Italia-Usa: l’Ambasciatore Varricchio ospita rappresentanti di origine italiana

Armando Varricchio, Ambasciatore d'Italia a Washington, con il presidente Obama ----------------------------------------------------------------------------
Armando Varricchio, Ambasciatore d’Italia a Washington, con il presidente Obama
—————————————————————————-

WASHINGTON. – Un’amicizia e un’alleanza quella tra gli Stati Uniti e l’Italia che ha radici profonde. Un legame forte confermato dall’affetto e l’entusiasmo manifestati dai membri del Congresso americano durante un ricevimento ospitato nella sua residenza dall’ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti Armando Varricchio per celebrare l’inaugurazione del 115mo Congresso degli Stati Uniti e dedicato in particolare agli esponenti politici di origine italiana e alla Italian American Congressional Delegation, associazione bicamerale e bipartisan che raggruppa tutti i membri del Congresso di origini italiane o amanti dell’Italia.

Un evento all’insegno dell’amicizia e della collaborazione durante il quale l’ambasciatore Varricchio non ha mancato di sottolineare le prospettive di grande interesse per la collaborazione dell’Italia con il nuovo Congresso e la nuova Amministrazione in una fase cruciale dell’agenda internazionale e con un ruolo italiano di particolare rilievo: dalla presidenza del G7 al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite alla ricorrenza dei Trattati di Roma.

L’ambasciatore ha quindi reso omaggio al ruolo fondamentale degli italo-americani nel contribuire attraverso i decenni al successo degli Stati Uniti, ricordato anche dal Presidente Obama nel proprio discorso di commiato a Chicago.

Tra i partecipanti all’evento la leader della minoranza democratica Nancy Pelosi, che ha voluto a sua volta ricordare la natura della “relazione speciale” che lega gli Usa all’Italia. Parlando con l’ANSA ha quindi sottolineato che quello tra Stati Uniti e Italia è un legame la cui natura è sempre stata sopra le parti politiche.

“Non ho idea su questa nuova amministrazione, vedremo – ha detto – Ma non ho nessun motivo per pensare che (quello tra Usa e Italia) non sarà un buon rapporto. Noi abbiamo sempre avuto un rapporto sopra le parti, che ci sia un democratico o un repubblicano alla Casa Bianca”. “Ma – ha aggiunto – come trattiamo i nostri partner Nato è importante e ciò potrebbe essere diverso”.

All’evento hanno partecipato numerosi membri democratici e repubblicani inclusi componenti del team di transizione del Presidente Eletto Donald J. Trump, quali il deputato Tom Marino (R-Pennsylvania) ed il deputato Lou Barletta (R-Pennsylvania). Rappresentate anche la leadership di NIAF, con il Chairman Joe Del Raso, e dell’associazione degli staffers congressuali di origine italiana.