In fila al gelo per mangiare, il dramma dei migranti

Pubblicato il 12 gennaio 2017 da ansa

BELGRADO. – La morsa del gelo che continua a imperversare nei Balcani e in Grecia rende sempre più drammatica la situazione per le migliaia di migranti e profughi che da mesi vivono accampati nella speranza mai abbandonata di poter prima o poi raggiungere in qualche modo i Paesi del nord Europa. La chiusura lo scorso marzo delle frontiere lungo la rotta balcanica, che non ha tuttavia fermato del tutto il flusso di migranti mediorientali, ha lasciato migliaia di profughi praticamente bloccati nei vari Paesi della regione. E la loro condizione si è fatta drammatica e al limite della sopravvivenza con l’ondata di freddo glaciale, neve e ghiaccio che ha investito la regione dall’inizio del nuovo anno.

Le immagini di questi giorni di centinaia di migranti in fila per il cibo nel gelo e sotto la neve a Belgrado e nelle isole greche, riparati alla meglio con coperte e scialli, hanno scosso le coscienze degli europei, inducendo alcuni media internazionali a fare accostamenti con la Stalingrado del 1943 e le code dei prigionieri tedeschi in attesa delle razioni di cibo nel freddo glaciale russo.

Un paragone questo peraltro che le autorità serbe hanno respinto con sdegno, sottolineando l’enorme e incessante impegno del Paese a sostegno dei profughi e affermando che a voler restare all’aperto è la grande maggioranza degli stessi migranti, restii ad accettare gli inviti pressanti a trasferirsi nei centri di accoglienza in Serbia per paura di essere registrati e rimandati poi indietro nei Paesi di provenienza.

A Belgrado la gran parte dei migranti che vivono all’addiaccio è concentrata nei parchi e spiazzi intorno alla grande stazione degli autobus, a ridosso del centro della capitale. E con le temperature abbondantemente sotto lo zero, di notte cercano riparo in locali fatiscenti privi di porte e finestre, capannoni e magazzini abbandonati, garages pubblici. Lì con legna, pneumatici e altro materiale accendono fuochi per riscaldarsi ma che provocano al tempo stesso fumi ed effluvi estremamente nocivi alla loro salute. Sono in tanti quelli che accusano tosse e problemi respiratori.

In loro aiuto sono mobilitate ong e organizzazioni umanitarie, in primo luogo la sezione serba dell’Unchr e Medici senza frontiere che mettono a disposizione coperte, vestiario e scarpe invernali, cibo e medicine. Anche tanti privati cittadini belgradesi partecipano ad azioni di solidarietà donando generi di prima necessità.

La situazione non è meno drammatica in Grecia, dove sono migliaia i migranti accampati nel gelo e sotto la neve caduta copiosa nelle isole e sulla terraferma. Per far fronte all’emergenza acuta creatasi nel centro di accoglienza di Moria, sull’isola di Lesbo, le autorità elleniche hanno mobilitato una nave militare da guerra sulla quale hanno trasferito circa 500 migranti per sottrarli ai disagi estremi e alle temperature sotto lo zero di questi giorni.

Analoga emergenza vivono i profughi accampati a Samos, con le tende collassate sotto il peso della neve. Un appello alla Ue a fare di più per proteggere i profughi dai rigori del gelo è venuto dal gruppo dei Socialisti e Democratici al parlamento europeo, che hanno ottenuto l’inserimento in calendario di un dibattito sulla drammatica situazione dei migranti nei Balcani e in Grecia.

(di Franco Quintano/ANSAmed)

Ultima ora

21:47Calcio: Bologna, Donadoni “Nostro 1/o tempo da dimenticare”

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 24 SET - Il Bologna si gode la terza vittoria consecutiva nel Mapei stadium. "Nella prima frazione - le parole di Roberto Donadoni - siamo stati un po' remissivi e potevamo far male ai nostri avversari. Nell'intervallo mi sono fatto sentire e nella seconda parte lo spirito è stato diverso. Dobbiamo imparare ad avere più continuità. Okwonkwo? Deve mangiare ancora tanta polvere e imparare l'italiano, sono curioso di sentire la sua intervista a fine partita. Il nostro principale obiettivo è fare un campionato che ci porti a una ragionevole salvezza". Quarta sconfitta nelle ultime cinque partite per il Sassuolo. La posizione di Bucchi sembra salda, anche se la situazione in casa neroverde non è delle migliori. "Né io e nemmeno la squadra - spiega il tecnico - possiamo perdere da soli. Questa è una sconfitta immeritata. Nella prima frazione abbiamo giocato meglio noi, nella ripresa il Bologna è stato meglio del Sassuolo. La partita è stata equilibrata fino all'espulsione di Magnanelli".

21:34Germania: manifestanti anti AfD in piazza, ‘Berlino vi odia’

(ANSA) - BERLINO, 24 SET - Centinaia di manifestanti anti AfD sono scesi in piazza a Berlino vicino al club dove si sono riuniti i leader del partito populista per celebrare il loro ingresso nel Parlamento tedesco dopo il voto in Germania, che li ha premiati terzo partito. Al grido di "Tutta Berlino odia l'AfD", "Nazisti maiali" e altri slogan i dimostranti hanno lanciato alcune bottiglie mentre la polizia li portava fuori dall'edificio. Ore prima i manifestanti avevano organizzato un'altra protesta vicino a Alexanderplatz.

21:24Pezzi intonaco galleria cadono su auto, nessun ferito

(ANSA) - CATANZARO, 24 SET - Pezzi di intonaco della copertura di una galleria sulla statale 280 "Dei due mari", nel territorio del comune di Marcellinara, nel catanzarese, si sono staccati colpendo alcune auto in transito. Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, comunque, non risultano persone ferite. Il distacco è avvenuto nella galleria in direzione Catanzaro. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia stradale, i tecnici dell'Anas oltre ai vigili del fuoco. La galleria è stata chiusa al traffico e la circolazione deviata sul vecchio tracciato della statale 280 da Marcellinara a Settingiano con conseguenti disagi per la viabilità. I vigili del fuoco sono intervenuti con un'autoscala per eliminare ulteriori parti di intonaco che rischiano di cadere. (ANSA).

20:55Calcio: Serie B, la nuova classifica

(ANSA) - ROMA, 23 SET - Classifica del campionato di calcio di Serie B, dopo il posticipo Cesena-Ascoli (domani Palermo-Pro Vercelli, alle 20,30): Perugia e Frosinone punti 13; Empoli e Carpi 11; Cittadella e Avellino 10; Bari, Palermo e Parma 9; Cremonese 8; Pescara, Salernitana, Venezia e Spezia 7; Brescia, Novara, Entella, Foggia e Ascoli 6; Ternana 5; Cesena 4; Pro Vercelli 2. Brescia, Palermo, Pro Vercelli e Ternana una partita in meno.

20:48Calcio: Cesena-Ascoli 0-2

(ANSA) - CESENA, 24 SET - Vince l'Ascoli, che si risolleva; perde il Cesena, fischiatissimo da tutto il Manuzzi e che adesso riflette su Camplone. Finisce 2-0 per i marchigiani. Tra i romagnoli l'unico pericoloso è Jallow che andrà al tiro in totale cinque volte, ma raramente lo farà con cattiveria. Cacia (salutato affettuosamente dai mille tifosi dell'Ascoli), invece, non riceve un pallone giocabile in area. Mentre i marchigiani già nel primo tempo si rendono pericolosi con la punizione di Buzzegoli e il tiro-cross di Mignanelli, entrambi respinti da Fulignati. Ripresa dello stesso tono: Cesena con un possesso palla prolungato, ma sterile. Senza pericolosità. L'Ascoli tiene e colpisce: all'38' della ripresa è Varela con un gran sinistro ad incrociare a sbloccare il risultato, poi è Baldini di destro a giro al 41' (bella azione corale, cross di Bianchi, assist di Varela e tiro) a chiudere i conti.

20:48Terremoto: De Micheli, polemica non aiuta ricostruzione

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Ogni polemica o strumentalizzazione non aiuta in alcun modo la ricostruzione e rischia di creare un clima sfavorevole alla ripartenza dei territori colpiti dal sisma". Così il commissario per la ricostruzione del terremoto del Centro Italia, Paola De Micheli, commenta le accuse del sindaco di Amatrice sui fondi raccolti con gli sms solidali. "Le donazioni - sottolinea - non sono sparite, tutto è stato impiegato secondo le indicazioni di legge". "Le donazioni provenienti dall'utilizzo dell'sms solidale per sostenere i territori colpiti dal sisma dello scorso anno - sostiene De Micheli - non sono affatto sparite. Voglio ribadire quanto già chiarito da Protezione civile e dall'ufficio speciale per la ricostruzione della Regione Lazio. Le donazioni raccolte, secondo quanto disposto dal decreto legge 189 convertito dalla legge 229 del 2016, si trovano nella contabilità speciale del Commissario straordinario alla ricostruzione che li ha destinati, sulla base delle indicazioni del comitato dei Garanti, a quei progetti approvati nella seduta del 17 luglio scorso dallo stesso Comitato". "Tutte le istituzioni coinvolte, le Regioni come i Comuni - prosegue il Commissario - hanno aderito positivamente alle proposte che sono state presentate. Le scelte di ripartizione delle opere sono state assunte con il consenso del Comitato dei sindaci dove sono rappresentate tutte le amministrazioni dell'area del cratere. Tutte le opere pubbliche e private, i luoghi di culto e le attività produttive le prime e seconde case - assicura - saranno ricostruite con una copertura del 100% delle spese".

20:26Calcio: Serie A, Sassuolo-Bologna 0-1

(ANSA) - REGGIO EMILIA, 24 SET - Il Bologna ha battuto il Sassuolo 1-0 (0-0), nel posticipo della sesta giornata della Serie A. Il derby emiliano è stato deciso nel finale dalla rete realizzata da Orji Okwonkwo, all'89'. Per il giovane nigeriano si tratta del primo gol nel campionato di Serie A.

Archivio Ultima ora