Turchia, respinto un reporter del Nyt: “Affronto alla libertà di stampa”

EPA/CEM TURKEL
EPA/CEM TURKEL

ROMA. – Un giornalista veterano del New York Times, Rod Nordland, è stato fermato ieri al suo arrivo all’aeroporto Ataturk di Istanbul e respinto dalla polizia di frontiera turca, che lo ha costretto a prendere un volo di ritorno per Londra.

A denunciarlo è lo stesso quotidiano americano, che parla di una decisione “illegale” e di un “affronto alla libertà di stampa”. Nessuna motivazione ufficiale è stata fornita per il provvedimento dalle autorità turche, ma secondo il Nyt potrebbe essere legato agli articoli di Nordland sul conflitto di Ankara con il Pkk curdo.

A inizio gennaio, il quotidiano aveva deciso di non far più firmare gli articoli ai suoi giornalisti in Turchia per proteggerne la sicurezza di fronte alle crescenti pressioni sulla stampa in Turchia. Secondo l’osservatorio locale per la libertà di stampa P24, i reporter attualmente detenuti nel Paese sono almeno 151.