Ue: Fassina, no a manovra correttiva in arrivo da Bruxelles

(ANSA) – ROMA, 16 GEN -“Il Governo Gentiloni deve rispondere no alla richiesta di manovra correttiva in arrivo, come ampiamente previsto, dalla Commissione europea. La crescita via esportazioni che Berlino e Bruxelles continuano a voler generalizzare all’eurozona non può funzionare”. Lo afferma Stefano Fassina di Sinistra Italiana. “L’euro fondato sulla svalutazione del lavoro – prosegue l’esponente della sinistra – aggrava le condizioni dell’economia reale, del debito pubblico e del sistema bancario. L’euro e’ stato un errore irreparabile. Va superato in via cooperativa. Altrimenti, l’economia non riparte, il debito aumenta e le banche rattrappiscono. Purtroppo – conclude Fassina – il governo Renzi ha puntato ad avere qualche margine di flessibilità sul deficit per bonus elettorali. E ora è debole e incapace di progetto alternativo verso l’eurozona”.

Condividi: