingua e cultura”

Pubblicato il 20 dicembre 2016 da redazione

ROMA – Si è svolta alla Camera dei Deputati la presentazione dei risultati del progetto pilota, volto a promuovere la lingua italiana e orientato alla all’enogastronomia, dal titolo “Italia-Usa: cibo, lingua e cultura”. L’iniziativa nasce dall’intesa tra l’Istituto Marconi di New York, l’Istituto Artusi di Roma, l’Istituto Garibaldi sempre di Roma ed il Rotarian Gourmet che ha sponsorizzato l’iniziativa.

A sostenere il progetto la deputata Fucsia Nissoli FitzGerald (Des – Cd), eletta nella ripartizione America settentrionale e centrale, che spiega in una nota: “In tale progetto due ragazzi italoamericani che, a New York, frequentano la Scuola Marconi hanno usufruito di una borsa di studio per un periodo di formazione di tre mesi a Roma.

Essi hanno potuto seguire un percorso didattico personalizzato che ha privilegiato l’apprendimento linguistico centrato sull’enogastronomia in cui l’italiano è risultato lingua viva, concreta, appartenente alla quotidianità del vivere e non solo lingua di puro studio.

Si tratta di un esempio innovativo di promozione linguistica da proseguire e rafforzare. Infatti, nel mio intervento introduttivo alla conferenza stampa ho sottolineato come questo progetto si inserisca bene nel solco degli Stati Generali della lingua italiana e rappresenti un primo passo, positivo, per mettere a punto una nuova modalità di promozione della lingua italiana nel mondo.

Un’opinione confortata dalle dichiarazioni del Prof. Marucci, Ispettore Tecnico del MIUR, che ha giudicato i risultati ottenuti molto buoni e utili al ministero per ipotetiche istituzionalizzazioni di questi percorsi formativi.

Con questo progetto abbiamo cercato di mettere insieme la lingua di Dante con la promozione del nostro Sistema-Paese dove la cucina italiana gioca un ruolo molto importante. Credo che dobbiamo lavorare in questa direzione per innovare la nostra promozione linguistica legandola ad aspetti concreti della nostra vita quotidiana, in modo che si capisca l’utilità dell’italiano per comprendere gli altri aspetti della nostra cultura. Insomma, un esperimento riuscito grazie alle sinergie attivate ed all’entusiasmo e competenza dei componenti il gruppo di lavoro, un esperimento che sarà utile al ministero dell’Istruzione per la messa a punto di un modello replicabile”.

Ultima ora

12:48Migranti: assessore Turismo, no accoglienza in comuni Unesco

(ANSA) - CATANIA, 18 AGO - Una delle "emergenze che danneggia le nostre eccellenze è l'immigrazione. Non sono razzista e sono per l' accoglienza, ma con alcuni limiti di buon senso. Uno di questi: non distribuire i profughi nei comuni turistici. Non si possono fare Sprar con decine di migranti a Taormina, a Bronte o nel patrimonio Unesco. I migranti vanno distribuiti altrove. Perciò chiedo ai nostri solerti prefetti di esentare dall'obbligo di accoglienza i sindaci dei comuni turistici siciliani". Lo afferma l'assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo, in un'intervista a La Sicilia. "La deroga - aggiunge - riguarderebbe circa una cinquantina di Comuni: tutti quelli sedi di siti Unesco, più quelli a evidente vocazione turistica. Non è difficile, secondo me si può fare. Sin da subito". Tra le altre emergenze che danneggiano il turismo nell'Isola, l'assessore ha citato "i pesantissimi danni d' immagine" causati dai "rifiuti, per i quali, oltre ai controlli, urge una rivoluzione culturale" e "quest'anno dagli incendi".

12:36Barcellona: arbitri e Figc, 1′ raccoglimento a Coverciano

(ANSA) - COVERCIANO (FIRENZE), 18 AGO - Un minuto di raccoglimento per l'attentato di Barcellona è stato osservato nel Centro tecnico federale di Coverciano, dove si svolge il tradizionale incontro organizzato dall'AIA in vista dell'inizio della Serie A. Di fronte agli arbitri impegnati nell'ultimo raduno precampionato, intervengono il Presidente federale Carlo Tavecchio, il Presidente dell'Associazione arbitri Marcello Nicchi ed i rappresentanti delle Leghe e delle componenti tecniche, i responsabili di CAN A e CAN B.

12:28Uno bianca: Occhipinti in vacanza-premio in Valle d’Aosta

(ANSA) - PADOVA, 18 AGO - Marino Occhipinti, condannato all'ergastolo per uno degli omicidi dei fratelli Savi della Uno bianca e attualmente sottoposto al regime della semilibertà dal 2012, ha ottenuto dal Tribunale di sorveglianza di Padova, dove è detenuto, la possibilità di trascorrere una settimana in un albergo a quattro stelle a Breuil. Secondo quanto riporta il Gazzettino, Occhipinti sarebbe stato invitato nella località valdostana in relazione ad una iniziativa promossa da Comunione e Liberazione e dalla Cooperativa Giotto, alle cui dipendenze lavora ormai da oltre 15 anni. Occhipinti sarebbe ospite dell'albergo dove viene organizzato l'evento.

12:27Barcellona: Farnesina, 2 italiani morti e 3 feriti

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - "Ci sono due italiani tra le vittime e tre feriti". Lo afferma il capo dell'Unità di Crisi della Farnesina Stefano Verrecchia.

12:27Barcellona: sindaco Legnano conferma, Gulotta è morto

(ANSA) - MILANO, 18 AGO - "Nessuna conferma ufficiale dalla Farnesina, ma è sicuro che il nostro concittadino è morto": lo ha detto il sindaco di Legnano, Giambattista Fratus, in una conferenza stampa convocata a Legnano sulla scomparsa a Barcellona di Bruno Gulotta. Il sindaco ha parlato di una giovane vita spezzata in modo "assurdo". Intanto emerge che Gulotta, sulle Ramblas, ha appena fatto in tempo a mettere in salvo i figli prima di essere ucciso. A raccontarlo è stato il titolare della società di Legnano in cui Gulotta lavorava, Pino Bruno. Bruno ha parlato con la moglie di Gulotta, Martina, 28 anni, che gli ha raccontato l'accaduto: "Stavano passeggiando sulle Ramblas con i due figli, Aria, di 7 mesi, nel passeggino, e Alessandro, di 6 anni, che il padre teneva per mano. Il van è arrivato all'improvviso. Tutti d'istinto si sono chinati, come a proteggersi". Gulotta si è messo davanti ai figli, ed è stato travolto. (ANSA).

12:27Barcellona: sindaco Legnano conferma, Gulotta è morto

(ANSA) - MILANO, 18 AGO - "Nessuna conferma ufficiale dalla Farnesina, ma è sicuro che il nostro concittadino è morto": lo ha detto il sindaco di Legnano, Giambattista Fratus, in una conferenza stampa convocata a Legnano sulla scomparsa a Barcellona di Bruno Gulotta. Il sindaco ha parlato di una giovane vita spezzata in modo "assurdo". Intanto emerge che Gulotta, sulle Ramblas, ha appena fatto in tempo a mettere in salvo i figli prima di essere ucciso. A raccontarlo è stato il titolare della società di Legnano in cui Gulotta lavorava, Pino Bruno. Bruno ha parlato con la moglie di Gulotta, Martina, 28 anni, che gli ha raccontato l'accaduto: "Stavano passeggiando sulle Ramblas con i due figli, Aria, di 7 mesi, nel passeggino, e Alessandro, di 6 anni, che il padre teneva per mano. Il van è arrivato all'improvviso. Tutti d'istinto si sono chinati, come a proteggersi". Gulotta si è messo davanti ai figli, ed è stato travolto. (ANSA).

12:23Barcellona: sindaco Legnano conferma, Gulotta è morto

(ANSA) - LEGNANO (MILANO), 18 AGO - "Nessuna conferma ufficiale dalla Farnesina, ma è sicuro che il nostro concittadino è morto": lo ha detto il sindaco di Legnano, Giambattista Fratus, in una conferenza stampa convocata a Legnano sulla scomparsa a Barcellona di Bruno Gulotta.

Archivio Ultima ora