Marche strette tra neve e sisma, frazioni isolate

Pubblicato il 18 gennaio 2017 da ansa

Ripatransone (AP)

ANCONA. – Decine e decine di frazioni isolate dalla neve, che in alcuni punti raggiunge quasi due metri, con anziani e malati che non si possono muovere. Ancora 20.000 utenze senza energia elettrica e strade che i mezzi a disposizione non riescono a liberare. E’ la situazione in cui si trovano le Marche strette nella morsa del gelo e del sisma, che oggi è tornato a farsi sentire con scosse violentissime.

Un “combinato catastrofico”, sintetizza il presidente della Regione Luca Ceriscioli, che lancia un appello alle regioni del Nord, non assillate da una simile emergenza e che possono aiutare con le loro “competenze e i loro mezzi”, perché la neve “è molto alta, i posti da liberare sono tantissimi”. Servono spartineve, pale gommate, mezzi pesanti.

La Protezione civile ha lanciato anche un allarme valanghe: diverse le slavine che si sono già registrate, a Sassotetto, Colli del Tronto, Arquata e in altre località montane. Una ha bloccato due operai, di cui uno cardiopatico, che stavano rimuovendo la neve con uno scavatore. Entrambi sono stati portati in salvo.

E cresce il pressing dei sindaci che chiedono l’intervento dell’Esercito. “Abbiamo bisogno che ci vengano ad aiutare, io da solo non ce la faccio. Ci sono centinaia di persone isolate e senza elettricità nelle frazioni. Sulle strade ci sono muri di neve e questa situazione va avanti da 48 ore: non ho più mezzi e siamo stremati”. Così il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli.

E’ infuriato quello di Camerino Gianluca Pasqui, che lancia accuse pesanti: “Siamo completamente abbandonati a noi stessi. Ho chiesto e sollecitato con una lettera alla Soi di Macerata e al Dicomac l’intervento dell’Esercito, ma non ho ottenuto risposta. Questa mattina ho chiesto al Comando provinciale dei vigili del fuoco di informarmi sulle operazioni messe in atto dopo le scosse del terremoto e non solo non ho avuto risposta ma ho dovuto chiamare i carabinieri perché la lettera venisse presa in consegna”.

Non ce la fanno proprio più i sindaci: “un’altra mazzata”, commenta il sindaco di Arquata Aleandro Petrucci: “ogni scossa cade qualcosa, ormai il paese è ridotto a un cumulo di macerie”. Adesso, con la ripresa dell’attività sismica, i sindaci devono anche far fronte a una nuova ondata di persone che, per paura, non vogliono trascorrere la notte in casa.

L’Hub di Porto Sant’Elpidio (Fermo), che ha gestito l’accoglienza di alcune centinaia di sfollati dopo i terremoti di agosto e ottobre, lavora a pieno ritmo: “Dobbiamo trovare disponibilità di alloggi per l’eventuale richiesta e stiamo organizzando l’accoglienza – spiega Lorenzo Alessandrini della Protezione Civile – rastrellando posti letto”. Il sindaco di San Severino Marche (Macerata) Rosa Piermattei ha deciso di riaprire il centro di accoglienza nella vecchia palestra dell’Istituto comprensivo ‘Padre Tacchi Venturi’.

A Tolentino (Macerata) è stato riaperto il punto di prima accoglienza all’interno dello Spazio ‘815. A disposizione anche l’area Camper di zona Sticchi. Il sindaco di Camerino, invece, è orientato a non riaprire i centri d’accoglienza, valuterà le richieste e cercherà di ospitare le persone nei container della Protezione civile. A Fabriano, il PalaGuerrieri sarà aperto dalle 21 per fornire un luogo riscaldato a chi avesse paura di rientrare a casa.

Pesanti anche i problemi di viabilità, i particolare sulla Salaria. Chiuso al transito il valico di Colfiorito.

(di Anna Maria Danese/ANSA)

Ultima ora

16:43Gb: revival per Marx, ‘restauriamo la sua tomba’

(ANSA) - LONDRA, 15 DIC - E' tempo di 'revival' per Karl Marx nel Regno Unito. Con l'avvicinarsi di un importante anniversario, nel 2018 ricorrono i 200 anni dalla sua nascita, il cimitero di Highgate, nel nord di Londra, ha lanciato la proposta per una ambiziosa ristrutturazione della tomba che ospita le spoglie del padre del comunismo. Come ha spiegato al Times Ian Dungavell, il direttore del complesso monumentale dove sono sepolti artisti, filosofi e star dei giorni nostri, il progetto prevede l'ingrandimento della tomba di Marx con l'inserimento di piante e blocchi di granito al fine di permettere un migliore accesso dei tanti visitatori. Nell'ultimo anno sono stati 85 mila e in gran parte sono venuti per vedere dove riposa l'autore del 'Capitale'. Secondo Dungavell, al revival marxiano ha contribuito anche il leader del partito laburista, Jeremy Corbyn, col suo nuovo socialismo e i suoi apprezzamenti su Marx, da lui definito "grande economista".

16:43Truffa casa di riposo: arrestato ex assessore, sequestri

(ANSA) - BARI, 15 DIC - Avrebbero gonfiato i costi dei lavori di ristrutturazione della casa di riposo "Sant'Anna" di Noci (Bari), ente ecclesiastico con sede a Roma, ottenendo tramite la Regione Puglia fondi europei non dovuti pari a 1,5 milioni di euro. Per i reati, a vario titolo contestati, di truffa aggravata, emissione di fatture per operazioni inesistenti e auto-riciclaggio, la Guardia di Finanza ha arrestato, con concessione dei domiciliari, l'ex assessore comunale di Noci Vittorio Lippolis, "ritenuto - dicono i finanzieri - il promotore e principale artefice della frode". Nei suoi confronti è stato eseguito anche un sequestro preventivo pari a 1,7 milioni di euro. Ad altre 15 persone, due consulenti, due religiose rappresentanti dell'ente ecclesiastico e imprenditori, è stato notificato l'avviso di conclusione delle indagini preliminari. Gli accertamenti dei finanzieri della Tenenza di Putignano (Bari), coordinati dal pm Federico Perrone Capano, sono stati eseguiti fra il 2014 e il 2016.

16:43Calcio: Mihajlovic, vittoria con Lazio ha ‘stappato’ il Toro

(ANSA) - TORINO, 15 DIC - "La vittoria di Roma ci ha stappato come una bottiglia di champagne, ci voleva. Non dobbiamo montarci la testa, spero sia servita anche all'ambiente per avere più equilibrio". I tre punti con la Lazio hanno restituito entusiasmo al Toro, che ospita il Napoli. "Gli azzurri sono l'unica squadra che ci ha preso a pallonate, spero che i giocatori abbiano la mia stessa voglia di rivincita", sottolinea Mihajlovic. "Giocano il miglior calcio. E recuperano Insigne, il che non è una grande notizia per noi - osserva -. Mi fa sorridere quando leggo che si mette in discussione Sarri, ha fatto un lavoro meraviglioso. Un momento di difficoltà ci può stare, ma le grandi squadre ripartono sempre, spero tra una settimana...". Il Torino ha preparato la partita "sui loro difetti e sulle nostre qualità", spiega Mihajlovic, che ritrova Ljajic, dopo la punizione della tribuna, e Niang. Possibile che entrambi si accomodino in panchina per lasciar spazio a Iago Falque e Berenguer, mancato partenopeo la scorsa estate.

16:35Israele: premier Netanyahu interrogato dalla polizia

(ANSAmed) - TEL AVIV, 15 DIC - Per la settima volta, il premier Benyamin Netanyahu è stato interrogato dalla polizia nella sua residenza ufficiale di Gerusalemme nell'ambito di due inchieste giudiziarie su presunte corruzioni. Lo riportano i media ricordando che l'ultimo interrogatorio del premier si è svolto, per quatto ore, lo scorso 19 novembre sempre a Gerusalemme.

16:30Gerusalemme:1 milione protesta a Gaza

(ANSAmed) - GAZA, 15 DIC - Una massiccia adunata - calcolata da fonti locali in quasi un milione di persone - si è svolta in queste ore a Gaza partendo da Rafah, nel sud, fino Beit Hanoun, al nord, lungo la strada Salah Adin. Durante la dimostrazione - convocata da tutte le fazioni palestinesi contro la decisione di Trump su Gerusalemme subito dopo le preghiere del venerdì nelle Moschee - è stato chiesto di continuare la protesta ogni venerdì. Subito dopo manifestanti si sono diretti verso la barriera di demarcazione con Israele dove sono cominciati scontri con l'esercito dello Stato ebraico.

16:29Gb: Harry e Meghan si sposano il 19 maggio

(ANSA) - LONDRA, 15 DIC - Il principe Harry e la fidanzata Meghan Markle si sposeranno il prossimo 19 maggio al Castello di Windsor. L'annuncio ufficiale è stato dato da Kensington Palace.

16:28Nato: ‘grave preoccupazione’ per sistema missili russo

(ANSA) - BRUXELLES, 15 DIC - "Gli alleati hanno individuato un sistema missilistico russo che solleva seria preoccupazione". E' quanto afferma, in una nota, il Consiglio Atlantico della Nato sottolineando che il Trattato Inf (che vieta i missili intermedi), "per 30 anni cruciale per la sicurezza Euro-Atlantica", è rispettato dagli Usa mentre il non rispetto da parte russa dei patti post-guerra fredda è motivo di "di grave e urgente preoccupazione".

Archivio Ultima ora