Arriva Eneide 2.0, sosterrà la Biblioteca Vaticana

Pubblicato il 20 gennaio 2017 da ansa

CITTA’ DEL VATICANO. – Volumi ingialliti dai secoli accanto a laboratori supertecnologici con format utilizzati anche dalla Nasa. Vangeli accanto ad antichi libri di medicina o alle prime cartine geografiche mai realizzate. I documenti sulla persecuzione dei cristiani in Giappone che hanno ispirato l’ultimo film di Martin Scorsese ‘Silence’ accanto alle miniature di matrimoni italiani nel Medioevo. E’ una istantanea della Biblioteca Apostolica Vaticana.

Le origini risalgono al IV secolo ma la storia della biblioteca ‘moderna’ – oggi un patrimonio di 180mila volumi manoscritti e d’archivio, 1.600.000 libri stampati, 8.600 incunaboli, 300mila tra monete e medaglie, 150mila stampe e disegni e 150mila fotografie – risale alla metà del Quattrocento (1451 per la precisione) per arrivare a Papa Sisto V che tra il 1587 e il 1589 realizzò l’attuale Biblioteca.

E la sua nuova vita da qualche anno è anche online. “La digitalizzazione – spiega il Prefetto mons. Cesare Pasini – ha un duplice scopo, la conservazione dei volumi e quello la diffusione via web per rendere disponibile questo patrimonio, che noi consideriamo di tutta l’umanità, in ogni parte del mondo”.

Il processo è in corso ed è stato messo on line l’11% del patrimonio. Per supportare il progetto ora arriva l’Eneide 2.0, un ‘Folio’ del “Virgilio Vaticano”, manoscritto miniato realizzato intorno al 400 d.C., digitalizzato e stampato in 200 copie che verranno date a chi farà una donazione.

“Il progetto – spiega Maite Bulgari, fondatrice di Digita Vaticana Onlus – è una delle iniziative della nostra associazione per raccogliere fondi a supporto della digitalizzazione dei manoscritti della Biblioteca e dare così la possibilità, a studiosi e non, di accedere a questo immenso patrimonio”.

Ad accogliere gli studiosi nel Salone Sistino, il cuore della Bav, è un fac-simile della ‘Bibbia urbinate’, “un’opera pregiata – spiega il vice Prefetto Ambrogio Piazzoni – e costosissima. All’epoca si stimò che con i costi della sua realizzazione si poteva costruire una cattedrale. Oggi parleremmo di milioni di euro…”. Opere che venivano tramandate attraverso il lavoro degli ‘amanuensi’, monaci che trascorrevano tutta la loro vita a copiare libri. “E oggi con la digitalizzazione – riferisce la responsabile del laboratorio dove vengono fotografati e scannerizzati i testi – tramandiamo ciò che è arrivato dal passato”. La versione moderna degli antichi copiatori.

Prima di arrivare alle camere oscure o agli scanner i volumi passano per il laboratorio di restauro, che è un po’ la ‘clinica’ dei libri del Papa dove, a mani nude e camici bianchi, e con tecniche che fondono la tradizione con i nuovi studi, si ripara ciò che viene usurato dal tempo. E’ ancora una donna a guidare il reparto, Angela Nunez Gaitan. “Il nemico numero uno dei libri antichi? Secondo me è l’uomo…”, risponde ridendo ma indica poi il problema dell’umidità e degli insetti che deteriorano negli anni la cellulosa.

Sotto la lente dei restauratori oggi anche alcune opere del Fondo Marega, il patrimonio di documenti che racconta la storia dei cristiani perseguitati in Giappone, sui grandi schermi grazie al film ‘Silence’ di Martin Scorsese. “Non usiamo guanti perché perderemmo la sensibilità nel trattare l’opera – spiega -. Ma non fate mai quello che si vede ne ‘Il nome della rosa’, il monaco che prima di sfogliare lecca il dito. I libri si possono toccare, altrimenti sarebbe la loro morte, sapendo però che dobbiamo trasmetterli anche alle generazioni future”.

(di Manuela Tulli/ANSA)

Ultima ora

15:52Gb: all’asta l’ultimo quadro dipinto da Winston Churchill

(ANSA) - LONDRA, 22 OTT - Va all'asta l'ultimo dipinto realizzato da Winston Churchill: lo annuncia l'agenzia Pa citando un dirigente della celebre casa d'aste Sotheby's. L'opera, raro esempio d'arte 'astratta' nella produzione di sir Winston, s'intitola 'The Goldfish Pool At Chartwell'. Fu completata nel 1962 e donata poco prima della morte del primo ministro britannico della Vittoria (nel '65) al sergente Edmund Murray, sua storica guardia del corpo. Rievoca il luogo che Churchill definì "il più speciale al mondo" per rilassarsi durante la II guerra mondiale. Stando alle previsioni, dovrebbe essere aggiudicata per una cifra attorno alle 80.000 sterline, circa 90.000 euro. Pittore dilettante quanto prolifico, oltre che statista, storico, giornalista e premio Nobel per la letteratura, Churchill dipinse in un quarantennio - dopo essersi appassionato all'hobby del pennello a partire dagli anni '20, come strumento per uscire dalla depressione in un momento politico e personale buio - 544 fra acquerelli e altre opere.

15:38Catalogna: Dastis,molte immagini violenza polizia sono false

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - "Finora, molte delle immagini diffuse sono dei fake, se c'è stato uso della forza da parte della polizia è stato limitato e comunque rispettava le disposizioni delle autorità" per il rispetto della legge. Lo ha detto il ministro degli Esteri spagnolo Alfonso Dastis alla Bbc, rispondendo ad una domanda sulla violenza della polizia il primo ottobre in Catalogna, durante le operazioni di voto del referendum indipendentista. "Se c'è stato uso della forza, e alcune immagini in effetti lo testimoniano, non è stato deliberato, ma è stato provocato", ha aggiunto Dastis.

15:36Namibia: rivincita del rinoceronte, azzoppato un bracconiere

(ANSA) - IL CAIRO, 22 OTT - Un cacciatore di frodo ha avuto la peggio in una battuta al rinoceronte in un parco nazionale del nord della Namibia: è stato gravemente ferito ad una gamba dall'animale e poi arrestato. La vittoria del rinoceronte sul suo persecutore consumatasi nell'Etosha National Park è stata descritta dal sito del quotidiano "The Namibian" basandosi su informazioni della polizia di Kunene. L'uomo, Luteni Muharukua, di età imprecisata, era penetrato nel parco assieme ad altri bracconieri per cacciare rinoceronti. Mentre erano sulle tracce di un esemplare, l'altrimenti mansueto mammifero è "sbucato dal nulla e ha caricato" i criminali: nella fuga, Muharukua è caduto e il rinoceronte "lo ha gravemente ferito alla gamba". A minacciare l'esistenza di questi animali imponenti ma "dall'indole pacifica" è il commercio di corni che ha causato la morte della metà dei rinoceronti durante gli anni Settanta.

15:31Russia: liberato Navalny dopo 20 giorni di prigione

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Il leader dell'opposizione russa Aleksey Navalny è stato rilasciato dopo aver scontato i 20 giorni di carcere che gli erano stati inflitti per aver organizzato una manifestazione non autorizzata. Uscito dal carcere, Navalny ha dichiarato sui social che spera di partecipare ad una manifestazione organizzata in serata nella città meridionale di Astrakhan.

15:30Referendum: Regione Lombardia, alle 12 affluenza 10,8%

(ANSA) - MILANO, 22 OTT - In Lombardia alle 12 ha votato il 10,75% degli elettori. Il dato è riferito al 97,5% delle sezioni, 8.893 sezioni su 9.224. Lo ha comunicato Regione Lombardia, precisando che l'affluenza del 6,25%, resa nota in un primo momento, si riferiva solo a una parte delle sezioni e che il conteggio del sistema elettronico era in via di aggiornamento.

15:30Anp, Londra corregga Dichiarazione Balfour o sarà causa

(ANSAmed) - TEL AVIV, 22 OTT - Se la Gran Bretagna non corregge "l'errore storico" della Dichiarazione Balfour, l'Autorità nazionale palestinese (Anp) andrà avanti per "vie legali". Lo ha detto il ministro degli affari esteri Ryad al Malki in vista delle celebrazioni di Londra per i 100 anni della Dichiarazione del 2 novembre 1917 sulla creazione di "un focolare nazionale ebraico" in Palestina, allora provincia ottomana. "Andremo avanti con le procedure legali, se la Gran Bretagna - ha detto in un'intervista - insiste nella sua posizione".

15:20Direttore Oms revoca nomina ambasciatore a Mugabe

(ANSA) - ROMA, 22 OTT - Il direttore generale dell'Oms Tedros Ghebreyesus ha revocato l'incarico al presidente dello Zimbawe Robert Mugabe come ambasciatore di buona volontà dell'Oms in seguito alle opposizioni e alle polemiche che si sono accese subito dopo l'annuncio dell'incarico. ''Ho ascoltato attentamente tutti coloro che hanno espresso le loro preoccupazioni - fa sapere in una nota - Mi sono anche consultato con il governo dello Zimbabwe e abbiamo concluso che questa decisione è nel migliore interesse dell'Oms''.

Archivio Ultima ora