Giochi riaperti

Pubblicato il 16 gennaio 2017 da Emilio Buttaro

Giancarlo Antognoni con il giornalista Emilio Buttaro

Quattro sconfitte su 20 gare sono molto più che un campanello d’allarme. Tra i pentacampioni c’è qualcosa che non funzniona e le lacune più gravi arrivano proprio dove nasce il gioco, insomma il centrocampo non domina più come una volta. Se poi la miglior difesa ritrovata naufraga, e Dybala gioca una delle peggiori gare, allora il cerchio si chiude e il campionato si riapre.

Il merito di aver fermato bruscamente la marcia dei campioni stavolta va ad un ex bianconero, quel Paulo Sousa serio candidato per il dopo-Allegri. L’ambiente viola vive la notte più bella della stagione nel giorno in cui Giancarlo Antognoni torna al “Franchi” nuovamente da dirigente del club dopo 15 lunghi anni.

A far festa però non è soltanto la Fiorentina ma più o meno mezza Italia. C’è la Roma di Spalletti che si avvicina sempre più alla vetta, adesso i giallorossi sanno gestire anche le gare più difficili e i momenti meno brillanti delle loro stelle (a Udine Dzeko inguardabile).

Il distacco del Napoli è notevole ma la squadra di Sarri rimane la più spettacolare e forse anche la più completa. Benone anche la Lazio, ormai una vera realtà del campionato, carattere da vendere e quattro sconfitte finora come la Juve.

Dopo una prima parte di stagione sconcertante anche i tifosi dell’Inter adesso sono autorizzati a sognare: quella nerazzurra è tornata ad essere una squadra vera ed il quinto successo consecutivo è carico di significati. Vittoria a parte, forse la nota più bella per la squadra di Pioli è rappresentata dall’esordio di Gagliardini, migliore in campo, giovane, forte e soprattutto italiano.

Tra i protagonisti della ventesima giornata anche due ex azzurri come Borriello e Matri, le loro doppiette hanno pesato parecchio sulle vittorie in rimonta di Cagliari e Sassuolo.

emiliobuttaro
Emilio Buttaro

Classe 1967 ha iniziato a svolgere attività giornalistica all'età di sedici anni. Nell'85 ha vinto il concorso nazionale "Vota lo speaker" indetto dalla FIPAV (Federazione Italiana Pallavolo) e l'anno dopo è stato il più giovane cronista accreditato al Festival di Sanremo. Laureato in scienze politiche, si occupa anche della conduzione di eventi sempre con uno stile giornalistico. Ha collaborato e collabora con varie testate nazionali tra cui: Il Messaggero, La Stampa (redazione sportiva), Radio 24 - Il Sole 24 Ore, Radio Tv Capodistria, SBS emittente radiotelevisiva continentale australiana, Agenzia di Stampa Italpress




Ultimi articoli


18 settembre 2017

L’ora dei bomber



28 agosto 2017

Samp con le grandi



22 maggio 2017

Juve, come te nessuno mai



02 maggio 2017

Inzaghi re di Roma



20 febbraio 2017

Riapre Zemanlandia



08 febbraio 2017

Il festival del gol



30 gennaio 2017

Juve normal, Inter dream!!!



09 gennaio 2017

Anno nuovo, vita vecchia



19 dicembre 2016

Juve 100 punti in 12 mesi



13 dicembre 2016

L’anti-Juve si chiama Roma



29 novembre 2016

La rinascita di Candreva



21 novembre 2016

Insigne riconquista Napoli



31 ottobre 2016

La carica del Capitano



24 ottobre 2016

L’aeroplanino ora vola davvero



26 settembre 2016

Cuore Toro



19 settembre 2016

Vita da bomber



12 settembre 2016

Pupone no limits



29 agosto 2016

E’ sempre Napoli champagne



22 agosto 2016

Partita la caccia alla Juve



25 luglio 2016

Altafini, l’ex core ‘ngrato



08 luglio 2016

Quel Contismo da preservare