Ces: dal letto smart ai jeans vibranti, le novità a Las Vegas

REUTERS/Steve Marcus - RTX21L6W
REUTERS/Steve Marcus – RTX21L6W

ROMA. – L’automobile emotiva e il tablet per ciechi, il robot che pulisce la lettiera del gatto e i jeans che fungono da navigatore, vibrando per indicare la direzione: mette in mostra la tecnologia a 360 gradi il Consumer Electronics Show, la fiera dell’elettronica di consumo che prenderà il via domani 5 gennaio a Las Vegas, in Nevada.

Giunto all’edizione numero 50, il Ces si prepara a festeggiare il compleanno in grande: la superficie espositiva è stata estesa a 240mila metri quadrati, dove trovano spazio tv, computer ed elettrodomestici, droni e visori per la realtà virtuale.

Sono 3.800 gli espositori presenti, pronti a mostrare le innovazioni nei settori più di tendenza: la domotica e l’automotive, con le grandi case automobilistiche sempre più protagoniste. Il comfort domestico si trasferisce nell’abitacolo delle auto, dove sono presenti connessioni a internet, intrattenimento e sistemi di guida autonoma.

Da Ford a Fca, i big del settore presenteranno le proprie innovazioni hi-tech. L’idea più curiosa è forse quella di Honda, che svelerà una concept car ‘emotiva’, in grado non solo di comprendere le emozioni del guidatore, ma soprattutto di manifestare emozioni proprie.

Tra le quattro mura tutto sembra destinato a diventare ‘intelligente’, dal bidone della spazzatura di Whirlpool, che fa il compost in 24 ore, al letto di Sleep Number che si adatta continuamente nella notte per rendere il sonno più confortevole. Sempre in casa si fa meno necessario premere tasti e interruttori. Il robot aspirapolvere di Samsung, ad esempio, si mette in funzione con un comando vocale attraverso Alexa, l’assistente virtuale di Amazon, mentre le lampadine di Sylvania si accendono chiedendo all’assistente di Apple, Siri, e il tostapane di Harman Kardon si scalda con Cortana di Microsoft.

Protagoniste al Ces anche le tecnologie indossabili, che rispetto al 2016 hanno raddoppiato lo spazio espositivo. Orologi e bracciali smart sono i prodotti più noti, ma non gli unici. A Las Vegas arriveranno le scarpe di Under Armour che tengono il conto dei passi e monitorano il lavoro dei muscoli, e i jeans di Spinali Design connessi allo smartphone che indicano la direzione da prendere vibrando, senza dover guardare la mappa.

Sul fronte della robotica spiccano Modi, un robot che si assembla come i Lego, e Cutii, che sembra un iPad su ruote. Più pratico il robot che piega i vestiti e quello che pulisce la lettiera di Micio. Si distinguono infine per utilità Blitab, un tablet in Braille per ciechi, la cintura per anziani di ActiveProtective che diventa ammortizzante in caso di caduta, la sciarpa connessa a internet di Wair che funge anche da filtro dell’aria, e il bracciale Ava, che fa sapere alle donne quando sono più fertili.

(di Laura Giannoni/ANSA)