Fmi taglia le stime di crescita dell’Italia, unico paese fra i big d’Europa

Pubblicato il 16 gennaio 2017 da ansa

Gentiloni e Padoan. (Foto Roberto Monaldo / LaPresse14-12-2016)

NEW YORK. – Il Fmi taglia le stime di crescita dell’Italia, l’unico paese fra i big europei a essere rivisto al ribasso per il 2017 e il 2018 e fanalino di coda del G7. Dopo un +0,9% del pil nel 2016, la crescita quest’anno rallenta allo 0,7%, 0,2 punti in meno rispetto alle previsioni di ottobre. Nel 2018 è attesa una lieve accelerazione a +0,8%, ovvero 0,3 punti in meno sulle attese.

La revisione al ribasso ‘stupisce’ il ministro delle Economia Pier Carlo Padoan, secondo il quale “le ragioni addotte per una crescita più bassa sono più incertezza politica, difficile da argomentare dopo il referendum e con un governo di continuità con il precedente, e problemi con le banche”.

Su quest’ultimo fronte, Padoan spiega come “sono state prese misure per fronteggiare” alcune situazioni bancarie “che non sono preoccupanti”.

La replica del ministro fa seguito alle parole usate dal Fmi e dal capo economista del Fondo, Maurice Obstfled, che lodando le “riforme strutturali molto importanti e positive” dell’ex premier Matteo Renzi, hanno osservato che “resta da fare”. L’Italia “può fare di più” anche “sulle banche”, dove “c’è spazio per agire”.

La frenata dell’Italia arriva in un contesto di rafforzamento dell’economia globale, con il pil mondiale atteso a +3,4% nel 2017 e a +3,6% nel 2018 dopo il +3,1% nel 2016. Un’accelerazione legata ai progressi nelle economie avanzate, con l’Area Euro che cresce quest’anno di 0,1 punti percentuali in più rispetto alle attese di ottobre, a +1,6%.

A spingere l’Europa è la Germania che, con gli Stati Uniti, “opera quasi a pieno regime”. Lasciando invariato il pil francese a +1,3% nel 2017 e +1,6% nel 2018, il Fmi ritocca al rialzo la crescita tedesca di 0,1 punti percentuali quest’anno e il prossimo a +1,5%.

Resiste alla Brexit la Gran Bretagna, per la quale è rivista al rialzo la crescita 2017 a +1,5%. Sul caso inglese, però, il Fondo invita alla cautela: “continuiamo a prevedere un rallentamento della Gran Bretagna”. E aggiunge: “la sterlina può calare ancora”, dopo il tonfo della seduta odierna ai minimi dal 1985 in attesa del discorso del primo ministro Theresa May.

La Brexit ancora non definita è “il fitto calendario di elezioni nazionali” potrebbero avere “ripercussioni economiche avverse, nel breve e nel lungo termine” afferma il Fmi nell’aggiornamento del World Economic Outlook.

Motori della crescita mondiale sono la Cina, per la quale è stimato un pil del +6,5% quest’anno anche se l’invito a Pechino è quello di gestire l’elevato debito, e soprattutto gli Stati Uniti. L’effetto Trump spinge il Fmi a rivedere al rialzo le stime per quest’anno e il prossimo sulla scia delle attese di un piano di investimenti da parte della nuova amministrazione. Il pil dell’Azienda America è stimato accelerare al +2,3% nel 2017 e al +2,5% nel 2018. La “politica di bilancio americana è prevista diventare più espansiva, con una più forte domanda che implica più pressioni inflazionistiche e meno graduale normalizzazione della politica monetaria” spiega il Fmi.

L’invito, anche in questo caso, è alla cautela: sulle politiche di Donald Trump c’è ancora incertezza e, anche se potrebbero accelerare la crescita mondiale, potrebbero anche metterla a rischio se fossero orientate verso un maggiore protezionismo. Da qui l’esortazione a non lasciarsi tentare dal protezionismo e a spingere su una crescita sostenibile che si anche inclusiva.

Ultima ora

14:40Calcio: Koulibaly, presto per parlare di scudetto

(ANSA) - NAPOLI, 21 SET - "Dare una prima spallata alla Juve? Vedremo, i bianconeri fanno la loro strada e noi pensiamo alla nostra, cercando di vincere sempre, siamo solo alla 5/a giornata, è presto". Lo ha detto Kalidou Koulibaly a Radio Kiss Kiss Napoli parlando della sfida a distanza coi bianconeri che condividono con il Napoli il primato in classifica a punteggio pieno. "Il campionato è molto lungo - ha aggiunto il senegalese - e oltre alla Juventus ci sono altre grandi squadre che puntano al titolo come Milan, Inter, Lazio, Fiorentina, noi siamo tra loro ma è troppo presto per parlare di scudetto, vedremo dove saremo a febbraio-marzo. L'unico modo è pensare alla nostra strada con fiducia". Koulibaly ha accennato alla crescita del Napoli: "stiamo bene ma siamo solo inizio stagione e non dobbiamo perdere la testa anche se le abbiamo vinte tutte. Sappiamo che quando giochiamo il nostro calcio siamo difficili da affrontare ma possiamo ancora crescere e fare meglio, come abbiamo visto in Champions League dobbiamo crescere ancora".

14:34Calcio: serie B, il 3 ottobre prosecuzione Ternana-Brescia

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Si giocherà il prossimo 3 ottobre alle 20,30 la prosecuzione di Ternana Unicusano e Brescia, gara valida per la 5/a giornata del campionato di serie B e sospesa martedì scorso, al 19' per l'abbondante pioggia che ha reso impraticabile il campo. Lo ha reso noto il commissario straordinario della Lega di B.

14:31Sappada: Zaia, rispetto le scelte

(ANSA) - VENEZIA, 21 SET - "Rispettiamo le scelte di tutti e figuriamoci se un federalista impenitente come il sottoscritto oserebbe mettere in discussione le scelte di una comunità. Prendo, tuttavia, atto che i comuni che fino ad ora hanno rivendicato la libertà di poter cambiare Regione, hanno tutti chiesto di essere annessi al Friuli Venezia Giulia o al Trentino Alto Adige, e mai, che so?, all'Emilia Romagna o alla Lombardia. Ciò che la dice lunga sulle vere motivazioni di queste scelte separatiste". A dirlo il governatore Luca Zaia dopo il voto al Senato sul ddl per il passaggio di Sappada al FVG. "Anche per questo - dice - il 22 ottobre andremo a votare per il referendum sull'autonomia, per dare cioè ai comuni di confine le stesse condizioni fiscali ed economiche delle regioni a statuto speciale le quali godono di possibilità di intervento sui territori che alle regioni a statuto ordinario sono impossibili. Se il Veneto non avrà l'autonomia sarà l'autonomia ad avere il Veneto, e garantiremo a Bolzano lo sbocco al mare".

14:25Calcio: Milan Montolivo salta la Sampdoria

(ANSA) - MILANO, 21 SET - Il Milan dovrà fare a meno di Riccardo Montolivo per almeno un'altra partita, la trasferta di domenica contro la Sampdoria. Il centrocampista, ha reso noto il club, "come da programma prestabilito, ha effettuato esami clinici che hanno evidenziato una minima lesione di alcune fibre dei flessori della coscia destra. Il giocatore verrà tenuto monitorato per alcuni giorni". In base alle valutazioni di settimana prossima sarà chiaro se Montolivo, ko alla vigilia della partita di ieri contro la Spal, potrà essere a disposizione per gli altri impegni del Milan prima della sosta, giovedì in Europa League contro il Rijeka e poi domenica a San Siro nel big match di campionato contro la Roma.

14:21Terremoto Ischia un mese fa, 1800 gli sfollati

(ANSA) - ISCHIA (NAPOLI), 21 SET - Un mese fa, alle 20,57, la scossa di terremoto che fece tremare l'isola d'Ischia (Napoli) e che colpì particolarmente i Comuni di Casamicciola e Lacco Ameno, i più danneggiati dagli effetti della scossa di terremoto. Due i morti nel sisma. Ad un mese esatto il punto della situazione del commissario straordinario, Giuseppe Grimaldi: "abbiamo un bilancio definitivo di 1800 sfollati di cui circa 1200 negli alberghi. La nostra priorità è al momento tentare di togliere quanta più gente dagli alberghi per assegnargli un alloggio maggiormente adeguato. Per noi è prioritario riportare queste famiglie in un'abitazione non solo per motivi economici ma anche e soprattutto limitare i danni sociali", conclude il commissario straordinario.(ANSA).

14:20Calcio: Koulibaly, da Mertens colpo da fuoriclasse

(ANSA) - NAPOLI, 21 SET - "Stamattina nello spogliatoio Mertens ci ha detto che quello di ieri era un gol normale, ma invece è stato un colpo da fuoriclasse". Così Kalidou Koulibaly commenta la prodezza dell'attaccante del Napoli nel match di ieri contro la Lazio. Un pallonetto "alla Maradona" di cui si parla molto in città e di cui anche gli azzurri hanno parlato a Castel Volturno: "Quando ho visto la palla andare in porta - ha detto il difensore senegalese a Kiss Kiss Napoli - ero molto sorpreso. Per lui magari è un gol normale ma invece noi abbiamo visto che era una prodezza, un gol da fuoriclasse". Il successo sulla Lazio ha dato un'ulteriore iniezione di fiducia al gruppo azzurro: "Era una partita difficile - ha detto Koulibaly - loro hanno avuto un buon avvio di stagione, era un esame importante e l'abbiamo superato, uscire con una vittoria dall'Olimpico ci fa molto bene".

14:16Catalogna: ‘dopo blitz referendum più complicato’

(ANSA) - BARCELLONA, 21 SET - L'organizzazione del referendum di indipendenza del 1/o ottobre si è fatta più complicata dopo il blitz della Guardia Civil a Barcellona, ma va avanti: lo ha detto questa mattina il vicepresidente catalano Oriol Junqueras. "E' evidente che non potremo votare come sempre, ma con il resto dei miei collaboratori cercheremo di essere responsabili e all'altezza delle circostanze" ha affermato. La Guardia Civil ieri ha arrestato 14 dirigenti dell'amministrazione catalana e sequestrato 10 milioni di schede del referendum.

Archivio Ultima ora