Raggi perde il 23% dei consensi: “Errori ma Roma difficile”

ROMA. – Un crollo del 23,2% dei consensi per Virginia Raggi rispetto alle elezioni comunali. La classifica Ipr Marketing 24 ore sul gradimento degli amministratori locali d’Italia arriva come una doccia fredda sul Campidoglio: la sindaca di Roma arriva penultima piazzandosi al 103/mo posto. E il sondaggio suona come un campanello d’allarme per i Cinque Stelle della Capitale. Diversi consiglieri ammettono gli “errori” compiuti nei primi sei mesi di mandato ma attribuiscono la colpa della discesa dei consensi alle difficoltà di governare una metropoli come Roma e allo stato in cui hanno trovato la città.

“Ora serve ottenere risultati concreti, dare risposte ai cittadini e migliorare in efficienza”, affermano. Il risultato di Raggi stride con il primato della collega di Torino, Chiara Appendino, dello stesso movimento. E così a Roma, più che del penultimo posto della prima cittadina, tra i parlamentari M5S si parla dell’esposto della deputata Roberta Lombardi che ha portato al sequestro, da parte della Procura, di tre palazzine del piano di zona Monte Stallonara.

Per il consigliere pentastellato Angelo Diario il sondaggio è “una cosa di cui bisogna tener conto senza farsi travolgere. E’ un campanello d’allarme”. Secondo la collega Carola Penna “20 anni di malaffare non si risolvono in pochi mesi, servono anni”. “Se Appendino avesse governato Roma e Raggi Torino forse oggi si troverebbero nelle posizioni inverse – azzarda Andrea Coia -. E sono entrambe bravissime”.

L’opposizione attacca: “Blue Monday per Raggi, scende dal tetto, perde consensi e sprofonda nel sondaggio sui sindaci”, ironizza la consigliera dem Ilaria Piccolo. Ma le critiche arrivano anche per il governatore del Lazio, Nicola Zingaretti, che nella classifica dei governatori si è piazzato al 14/mo: “Un fallimento”, punta il dito il capogruppo FI in Regione Antonello Aurigemma.

Sulla performance del gradimento della sindaca pesano con ogni probabilità i tanti problemi avuti sulle nomine, le inchieste della magistratura sul Campidoglio (dal caso Muraro all’arresto di Raffaele Marra) e un inizio di consiliatura piuttosto tormentato. Si attende ancora la sentenza del Tribunale civile di Roma sul ricorso dell’avvocato romano Venerando Monello, che chiede l’annullamento del contratto con penale da 150 mila euro firmato da Virginia Raggi in campagna elettorale e la conseguente ineleggibilità della sindaca.

Davide Casaleggio, secondo rumors, potrebbe arrivare a Roma ma anche se il viaggio fosse confermato per ora non sono in agenda incontri con la sindaca.

(di Paola Lo Mele/ANSA)