Fca scommette sugli Usa. Prove d’intesa tra Marchionne e Trump

Pubblicato il 09 gennaio 2017 da ansa

DETROIT. – Sergio Marchionne scommette sugli Stati Uniti, investendo un miliardo di dollari e creando 2.000 posti di lavoro. Una mossa con la quale avvia ‘prove di intesa’ con Donald Trump. Proprio il presidente eletto plaude all’iniziativa, ringraziando pubblicamente su Twitter Fiat Chrysler. ”E’ un atto dovuto al Paese” replica Marchionne, confermando per il gruppo gli obiettivi del 2018 e aprendo alla possibilità di un ritorno al dividendo prima di quella data.

”Si sta sviluppando una coscienza da parte degli investitori sul fatto che gli obiettivi non sono fantasmagorici come si pensava”, spiega Marchionne riferendosi alle recenti promozioni delle banche, da Goldman Sachs a Mediobanca. Una volta raggiunti i target, Fca sarà al sicuro. ”Il mio obiettivo è completare il piano del 2018”: è importante chiudere senza debiti e con, come previsto, 5 miliardi di cassa, 9 miliardi di utile operativo e 5 miliardi di netto. Obiettivi con i quali Fca avrà una solidità finanziaria che la riparerà dai rischi dopo il 2018.

”Abbiamo fatto gli stress test” dice, escludendo uno spin off di Alfa Romeo e Maserati, ma lasciando aperta la porta a quello di Magneti Marelli. Al completamento del piano industriale, Marchionne secondo le attese dovrebbe lasciare. ”Spero” che il bilancio del 2018 ”sarà l’ultimo che firmo” mette in evidenza, rassicurando sulla sua successione. ”Procede bene. E’ tutta interna” dice. E non esclude la possibilità di un maxi accordo prima della sua uscita. ”Non escludo nulla” afferma, ipotizzando che al presidente eletto una fusione fra Fca e General Motors non dispiacerebbe. ”Potrebbe piacergli” dice nel corso di una conferenza stampa al Salone dell’Auto di Detroit.

Un Salone all’insegna di Trump che, pur assente, è il tema principale. ”Non ho avuto contatti diretti” con il presidente eletto, ”non gli ho parlato, e non ho parlato con il suo staff” mette in evidenza Marchionne, precisando che la decisione dell’investimento da 1 miliardo di dollari negli Stati Uniti non è legata ai ‘tweet’ del presidente, che di recente ha cinguettato contro le case automobilistiche, prendendo di mira General Motors, Ford e Toyota.

Marchionne invita alla calma e non lasciarsi prendere dalle speculazioni sulle possibili novità dell’era Trump. ”Aspettiamo di vedere quando si insedia. E’ un territorio nuovo per tutti. Nessuno ha mai avuto un presidente che twitta. Trump è il presidente, noi siamo costruttori e ci adatteremo. Aspettiamo chiarezza” aggiunge.

I nodi da sciogliere sono la possibile imposizione di dazi doganali sulle importazioni, ma anche la ventilata revisione dell’accordo di libero scambio del Nafta. Ci sono poi i tweet del presidente eletto, di fronte ai quali le case automobilistiche si interrogano su come rispondere.

”No, non sono spaventato” dai tweet di Trump” dice il numero uno del marchio Volkswagen, Herbert Diess, rispondendo a chi gli chiedeva se temesse di diventare il prossimo oggetto delle critiche del presidente eletto con la conferma del mantenimento delle attività Volkswagen in Messico.

”Non cambiamo i piani di produzione” per i tweet di Trump, gli fa eco l’amministratore delegato di Gm, Mary Barra, uno dei manager che consigliera’ Trump su temi economici. Ma al di là dei proclami pubblici e dell’ostentata tranquillità, i costruttori attendono indicazioni e chiarezza.

(dell’inviata Serena Di Ronza/ANSA)

Ultima ora

00:22Omicidio a Reggio Calabria, ucciso tabaccaio

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 25 MAG - Un commerciante, Bruno Ielo, di 66 anni, titolare di una rivendita di tabacchi, è stato ucciso stasera in un agguato a Catona, frazione di Reggio Calabria. Secondo quanto ricostruito dalla polizia di Stato, Ielo, mentre rientrava a casa alla guida del proprio scooter, sarebbe stato affiancato da un automezzo con a bordo almeno due persone che gli hanno sparato contro alcuni colpi di pistola. La morte del commerciante é stata istantanea. Ielo, nel momento dell'agguato, stava tornando a casa dopo avere chiuso la rivendita di tabacchi che gestiva nel quartiere Gallico. Il commerciante era preceduto in auto da una delle figlie. Tra le prime ipotesi avanzate dagli investigatori quella di un tentativo di rapina per sottrargli l'incasso della giornata. Ielo era armato ma non ha fatto in tempo a prendere la pistola per difendersi. Già lo scorso anno il commerciante aveva subito un tentativo di rapina ed anche in quell'occasione era stato fatto segno da alcuni colpi d'arma da fuoco.

23:53Moto:paura per Valentino Rossi, incidente in motocross

(ANSA) - RIMINI, 25 MAG - Paura per Valentino Rossi rimasto vittima di un incidente durante un allenamento in motocross nella pista di Cavallara. Nulla di grave comunque per il pilota di Tavullia che avrebbe rimediato un trauma cranico e toracico addominale. Valentino è cosciente e parla ma i medici dell'Ospedale 'Infermi' di Rimini hanno comunque deciso di tenerlo in osservazione nel Reparto di rianimazione ma solo per motivi di privacy e riservatezza. Ci sono con lui i genitori.

23:05Moglie uccisa a bastonate,rinvio a giudizio per Cagnoni

(ANSA) - RAVENNA, 25 MAG - E' stata depositata la richiesta di rinvio a giudizio per Matteo Cagnoni, il dermatologo 52enne di Ravenna, accusato di aver ucciso a bastonate la moglie Giulia Ballestri,di 39 anni. Le ipotesi di reato formulate dalla procura sono omicidio pluriaggravato da premeditazione, crudeltà e dall'avere agito nei confronti del coniuge, e l'occultamento di cadavere nella cantina della villa dove è stato compiuto il delitto. Matteo Cagnoni é in carcere dal 19 settembre scorso, giorno del fermo a Firenze, con l'accusa di avere ucciso tre giorni prima a bastonate in una villa di famiglia di Ravenna, da tempo disabitata, la moglie. Secondo quanto contestato dai Pm Alessandro Mancini e Cristina D'Aniello sulla base delle indagini della polizia, la premeditazione sul delitto la si può dedurre in particolare da due elementi: sin dal 14 settembre Cagnoni aveva dato disposizione alla segreteria della clinica di Bologna dove prestava attività ambulatoriale, di annullare tutti gli appuntamenti per il 16, giorno del delitto.

21:44Calcio: Prandelli riparte da Emirati, nuovo tecnico Al-Nasr

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Cesare Prandelli ricomincia dagli Emirati Arabi. L'ex ct azzurro sarà infatti il nuovo tecnico dell'Al Nasr. Lo ha ufficializzato il club sul suo sito, facendo sapere che la presentazione avverrà lunedì prossimo, con una conferenza stampa. Prandelli è reduce dalla sfortunata esperienza nella Liga sulla panchina del Valencia, terminata con la risoluzione contrattuale dopo pochi mesi. Prandelli è il secondo tecnico italiano a sedersi sulla panchina dell'Al-Nasr dopo Walter Zenga (2011-2013).

21:34Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Donald Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:20Usa: corte appello Virginia conferma blocco ‘bando’

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Una corte di appello federale della Virginia si è rifiutata di reintrodurre il 'bando' sugli ingressi in Usa da alcuni Paesi musulmani voluto dal presidente Trump, mantenendo quindi il blocco al provvedimento anche nella seconda stesura presentata dall'amministrazione Usa. La vicenda è così a questo punto diretta alla Corte Suprema.

21:15Manchester: Cnn, kamikaze forse addestrato in Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 25 MAG - Il kamikaze autore della strage a Manchester, Salman Abedi, ha con tutta probabilità ricevuto addestramento dall'Isis in Siria nei mesi precedenti all'attacco, stando ad informazioni raccolte nella fase preliminare dell'inchiesta. Lo riferisce la Cnn citando fonti Usa.

Archivio Ultima ora