Cina: respinta ipotesi Trump di negoziare sostegno Taiwan

Pubblicato il 15 gennaio 2017 da ansa

(ANSA) – ROMA, 15 GEN – Il ministro degli Esteri cinese ha respinto l’ipotesi di Donald Trump di usare il sostegno di Taiwan come merce di scambio nei futuri negoziati tra le due parti. Il portavoce Lu Kang ha detto che la politica dell’ ‘unica Cina’ “non è negoziabile” ed è il fondamento politico dei rapporti tra Stati Uniti e Cina. Fin dal riconoscimento di Pechino nel 1979, Washington ha mantenuto solo legami informali con Taiwan, isola indipendente che Pechino considera proprio territorio, ma Trump, da quando ha vinto le elezioni, sostiene che potrebbe considerare il riconoscimento di Taiwan nell’ambito di un negoziato con la Cina su economia e commercio.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

10:43Noemi: sedicenne prima picchiata, poi accoltellata

(ANSA) - BARI, 22 SET - Prima di essere uccisa Noemi Durini è stata picchiata, probabilmente a mani nude, e successivamente è stata accoltellata al capo e al collo. Lo ha stabilito l'autopsia. I medici legali hanno riscontrato sul cadavere della sedicenne "lesioni contusive multiple da picchiamento al capo e agli arti e lesioni da arma bianca al capo e collo". Come era già emerso ieri, nel cuoio capelluto della sedicenne di Specchia (Lecce) è stata trovata la punta del coltello utilizzata per il ferimento ed è confermata la circostanza, già emersa, che sul cadavere della ragazzina non sono presenti segni di pietrate. L'autopsia è stata compiuta tre giorni fa dal medico legale nominato dalla Procura, Roberto Vaglio, e dal consulente della famiglia della vittima, il medico legale barese Francesco Introna. L'omicida reo confesso, il fidanzato 17enne della ragazzina, è attualmente detenuto in Sardegna con l'accusa di omicidio premeditato.

10:41A fuoco industria Roncadin, colosso mondiale pizze

(ANSA) - MEDUNO (PORDENONE), 22 SET - Un vasto incendio è divampato nella notte alla Roncadin di Meduno (Pordenone), colosso mondiale nel settore delle pizze surgelate che produce quasi mezzo milione di pizze al giorno e dà lavoro a circa cinquecento persone. Sul posto stanno operando undici mezzi dei vigili del fuoco del Comando provinciale di Pordenone e dei distaccamenti di Maniago, San Vito al Tagliamento e Spilimbergo. Da qualche minuto sono giunti di rinforzo anche squadre del Comando di Udine. Secondo le prime informazioni non ci sarebbero feriti, ma il rogo sarebbe molto esteso.

10:39Lavoro: edili bloccano statale Pa-Ag, no a licenziamenti

(ANSA) - PALERMO, 22 SET - Un centinaio di operai della Bolognetta Scpa, società impegnata nei cantieri di ammodernamento della Palermo-Agrigento, ha bloccato la strada statale all'altezza dello svincolo di Mezzojuso. La protesta è scattata perché la società ha annunciato 75 licenziamenti. Sono 140 gli edili impiegati nei cantieri, a cui si aggiungono circa 200 operai dell'indotto. La manifestazione è stata indetta dai sindacati, che temono uno stop definitivo dei lavori per il completamento della Palermo-Agrigento. Anche perché - spiegano - "nonostante le rassicurazioni dell'Anas, la società contraente dell'opera, la Bolognetta Scpa, ha comunicato la riduzione del 50% delle maestranze e la sospensione dei lavori nei tratti oggetto dell'appalto". I sindacati degli edili di Cgil, Cisl e Uil chiedono un incontro con l'assessore regionale alle Infrastrutture e uno in Prefettura. Lungo la strada statale Palermo - Agrigento si sono formate code e rallentamenti. (ANSA).

10:29Moto: Aragona, Canet il più veloce in libere Moto3

(ANSA) - ROMA, 22 SET - E' stato il pilota spagnolo Aron Canet il più veloce nella prima sessione di libere del gp di Aragona nella Moto3. Seguito da Joan Mir e dall'italiano Nicolò Antonelli. Canet ha fatto il miglior giro in 1:59.114, staccando di soli 9 millesimi Mir e di 239 il pilota italiano. Quarto tempo per un altro italiano, Enea Bastianini, in ritardo di 292 millesimi, poi Martin, Bulega e Suzuki. Nono tempo per Fenati. (ANSA).

10:28Migranti: naufragio nel mar Nero, 4 morti e 20 dispersi

(ANSA) - ISTANBUL, 22 SET - Almeno 4 migranti sono annegati e altri 20 risultano dispersi nel naufragio di un barcone avvenuto al largo delle coste turche sul mar Nero. Lo riporta l'agenzia statale Anadolu. La guardia costiera ha tratto in salvo altre 38 persone che si trovavano a bordo del natante, affondato al largo di Kefken, nella provincia di Kocaeli. Proseguono le ricerche dei dispersi.

10:23Messico: bilancio sisma continua a salire, 273 i morti

(ANSA) - CITTA' DEL MESSICO, 22 SET - Continua ad aumentare il bilancio dei morti dopo il terremoto in Messico: le persone che hanno perso la vita sono 273, ha precisato il responsabile della protezione civile Luis Felipe Puente. Le autorità hanno contato 137 morti a Città del Messico, l'area più colpita dalla scossa di martedì. Le altre persone sono morte negli stati di Morelos (73), Puebla (43), Messico (13), Guerrero (6) e Oaxaca (1). Nella scuola 'Enrique Rebsamen', dove hanno perso la vita 19 bambini e sei adulti, i soccorritori e i volontari sono stati fatti evacuare per il rischio di crolli. La decisione è stata presa dagli uomini della marina, che coordinano i lavori, a causa della caduta di una colonna all'interno dell'edificio.

10:12Stupri Rimini: indagine su mediatore verso la chiusura

(ANSA) - BOLOGNA, 22 SET - Nei prossimi giorni all'ex mediatore culturale di una cooperativa indagato a Bologna per istigazione a delinquere, dopo un post su Fb all'indomani degli stupri di Rimini, sarà inviato un avviso di chiusura indagine, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio. Lo ha fatto mettere a verbale il procuratore aggiunto Valter Giovannini, nel corso dell'interrogatorio del giovane pachistano, interrotto quando questi ha chiesto un interprete. Lo straniero aveva ricevuto un invito a comparire dalla Procura, dopo l'avvio dell'indagine sulle frasi pubblicate ("Lo stupro è peggio solo all'inizio") che gli sono costate il licenziamento. Si è presentato con due avvocati di fiducia ed è iniziata una fase preliminare dell'audizione, con le domande sulla generalità e sul suo arrivo in Italia, nel 2015. A quel punto gli è stato chiesto se comprendesse la lingua o se avesse bisogno di un'interprete: il pachistano ha risposto di non comprendere bene e di avere quindi la necessità di una traduzione. (ANSA).

Archivio Ultima ora