Negata al senatore Casini la possibilità d’incontrare il Sindaco Ledezma

CARACAS – Anche al Senatore Pier Ferdinando Casini è stata negata la possibilità di incontrare il connazionale Antonio Ledezma, ex Sindaco di Caracas. Il senatore, presidente della Comissione degli Affari esteri del Senato, aveva espresso il desiderio di poter conversare con il sindaco italo-venezuelano, uno dei tanti prigionieri politici per i quali l’opinione pubblica esige la libertà. Le autorità responsabili, invece, hanno negato ogni possibilità di incontro.
Il senatore si è intrattenuto a lungo con la maglie del connazionale, Mitzy in Ledezma, che ha illustrato le condizioni di salute del marito, oggi castigato per i suoi ideali politici.
Accompagnato dal nostro Ambasciatore, Silvio Mignano, il Senatore Casini ha invece potuto dialogare a lungo con i rappresentanti del Parlamento venezuelano, oggi desautorizzato dal costante intervento dell’Alta Corte.
– Abbiamo chiesto al Senatore che si faccia eco dei nostri desideri di libertà– ha detto alla stampa il deputato Richard Blanco dopo aver dialogato col senatore Casini -. Non si giustifica che in democrazia ci siano prigionieri politici – ha aggiunto -. Il Senatore, un uomo dalle ferme convinzioni democratiche, ha assicurato che illustrerà ai colleghi italiani cosa accade oggi in Venezuela