Università italiane a caccia di partnership più forte in Usa

Pubblicato il 25 gennaio 2017 da ansa

WASHINGTON. – L’Italia sbarca per la prima volta in Usa con il suo sistema universitario per cercare di rafforzare la collaborazione sul fronte degli scambi di studenti e ricercatori, nonché dei progetti comuni, anche legati al mondo industriale.

Promotrice dell’iniziativa l’ambasciata italiana di Washington, che è riuscita a mettere insieme la Conferenza dei rettori delle università italiane (Crui), con rappresentanti di 35 atenei, e alcune delle maggiori associazioni universitarie americane, come l’Association of public and Land-grant Universities (Aplu), il National Council of University research administrators (Ncura), l’Association of international education administrators (Aiea) e l’American Council for international education (Acie).

Una iniziativa di tre giorni culminata in un Forum che ha esplorato come e in quali settori stimolare una partnership più forte, rimuovendo gli ostacoli esistenti, sfruttando i programmi di finanziamento americani ed europei. Il compito di presentare le eccellenze del sistema universitario italiano è stato affidato al rettore dell’università di Pavia, Fabio Rugge, delegato per le relazioni internazionali della Crui, al suo collega dell’ateneo veneziano Ca’ Foscari, Michele Bugliesi, e al rettore dell’università di Sassari, Massimo Carpinelli.

“Oggi a Washington ha debuttato la nuova politica estera dell’università italiana”, ha spiegato Rugge all’ANSA, preannunciando altri ‘sbarchi’ analoghi in Israele e in India. “Il nostro sistema universitario – ha sottolineato – ha già molte eccellenze e primati, ma ora possiamo fare un ulteriore balzo nell’internazionalizzazione, spinti da un crescente numero di corsi in inglese, oltre 900 nell’ultimo anno accademico, e da una strategia di promozione condivisa, che coinvolge oltre alla Crui i ministeri dell’Istruzione, degli Esteri, degli Interni (per i visti), Unitalia e Confindustria.

“La sfida è dimostrare che si può venire a studiare in Italia non solo architettura, design e archeologia ma anche economia, ingegneria e medicina”, ha aggiunto, ricordando ad esempio “l’adroterapia con ioni di carbonio contro il cancro esistente solo in Italia, Germania e Giappone e che ora viene importata in Texas”.

“Il forum di oggi è una iniziativa utilissima, soprattutto per la possibilità di dialogare con le ‘agenzie’ universitarie americane, che possono finanziare possibili progetti comuni”, ha commentato Marco Gilli, rettore del Politecnico di Torino.

“E’ la prima volta che si ritrovano così tanti esponenti del mondo universitario italiano e americano”, ha commentato l’ambasciatore italiano a Washington Armando Varricchio ricevendo gli ospiti nella sua residenza. “La ricerca – ha proseguito – è cruciale nella cooperazione culturale perché le idee non conoscono barriere e gli sforzi in questa direzione sono sempre vincenti per tutti”.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

12:48Migranti: assessore Turismo, no accoglienza in comuni Unesco

(ANSA) - CATANIA, 18 AGO - Una delle "emergenze che danneggia le nostre eccellenze è l'immigrazione. Non sono razzista e sono per l' accoglienza, ma con alcuni limiti di buon senso. Uno di questi: non distribuire i profughi nei comuni turistici. Non si possono fare Sprar con decine di migranti a Taormina, a Bronte o nel patrimonio Unesco. I migranti vanno distribuiti altrove. Perciò chiedo ai nostri solerti prefetti di esentare dall'obbligo di accoglienza i sindaci dei comuni turistici siciliani". Lo afferma l'assessore regionale al Turismo, Anthony Barbagallo, in un'intervista a La Sicilia. "La deroga - aggiunge - riguarderebbe circa una cinquantina di Comuni: tutti quelli sedi di siti Unesco, più quelli a evidente vocazione turistica. Non è difficile, secondo me si può fare. Sin da subito". Tra le altre emergenze che danneggiano il turismo nell'Isola, l'assessore ha citato "i pesantissimi danni d' immagine" causati dai "rifiuti, per i quali, oltre ai controlli, urge una rivoluzione culturale" e "quest'anno dagli incendi".

12:36Barcellona: arbitri e Figc, 1′ raccoglimento a Coverciano

(ANSA) - COVERCIANO (FIRENZE), 18 AGO - Un minuto di raccoglimento per l'attentato di Barcellona è stato osservato nel Centro tecnico federale di Coverciano, dove si svolge il tradizionale incontro organizzato dall'AIA in vista dell'inizio della Serie A. Di fronte agli arbitri impegnati nell'ultimo raduno precampionato, intervengono il Presidente federale Carlo Tavecchio, il Presidente dell'Associazione arbitri Marcello Nicchi ed i rappresentanti delle Leghe e delle componenti tecniche, i responsabili di CAN A e CAN B.

12:28Uno bianca: Occhipinti in vacanza-premio in Valle d’Aosta

(ANSA) - PADOVA, 18 AGO - Marino Occhipinti, condannato all'ergastolo per uno degli omicidi dei fratelli Savi della Uno bianca e attualmente sottoposto al regime della semilibertà dal 2012, ha ottenuto dal Tribunale di sorveglianza di Padova, dove è detenuto, la possibilità di trascorrere una settimana in un albergo a quattro stelle a Breuil. Secondo quanto riporta il Gazzettino, Occhipinti sarebbe stato invitato nella località valdostana in relazione ad una iniziativa promossa da Comunione e Liberazione e dalla Cooperativa Giotto, alle cui dipendenze lavora ormai da oltre 15 anni. Occhipinti sarebbe ospite dell'albergo dove viene organizzato l'evento.

12:27Barcellona: Farnesina, 2 italiani morti e 3 feriti

(ANSA) - ROMA, 18 AGO - "Ci sono due italiani tra le vittime e tre feriti". Lo afferma il capo dell'Unità di Crisi della Farnesina Stefano Verrecchia.

12:27Barcellona: sindaco Legnano conferma, Gulotta è morto

(ANSA) - MILANO, 18 AGO - "Nessuna conferma ufficiale dalla Farnesina, ma è sicuro che il nostro concittadino è morto": lo ha detto il sindaco di Legnano, Giambattista Fratus, in una conferenza stampa convocata a Legnano sulla scomparsa a Barcellona di Bruno Gulotta. Il sindaco ha parlato di una giovane vita spezzata in modo "assurdo". Intanto emerge che Gulotta, sulle Ramblas, ha appena fatto in tempo a mettere in salvo i figli prima di essere ucciso. A raccontarlo è stato il titolare della società di Legnano in cui Gulotta lavorava, Pino Bruno. Bruno ha parlato con la moglie di Gulotta, Martina, 28 anni, che gli ha raccontato l'accaduto: "Stavano passeggiando sulle Ramblas con i due figli, Aria, di 7 mesi, nel passeggino, e Alessandro, di 6 anni, che il padre teneva per mano. Il van è arrivato all'improvviso. Tutti d'istinto si sono chinati, come a proteggersi". Gulotta si è messo davanti ai figli, ed è stato travolto. (ANSA).

12:27Barcellona: sindaco Legnano conferma, Gulotta è morto

(ANSA) - MILANO, 18 AGO - "Nessuna conferma ufficiale dalla Farnesina, ma è sicuro che il nostro concittadino è morto": lo ha detto il sindaco di Legnano, Giambattista Fratus, in una conferenza stampa convocata a Legnano sulla scomparsa a Barcellona di Bruno Gulotta. Il sindaco ha parlato di una giovane vita spezzata in modo "assurdo". Intanto emerge che Gulotta, sulle Ramblas, ha appena fatto in tempo a mettere in salvo i figli prima di essere ucciso. A raccontarlo è stato il titolare della società di Legnano in cui Gulotta lavorava, Pino Bruno. Bruno ha parlato con la moglie di Gulotta, Martina, 28 anni, che gli ha raccontato l'accaduto: "Stavano passeggiando sulle Ramblas con i due figli, Aria, di 7 mesi, nel passeggino, e Alessandro, di 6 anni, che il padre teneva per mano. Il van è arrivato all'improvviso. Tutti d'istinto si sono chinati, come a proteggersi". Gulotta si è messo davanti ai figli, ed è stato travolto. (ANSA).

12:23Barcellona: sindaco Legnano conferma, Gulotta è morto

(ANSA) - LEGNANO (MILANO), 18 AGO - "Nessuna conferma ufficiale dalla Farnesina, ma è sicuro che il nostro concittadino è morto": lo ha detto il sindaco di Legnano, Giambattista Fratus, in una conferenza stampa convocata a Legnano sulla scomparsa a Barcellona di Bruno Gulotta.

Archivio Ultima ora