Primera División: l’italo-venezuelano Gabriel Cichero giocherá col Deportivo Lara

Pubblicato il 03 gennaio 2017 da redazione

CARACAS – Il Deportivo Lara avrá un rinforzo di lusso in questa stagione: l’italo-venezuelano Gabriel Cichero. Il difensore ex Deportivo Italia e Lecce aiuterá i barquisimetani a fare il salto di qualità per puntare a grandi obiettivi in campionato e Coppa Venezuela. L’annuncio dell’arrivo del bimbo prodigio del Centro Italiano di Caracas é stato fatto attraverso l’account twitter del Deportivo Lara.

“Sono felice per l’approdo in questa squadra. C’é stato un primo contatto con José Manuel Rey e da lí in poi tutto é filato per il verso giusto per l’approvazione dello staff tecnico e la dirigenza” sono state le prime parole del calciatore di origine ligure.

L’ex calciatore di Deportivo Italia e Caracas era giunto al Sion nella sessione di calciomercato della stagione 2013-2014. Però non ha mai giocato con regolaritá nel campionato elvetico, e così il gioiellino del vivaio del CIV di Caracas finiva per essere ceduto in prestito al Mineros de Guayana. Con la maglia neroazzurra aveva accumulato 21 presenze e segnato 4 reti. La performance con la formazione di Puerto Ordaz gli aveva permesso di rientrare in Svizzera. Ma neanche nel campionato 2015-2016, il difensore della vinotinto é rientrato nei piani del mister Didier Tholot.

Nella sua lunga carriera Gabriel Cichero ha indossato le maglie di Montevideo Wanders, Lecce, Vihren Sandanski, Deportivo Italia, New York Red Bulls, Caracas, Newell’s Old Boys, Lens, Nantes, Sion e Mineros. Mentre con la nazionale venezuelana ha disputato 51 gare segnando due reti. Il 17 luglio 2011, con la maglia della Nazionale, realizza la rete piú importante della sua carriera, quella del 2-1 nella sfida contro il Cile che vale alla Vinotinto la prima qualificazione della storia alle semifinali di Coppa America.

Quando gli é stato chiesto sul suo ritorno nelle Primera División venezuelana Gabriel Cichero ha dichiarato: “Oggi devo ringraziare il calcio, continuerò a lottare finché posso. Il Deportivo Lara é un club che ha uno staff tecnico vincente e una dirigenza che punta in alto. Poi ha uno stadio bellissimo, sono motivato, amo il mio paese e mi fa star male vederlo nella situazione in cui versa, però la mia passione é il calcio e sono fiducioso che tutto andrá bene”.

La sua esperienza internazionale gli servirá per far crescere il Deportivo Lara. “L’esperienza cresce con il passare degli anni, gli errori che fai ti servono per imparare, ma la cosa piú importante é essere in forma sia a livello fisico che mentale. Io farò di tutto per apportare il mio granellino di sabbia per raggiungere gli obiettivi che si sono fissati in questa societá. Ho giá parlato con lo staff tecnico, per me é un onore averlo come mister (Leo Gonzalez, ndr): come giocatore mi piaceva, era agguerrito ed elegante nelle uscite. Le sue marcature erano precise, sicuramente avremo tanto da parlare”.

In carriera, il difensore italo-venezuelano ha avuto la possibilitá di sommare nel suo curriculum calcistico presenze nella Coppa Libertadores, Coppa Sudamericana e nell’Europa League. Gaby aiuterá la societá larense non solo a livello difensivo, ma anche offensivo. Infatti le sue incursioni in area rivale hanno aiutato in diverse occasioni a portare punti preziosi alle sue squadre.

La passione per il calcio é nel DNA di Gabriel Cichero, anche suo padre Mauro é stato calciatore, ha difeso la maglia della Vinotinto alle olimpiadi di Mosca nel 1980, e suo fratello Alejandro ha giocato da professionista in diverse squadre fino ad indossare la maglia della nazionale venezuelana nel primo decennio di questo millennio.

I primi calci ad un pallone Gaby li ha dati sui campetti del Centro Italiano Venezolano di Caracas: in quel momento l’allenatore era Sandro Villa. “Mi ricordo che ai miei tempi giocavano nel Civ i fratelli Savarese, Andres Rouga, mio fratello Alejandro e altri”. Nel Deportivo Lara avrá come compagno di squadra l’italo-venezuelano Riccardo Andreutti. In questo campionato 2017 saranno diversi i giocatori che rappresenteranno la nostra collettivitá nella Primera División venezuelana.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

20:23Calcio: serie A, Benevento-Roma 0-4

(ANSA) - BENEVENTO, 20 SET - La Roma passa senza problemi a Benevento per 4-0 nell'anticipo della quinta giornata di serie A. Partita dominata in lungo e in largo dagli uomini di Di Francesco: il primo pericolo lo porta Dzeko all'11' con un tiro da fuori. La replica dei padroni di casa è affidata a Cataldi che al 18' lascia partire un destro a giro che esce di pochissimo. La Roma passa in vantaggio con Dzeko al 22' che mette dentro da due passi su passaggio di Kolarov. Lo stesso centravanti bosniaco colpisce un palo al 30'. Al 35' arriva l'autogol di Lucioni che, dopo un cross di Bruno Peres, nel tentativo di anticipare Dzeko mette dentro la propria porta. Dzeko sigla il gol del 3-0 al 52' con un sinistro da fuori area. Benevento pericoloso al 67' con Coda che da buona posizione mette alto sopra la traversa. Al 74' l'autorete di Venuti per il 4-0 mentre Dzeko - ancora lui - colpisce la traversa all'83'. Roma quinta a nove punti, Benevento sempre ultimo a quota zero.

20:11Tennis: Atp San Pietroburgo, Fabbiano al secondo turno

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Thomas Fabbiano si qualifica per il secondo turno del torneo Atp di San Pietroburgo (montepremi di un milione di dollari, veloce indoor), in Russia. Il pugliese ha sconfitto il russo Daniil Medvedev per 7-6(4) 7-5 e ora sfiderà per un posto nei quarti il tedesco Jan-Lennard Struff. In tabellone c'è anche Fabio Fognini che entrerà in gara direttamente al secondo turno, dove affronterà il russo Mikhail Youzhny.

19:53Operaio forestale ucciso nel nuorese: fatale un colpo fucile

(ANSA) - NUORO, 20 SET - Un solo colpo di fucile alla testa esploso a distanza ravvicinata: questo l'esito dell'autopsia sul corpo di Luca Carboni, l'operaio forestale di 46 anni di Orani, ucciso ieri notte davanti a una pizzeria del paese. L'esame è stato effettuato all'ospedale San Francesco di Nuoro dal medico legale Vindice Mingioni. La salma è stata quindi restituita ai familiari. I funerali della vittima, separato e padre di due figli, sono previsti domani pomeriggio nella parrocchia di Sant'Andrea. In un post sulla pagina Facebook del Comune di Orani, la reazione dell'amministrazione e del sindaco Antonio Fadda. "Nel condannare fermamente l'assassinio del nostro compaesano Luca Carboni - si legge - chiediamo a tutti gli oranesi, nessuno escluso, di riflettere sui valori che stanno alla base della convivenza umana, e che sono i pilastri stessi della nostra comunità: civile convivenza, rispetto, solidarietà, bene comune. Non lasciamo che sia l'assurda logica della violenza a vincere, non facciamoci trascinare da pericolose ondate di odio, vendetta e rancore. Rialziamo la testa, e dimostriamo a noi stessi e agli altri i valori di una comunità ospitale, unita, sana". Le indagini della Squadra Mobile di Nuoro, coordinate dal sostituto procuratore Andrea Schirra, proseguono con interrogatori, perquisizione e posti di blocco. Gli inquirenti scavano nel passato dell'uomo tormentato dalle vicende giudiziarie legate al traffico di armi e di droga, attentati e usura. Secondo gli inquirenti, Luca Carboni avrebbe anche fatto parte, seppur con un ruolo marginale, della banda pronta a trafugare a scopo di estorsione la salma del costruttore automobilistico Enzo Ferrari. Per questo all'operaio era stato imposto l'obbligo di dimora.(ANSA).

19:45Donna incinta al sesto mese presa a calci da un clochard

(ANSA) - MILANO, 20 SET - Una donna ucraina di 32 anni, al sesto mese di gravidanza, è stata aggredita da un clochard nei giardinetti di via Keplero, a Milano. L'episodio è avvenuto alle 15, alla polizia ha raccontato di essere stata avvicinata dal senzatetto e colpita con due calci alla schiena senza alcun motivo. L'uomo, che sarebbe anch'egli dell'est Europa ed è noto nella zona, è scappato prima dell'arrivo della polizia. La 32enne è stata accompagnata a scopo precauzionale all'ospedale Niguarda ma non ha riportato contusioni preoccupanti.

19:38‘Give a home’, mille artisti per campagna rifugiati Amnesty

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Trecento concerti in 24 ore, dalla Nuova Zelanda a Seattle negli Stati Uniti, passando per l'Europa, Italia compresa, con mille artisti, dai big internazionali alle band di musica etnica formate dagli stessi migranti: è quanto si sta svolgendo in questi ore in tutto il mondo con "Give a Home", iniziativa organizzata da Amnesty International e Sofar Sounds a sostegno dei rifugiati. Tanti gli artisti che si stanno cimentando in performance che si svolgono in luoghi pubblici, ma anche in case private o in strutture che simboleggiano l'accoglienza: fra questi, Ed Sheeran, Emeli Sandé, Hot Chip, Jesse&Joy, Laura Mvula, Ludovico Einaudi, The National. Suoneranno anche band di rifugiati originari di ogni parte del mondo. Nell'occasione potranno raccontare le loro storie: come l'Orchestra of Syrian Musicians e il duo pop somalo-canadese Faarrow, che si esibiranno a Londra e a Los Angeles. In Italia, appuntamenti per la manifestazione, fra gli altri, a Milano, Napoli, Roma, Verona, Brescia, Udine.

19:35Pugilato: morto LaMotta, il ricordo di Mazzinghi

(ANSA) - PISA, 20 SET - "Ci ha lasciati Jake La Motta uno dei più grandi pugili, un pezzo di grande storia pugilistica e non solo.....Sono molto dispiaciuto, un uomo che ha combattuto tanto nella vita, le sue gesta rimarranno per sempre scolpite dentro tutti noi". Così su facebook l'ex pugile Sandro Mazzinghi, che ha 79 anni, ricorda il campione americano scomparso.

19:32Prolungata di 15 giorni detenzione Metwaly

(ANSA) - IL CAIRO, 20 SET - E' stata prolungata di 15 giorni la custodia cautelare in carcere inflitta a Ibrahim Metwaly, consulente legale al Cairo della famiglia di Giulio Regeni. Lo ha riferito all'ANSA l'avvocato Ezzat Ghonem, difensore dell'attivista per i diritti umani. Metwaly era stato arrestato il 10 settembre all'aeroporto della capitale egiziana mentre si recava a Ginevra per partecipare a una sessione del Consiglio dei diritti umani dell'Onu.

Archivio Ultima ora