Stalking: braccialetto elettronico a molestatore e vittima

(ANSA) – VENEZIA, 24 GEN – Pur di avere la sicurezza di non essere più molestata dall’ex marito, ha accettato anche lei di indossare un braccialetto elettronico, in modo che se l’ex coniuge, accusato di comportamenti persecutori, si dovesse avvicinare, l’allarme suonerà nella sala operativa delle forze dell’ordine facendo scattare i soccorsi. E’ uno dei primi casi in Italia quello autorizzato dal giudice di Venezia Irene Casol. All’imputato, un imbianchino di 48 anni residente in un comune del Miranese, era già stato applicato il braccialetto elettronico un paio di settimane fa in modo da controllare che non lasciasse gli arresti domiciliari disposti dopo l’ennesima aggressione ai danni della donna.

Condividi: