Pellegrinaggi: Lourdes in crisi, tra le nuove mete spunta l’Iran

Pubblicato il 25 gennaio 2017 da ansa

Lourdes, la crisi dei pellegrinaggi organizzati

ROMA. – Le mete storiche dei pellegrinaggi sono in crisi. Un po’ la paura del terrorismo, un po’ la crisi economica, i fedeli sono in ritirata dai luoghi storici della fede. La Terra Santa, diventata più ‘piccola’ senza le tappe in Siria, Egitto e Turchia, lo scorso anno ha visto un calo del 30% delle prenotazioni. Anche Lourdes, per ragioni legate alla paura dopo gli attacchi terroristici in Francia, ha visto un calo del 10%; Fatima – per la quale si conta in un rilancio questo 2017 per il centenario delle apparizioni della Madonna e la visita del Papa – ha perso il 30% del flusso di pellegrini.

A dare una istantanea della situazione dei pellegrinaggi, che stanno rapidamente cambiando forma e mete, è l’amministratore delegato dell’Opera Romana Pellegrinaggi, monsignor Liberio Andreatta. E a sorpresa spuntano itinerari della fede nuovi, come l’Iran, l’antica Persia, con la sua ‘cappella Sistina’ ad Isfahan. Cominciano anche i primi viaggi in Cina.

In Europa i fedeli dirottano verso la Spagna, dove quest’anno due santuari vivono il loro Giubileo straordinario, Santo Toribio nel Nord del paese, e Caravaca de la Cruz nel Sud. “Vanno molto bene anche i pellegrinaggi in Italia – riferisce ancora mons. Andreatta – cresciuti lo scorso anno del 20%. In Italia abbiamo un accordo con il Fai, il Fondo Ambiente Italiano, perché valorizziamo alcuni luoghi naturali dal punto di vista pastorale, anche alla luce dell’enciclica Laudato si’ di Papa Francesco”.

La stessa logica che ha spinto l’Opera Romana Pellegrinaggi a proporre mete come l’Alaska e il Canada “perché il Creato è il santuario di Dio”.

Bene l’Italia, e bene anche Roma. “E’ vero che dal punto di vista degli albergatori romani il Giubileo non ha portato tanti turisti quanti ne aspettavano, ma noi comunque abbiamo registrato una crescita delle presenze nei nostri itinerari ‘Roma Cristiana’. Ricordiamo che l’Anno Santo voluto da Papa Francesco era diffuso in tutte le diocesi e dunque non era necessario venire a Roma. E comunque i pellegrini sono arrivati. E se non ci fosse stato il Giubileo il turismo di Roma avrebbe segnato un calo del 10-15%. Ma a cambiare pelle al pellegrinaggio non è solo la situazione geopolitica o economica.

“E’ anche cambiata la cultura del pellegrino, permeata anch’essa dall’individualismo. Si è perso il senso del gruppo, non si parte più in grandi numeri dalle parrocchie”, spiega Andreatta. E anche il pellegrinaggio diventa allora una scelta individuale, da condividere al massimo con la famiglia o un piccolo gruppo di amici.

“Oggi sui charter dei nostri viaggi l’80% sono passeggeri individuali e solo il 20% quelli dei gruppi, una proporzione che si è letteralmente capovolta rispetto a solo qualche anno fa”. Grazie alle low cost, imperversa anche negli itinerari di fede il “fai-da-te”, perdendo un po’ quella atmosfera di gruppo che era parte essenziale dei pellegrinaggi.

(di Manuela Tulli/ANSA)

Ultima ora

09:01Blitz antimafia a Roma, sequestri per 280 milioni

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Arresti e sequestro di beni da 280 milioni di euro a Roma: anche bar, ristoranti, pizzerie e sale slot. I carabinieri del Comando provinciale di Roma stanno eseguendo una ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 23 persone ritenute responsabili a vario titolo di appartenere a due associazioni a delinquere finalizzate a estorsione, usura, riciclaggio, impiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita e il fraudolento trasferimento di beni o valori. I carabinieri, nel corso di un'operazione condotta anche con la partecipazione dei finanzieri del locale Nucleo di Polizia Tributaria, stanno eseguendo nelle province di Roma, Napoli, Milano e Pescara un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Roma su richiesta della locale DDA nei confronti di 23 persone. Decine le perquisizioni. La maxi-operazione scaturisce da un'indagine dei carabinieri denominata "Babylonia", su due sodalizi criminali "in vertiginosa crescita" sul territorio capitolino, con base a Roma e Monterotondo.

08:35Caporalato: polizia arresta in flagranza due imprenditori

(ANSA) - RAGUSA, 23 GIU - La Polizia di Stato di Ragusa ha arrestato in flagranza di reato, per sfruttamento di braccianti agricoli, due imprenditori di Vittoria: i fratelli Angelo e Valentino Busacca. Titolari di un'azienda di 40.000 mq di coltivazione in serra di ortaggi sono accusati di caporalato e sfruttamento di manodopera. Impiegavano 26 operai illegalmente: 19 richiedenti asilo, 5 rumeni (2 donne) e due tunisini. Sette di loro alloggiavano in abitazioni fatiscenti nell'azienda in condizioni degradanti. Erano retribuiti con 25 euro al giorno per almeno 8 ore di lavoro senza ferie, astensione o giorni di riposo. Solo la domenica a volte non lavoravano, ma non venivano pagati. Ieri venti agenti della Squadra Mobile di Ragusa hanno fatto accesso nell'azienda cogliendo in flagranza gli operai addetti alla raccolta dei pomodoro. (ANSA).

08:30Iraq: cecchino canadese uccide jihadista da 3,5 km distanza

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Un cecchino delle forze speciali canadesi ha ucciso un terrorista dell'Isis in Iraq da una distanza di oltre 3,5 chilometri stabilendo così un nuovo record per il colpo mortale confermato dalla distanza più lunga, che in precedenza era detenuto da un soldato britannico. Secondo quanto riporta il Times, il proiettile e' stato sparato da un fucile di precisione McMillan TAC-50 ed ha impiegato meno di 10 secondi per raggiungere l'obiettivo, che si trovava a 3.540 metri di distanza. Lo stesso esercito canadese ha confermato l'episodio.

08:26Venezuela: manifestante 22enne ucciso a Caracas

(ANSA) - CARACAS, 23 GIU - Un giovane 22enne è morto ieri a Caracas durante una manifestazione contro la riforma costituzionale lanciata dal presidente Nicolas Maduro. Lo ha reso noto il deputato oppositore José Manuel Olivares. Si tratta della 75a vittima dall'inizio dell'ondata di proteste contro il governo venezuelano, nei primi giorni dell'aprile scorso.

08:23Terremoti: scossa 6,8 in Guatemala, 4 feriti e danni minori

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - E' di quattro feriti e danni di lieve entità il bilancio della forte scossa di terremoto di magnitudo 6,8 che ha interessato giovedì il sud del Guatemala. Lo riportano i media locali. Secondo i rilevamenti del servizio geologico statunitense Usgs, il sisma ha avuto ipocentro in mare a oltre 45 km di profondità ed epicentro a più di 20 km dalla costa.

23:38Europei U.21: Slovacchia-Svezia 3-0

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - La Slovacchia ha battuto 3-0 la Svezia campione uscente nell'altra partita del gruppo A degli Europei under 21, giocata a Lublino. Reti di Chrien al 5' pt, Mihalik al 22' pt e Satka al 28' st. Questo successo permette alla Slovacchia, seconda nella classifica finale del girone, di finire a quota 6 punti con una differenza reti di +3. Ancora in corsa (alle semifinali del torneo si qualifica anche la migliore seconda dei tre gruppi) rimangono Portogallo (in campo domani contro la Macedonia, con 3 punti e una differenza reti di 0), Repubblica Ceca (ha 3 punti e differenza reti di 0, sabato match con la Danimarca) e l'Italia (stessa situazione e gioca sabato contro la Germania).

23:37Europei U.21: Inghilterra in semifinale, 3-0 alla Polonia

(ANSA) - ROMA, 22 GIU - L'Inghilterra si è qualificata per le semifinali dell'Europeo under 21 battendo la Polonia per 3-0 a Kielce la Polonia padrona di casa, conquistando il primo posto nel girone A, con 7 punti. Le reti sono state segnate da Gray al 6' pt, Murphy al 24' st e Baker al 36' st.

Archivio Ultima ora