Lorenzin, il Piano vaccini operativo in poche settimane

Pubblicato il 19 gennaio 2017 da ansa

ROMA.- Sarà operativo nell’arco di poche settimane il nuovo Piano nazionale di prevenzione vaccinale 2017-19 che, approvato definitivamente dalla Conferenza Stato-Regioni, introduce molte nuove vaccinazioni gratuite per tutte le fasce di età e promette un risparmio di 200 mln annui. L’annuncio arriva, al termine della riunione, dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin: “Perché il piano sia effettivo – ha affermato – si dovrà aspettare solo la pubblicazione in Gazzetta, quindi i cittadini dovranno attendere poco e possiamo ormai dire che la norma è operativa”.

Soddisfatto anche Stefano Bonaccini, presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, secondo cui “oggi è una giornata importante per l’affermazione della politica di prevenzione nel nostro Paese”.

In particolare, il nuovo Calendario vaccinale comprende vaccinazioni per le quali sono da anni previsti programmi nazionali di immunizzazione (le vaccinazioni contro difterite, tetano, polio, epatite B, Hib, pertosse, pneumococco, morbillo, parotite, rosolia, meningococco C nei nuovi nati, HPV nelle undicenni e influenza negli over-65) e quelle di nuova introduzione nei Livelli essenziali di assistenza (le vaccinazioni anti-meningococco B, anti-rotavirus e antivaricella nei nuovi nati; la vaccinazione anti-HPV nei maschi undicenni; l’antimeningococcica tetravalente e il richiamo anti-polio con IPV negli adolescenti; le vaccinazioni anti-pneumococco e anti-Zoster nei 65enni).

Il Piano vaccini è finanziato con 413 mln di euro nel triennio ed ha trovato sulle cifre, ha detto il ministro, l’accordo delle regioni. Prevede anche, ha annunciato, campagne di informazione per i cittadini: “E’ necessaria una grande battaglia culturale e per questo faremo campagne di sensibilizzazione per le famiglie e che coinvolgano i medici, perchè dobbiamo sconfiggere pregiudizi antiscientifici e falsi che stanno portando molte famiglie a rinunciare alle vaccinazioni”.

Non solo: sarà definito a breve un documento di linee guida per le Regioni per accompagnare il Piano ed “essere certi che il calendario vaccinale parta allo stesso modo su tutto il territorio nazionale”, ha puntualizzato il ministro, rispondendo alla richiesta di definire una puntuale tempistica del calendario vaccinale da parte del coordinatore degli assessori regionali alla Sanità Antonio Saitta.

Ma l’atteso documento indica pure chiaramente la necessità di nuove norme in merito all’obbligo delle vaccinazioni per l’iscrizione a scuola e sanzioni per i medici anti-vaccini. Dal nuovo Piano, si legge infatti, “potrà essere generata una normazione aggiornata, garantendo, peraltro, la protezione degli individui e delle comunità, con misure correlate, come, ad esempio, l’obbligo di certificazione dell’avvenuta effettuazione delle vaccinazioni per l’ingresso scolastico.

Parte integrante di questi vincoli, sarà anche la ricognizione continua delle possibili violazioni del supporto alla pratica vaccinale da parte dei medici”, fino “all’adozione di sanzioni disciplinari o contrattuali qualora ne venga ravvisata l’opportunità”.

Annuncia però battaglia contro il nuovo Piano vaccini il Codacons, con un ricorso al Tar e alla Commissione europea: “In assenza dei singoli vaccini obbligatori – afferma – appare un atto illecito la disposizione di sanzioni nei confronti di quei medici che si sentono di non consigliare la somministrazione simultanea di più vaccini, alcuni dei quali non obbligatori”.

(di Manuela Correra/ANSA)

  • alessiodibenedetto

    L’ITALIA DELLA LORENZIN
    È tutto un susseguirsi di ansiosi, pressanti e preoccupati appelli a vaccinare tutti i bimbi e vaccinarci tutti per l’influenza, a vaccinare tutte le donne di ogni età per il papilloma virus. È commovente la preoccupazione dei nostri politici di governo, istituzioni sanitarie, dell’informazione radiotelevisiva e cartacea, ovviamente tutta libera e indipendente, attivamente, interamente mobilitata (con rarissime eccezioni) e partecipe con instancabile ed eroico impegno a questa crociata dei disinteressati benefattori del popolo, così attenti e sensibili al benessere e salute dei loro amati sudditi. Il mondo ci invidia un governo, una classe politica e istituzioni sanitarie così oneste, competenti, efficienti, colte, preparate, disinteressate. È un quadro edificante, merita il popolo italiano una così grande fortuna? Si rende conto di quanti inestimabili benefici in tutti i campi, non solo nella sanità, sia debitore a questa classe politica? Un esempio, la continua cura e il pressante interesse per la nostra salute. Qualche ingrato e incompetente, tra cui 120 pediatri, ha osato contestare l’affettuoso invito a scaricare di colpo sei vaccinazioni (vaccini esavalenti) a 3 mesi di età, seguite da una continua serie fino a 15 mesi, il resto dopo: http://www.quotidiano.net/vaccini-medici-contrari-1.1429559
    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10210505709871355&set=a.1266157626396.2038526.1603446683&type=3
    https://uploads.disquscdn.com/images/71957c7b68c6bdcd7a61e4fb5e69098d9b1aec4dca9f70796681d845e2a94290.jpg

  • alessiodibenedetto

    LA PREPARAZIONE SANITARIA CHE LA DIPLOMATA LORENZIN HA RICEVUTO AL LICEO CLASSICO SI MANIFESTA IN TUTTA LA SUA IGNORANZA, DURANTE LE SUE APPARIZIONI IN TV, DOVE TRA L’ALTRO HA AFFERMATO CHE:
    -, la pertosse sarebbe un virus;
    -. che la pertosse sarebbe un male incurabile e che i bambini li si ricovera e si darebbe loro “quel che si trova”;
    -. che per curare i virus si userebbero gli antibiotici;
    -. che per due anni consecutivi è andata raccontando che in Inghilterra ci sarebbero stati oltre 200 morti di morbillo,
    -. che eravamo di fronte ad un’epidemia di meningite ed altre amenità di questo tipo, ho fondati motivi per ritenere non solo che la Lorenzin non abbia la minima idea di ciò che fa e dice e parla di cose che non conosce prendendo informazioni, come disse lei, da “quello che trova”, ma soprattutto che chi l’ha nominata, votata, riproposta, rivoltata e la citi, evidentemente, ha le medesime conoscenze. FIRMA CONTRO OBBLIGATORIETA’ DI 13 VACCINI – PREVISTA DAL DISEGNO DI LEGGE 2679 DEL PD (2.2.2017) https://www.change.org/p/alla-corte-costituzionale-italiana-firma-contro-obbligatorieta-dei-vaccini-prevista-dal-disegno-di-legge-2679-del-pd

Ultima ora

09:16Catalogna:morto procuratore capo Madrid,accusò secessionisti

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - E' morto sabato in Argentina, dove aveva accusato un malore, il procuratore capo dello stato spagnolo Josè Manuel Maza, che aveva guidato l'accusa contro i leader secessionisti catalani. Lo riferisce El Pais. Maza, 66 anni, si era sentito male - soffriva di diabete - durante una riunione delle procure ibero-americane a Buenos Aires ed i medici gli avevano consigliato il ricovero. Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha espresso le condoglianze del governo alla famiglia, agli amici ed ai suoi colleghi. Maza aveva chiesto tra l'altro l'incriminazione per sedizione dei leader delle istituzioni catalane, a partire da Carles Puigdemont, dopo la proclamazione dell'indipendenza.

08:43Usa: Casa Bianca, telefonata Trump-Macron su Libano e Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 19 NOV - Donald Trump ha parlato sabato con il presidente francese Emmanuel Macron della situazione in Libano e in Siria. Entrambi i presidenti, riferisce la Casa Bianca, "hanno concordato sulla necessità di lavorare con gli alleati per contrastare le attività destabilizzanti di Hezbollah e dell'Iran nella regione".

08:38Argentina:registrati tentativi chiamate da sottomarino

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Sette tentativi di chiamate satellitari provenienti dal sottomarino argentino disperso nell'Atlantico sono state registrate tra le 10:00 e le 15:00 di sabato. Lo rendono noto i media locali citando il ministero della Difesa argentino. Al momento si sta lavorando per cercare di utilizzare i segnali per determinare la posizione del sottomarino disperso al largo della Patagonia.

01:30Azzurri:Bonucci,Ventura unico colpevole è brutto e riduttivo

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano''. Dopo il match con il Napoli, il difensore del Milan e della Nazionale italiana torna sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. ''Gli altri - afferma Bonucci a Sky - crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere prima del commissario tecnico"

01:16Azzurri:Sarri’nessuno ha difeso Ventura e non mi è piaciuto’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Nessuno ha preso le difese di Ventura. Qualcuno avrebbe dovuto farlo. Non ho sentito le parole dell'associazione allenatori e questo mi ha fatto male''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri prende le difese dell'ex ct della nazionale Giampiero Ventura assediato dai media dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. ''Nessuno l'ha difeso e non mi è piaciuta la gogna mediatica a cui è stato sottoposto''. ''Io ct? Più facile - aggiunge Sarri - che io faccia il politico''.

00:41Calcio: Liga, finisce a reti inviolate il derby di Madrid

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Finisce a reti inviolate il derby di Madrid. Nella 12/a giornata della Liga, l'Atletico, prossimo avversario della Roma in Champions League, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Real di Cristiano Ronaldo. Ne approfitta il Barcellona che allunga sempre di più in classifica dopo la larga vittoria 3-0 sul campo del Leganes. Ora i blaugrana hanno 7 punti di vantaggio sul Valencia impegnato domani contro l'Espanyol e 10 sulle due squadre di Madrid.

00:40Calcio:Insigne’dispiace molto per Mondiale,ma no polemiche’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "E' stata una grande vittoria contro una grande come il Milan. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli''. A Premium Sport l'attaccante del Napoli Lorenzo Insigne torna sulla mancata qualificazione al Mondiale: Scudetto possibile? ''Sappiamo che possiamo fare grandi cose quest'anno, stiamo dando il massimo e speriamo che basterà. Il Napoli per dimenticare la panchina in Nazionale? A me è dispiaciuto di più non andare al Mondiale rispetto a non aver giocato. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il CT quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo. Dispiace molto, ma ora devo pensare al Napoli".

Archivio Ultima ora