Il Giorno della Memoria con l’Istituto Italiano di Cultura di Caracas

Pubblicato il 26 gennaio 2017 da redazione

CARACAS. – Le iniziative promosse dall’Istituto Italiano di Cultura di Caracas in occasione della Giornata della Memoria si concludono domenica, 29 gennaio, alle ore 11:00, quando si presenterà nell’Aula Magna dell’Università Centrale del Venezuela l’Opera Infantile “ Brundibar” di Hans Krasa, con l’orchestra Sinfonica Juvenil di Chacao, diretta dal Maestro Alfredo Rugeles.

Il Giorno della Memoria è celebrato il 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz nel 1945, per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione dei cittadini ebrei.

Brundibar è un’opera per bambini del compositore ceco ebreo Hans Krása su libretto di Adolf Hoffmeister, originariamente rappresentata dai bambini del Campo di concentramento di Theresienstadt nella Cecoslovacchia occupata. Il nome deriva dal gergo Cecoslovacco per definire il bombo.

Krása e Hoffmeister scrissero l’opera nel 1938 per un concorso organizzato dal governo, che venne successivamente annullato a causa degli sviluppi politici del tempo. Le prove cominciarono nel 1941 all’orfanotrofio ebraico di Praga, che al momento funzionava anche come struttura educativa temporanea per bambini divisi dai loro genitori dalla guerra. Nell’inverno del 1942 all’orfanotrofio si svolse la prima dell’opera: a quel tempo, il compositore Krása e lo scenografo Frantisek Zelenka erano già stati deportati a Theresienstadt. Nel luglio del 1943 quasi tutti i membri del coro originale e il personale dell’orfanotrofio vennero deportati a Theresienstadt. Solo il librettista Hoffmeister poté scappare da Praga in tempo.

La trama dell’opera contiene elementi fiabeschi come per Hansel e Gretel e I musicanti di Brema. Aninka e Pepicek sono fratello e sorella orfani di padre per via della guerra. La loro madre è malata e il dottore dice loro che lei necessita di latte per riprendersi. Purtroppo sono poveri e quindi, essendo senza soldi decidono di cantare nella piazza del mercato per raccogliere quelli necessari. Ma il malvagio suonatore d’organetto Brundibár (che rappresenta Hitler) li caccia via con l’aiuto dei venditori ambulanti (gelataio, lattaio e panettiere) e di un poliziotto. Ad ogni modo, con l’aiuto di un impavido passero, di un astuto gatto, di un saggio cane e dei bambini del paese, saranno capaci di cacciare Brundibár, e cantare infine nella piazza del mercato e quindi di guadagnare abbastanza soldi per comprare alla mamma il latte.

L’opera ha acquisito una crescente popolarità durante gli ultimi anni, ed è stata rappresentata in diverse versioni in Inghilterra, Repubblica Ceca, Israele e negli Stati Uniti. La première ufficiale negli Stati Uniti si tenne nel 1994 al National Holocaust Museum con la Washington Opera diretta da Alan Nathan e con Mary Gresock come direttore di scena.

Già mercoledì scorso, sempre in occasione della Giornata della Memoria, era stato proiettato nella sala MAC dell’Istituto Italiano di Cultura il film Hotel Meina di Carlo Lizzani, dopo una introduzione della direttrice dell’Istituto, Erica Berra, che ricordava il momento storico della vicenda.

Presentata fuori concorso nel settembre 2007 alla 64ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia nella sezione “Venezia Giubileo (1932-2007): omaggio a Carlo Lizzani”, la pellicola uscì nelle sale cinematografiche in coincidenza con la Giornata della Memoria del 27 gennaio 2008.

Ispirato all’omonimo saggio storico di Marco Nozza, il film – ambientato dopo l’8 settembre 1943 – rievoca una strage dimenticata della seconda guerra mondiale, narrando gli eventi collegati ad un rastrellamento nazista compiuto a Meina sul versante piemontese del lago Maggiore. In conseguenza di tale rastrellamento si ebbe il primo eccidio dopo l’intervenuto armistizio di 54 ebrei, di cui sedici facevano parte della colonia di ospiti dell’albergo di Meina.

Ultima ora

20:10Gentiloni,non perdere spirito maggioritario Ulivo e Pd

(ANSA) - ROMA, 28 APR - "Il progetto del Pd non era dare uno sbocco ad ex democristiani di sinistra e ex comunisti, ma dare uno sbocco alla sinistra del nuovo secolo. Ora che i fatti ci danno ragione, guai a perdere lo spirito maggioritario che aveva animato l'Ulivo e ha animato fin dalla sua fondazione il Pd. E non sto parlando di leggi elettorali. Oggi dobbiamo restare fedeli all'idea maggioritaria che l'Ulivo aveva e che il Pd ha rilanciato poi la dobbiamo calare nella realtà di oggi, senza perdere l'ambizione riformista". Lo dice Paolo Gentiloni.

20:01Madre e figlia uccise: pena ridotta a conducente minicar

(ANSA) - AREZZO, 28 APR - Alla guida di una minicar investi' mamma e figlia uccidendole, in appello la sua pena è stata ridotta di 4 anni. "E' come se me le avessero uccise una seconda volta", ha detto il padre e marito delle vittime. Alexe Danute, romeno di 40 anni residente ad Arezzo, il 31 gennaio 2016 uccise Barbara Marzena Stiepen 50 anni e la figlia Letizia di 10 anni che stavano camminando sul marciapiede di ritorno a casa a San Leo frazione alle porte di Arezzo. In primo grado Alexe Danut era stato condannato per duplice omicidio colposo aggravato a nove anni e due mesi di reclusione. In appello ha ottenuto la riduzione di quattro anni per un totale di pena di 5 anni e 2 mesi.

19:49Russia: emergenza incendi in Siberia

(ANSA) - MOSCA, 28 APR - In Siberia è stato introdotto lo stato di emergenza per gli incendi che stanno devastando le foreste: lo ha annunciato il ministro russo delle Situazioni di emergenza, Vladimir Puchkov. Secondo il Servizio aereo di protezione delle foreste, "quasi 1.500 ettari di boschi sono stati ingoiati dagli incendi in Siberia", di cui oltre 650 nella regione di Irkutsk. Secondo il ministero delle Emergenze, le fiamme hanno anche devastato un piccolo villaggio di 435 abitanti: Bubnovka, nel distretto Kirenski della regione di Irkutsk, dove sono andate in fiamme almeno 59 case e gli abitanti sono stati evacuati. In totale circa 100 abitazioni avrebbero preso fuoco in Siberia. Non si registrano morti.

19:44Carrozza d’epoca in via Fori, multato vetturino senza targa

(ANSA) - ROMA, 28 APR - Appena sposati volevano fare un romantico giro nel centro di Roma, passando per il Colosseo, a bordo di un carrozza di fine '700 trainata da sei cavalli e condotta da due uomini in abiti storici. Ma il sogno di una coppia russa, evidentemente studiato nei minimi particolari da tempo, si è infranto contro il muro della burocrazia e soprattutto contro l'inefficienza del noleggiatore con sede in un quartiere periferico della Capitale. Fatto sta che mentre la carrozza tentava di entrare nell'area pedonale del Colosseo per andare a prendere la sposa russa, è stata fermata da una pattuglia del Gruppo Sicurezza Sociale Urbana (Gssu) della Polizia Locale in servizio di vigilanza in largo Corrado Ricci, all'angolo con via dei Fori Imperiali. Fatti tutti gli accertamenti, gli agenti hanno sanzionato con 40 euro il vetturino per mancanza della targa identificativa e lo hanno diffidato a proseguire verso l'Anfiteatro Flavio. Eliminato il Colosseo, la coppia ha fatto lo stesso il giro in carrozza verso Villa Borghese.

19:44Trump: Congresso proroga legge spesa per una settimana

(ANSA) - WASHINGTON, 28 APR - Il Congresso ha approvato a larga maggioranza (382 a 30) una legge provvisoria per proroga sino al 5 maggio il finanziamento delle attività dello stato federale evitando così lo shutdown che sarebbe scattato a mezzanotte. Il provvedimento passa ora alla Casa Bianca per la firma di Donald Trump. In questo modo i parlamentari avranno ancora una settimana di tempo per negoziare la legge di spesa e finanziare l'attività statale sino alla fine dell'anno fiscale, il 30 settembre.

19:41Macron in città martire 1944, non ripetiamo errori storia

(ANSA) - PARIGI, 28 APR - In visita nel villaggio di Oradour-sur-Glane, simbolo fra i più tragici della Seconda guerra mondiale in Francia, il candidato alle presidenziali Emmanuel Macron ha insistito sul dovere di memoria. "Dimenticare - ha detto Macron - può comportare il rischio di ripetere la storia". Nel giorno in cui il presidente ad interim del Front National, designato dalla sua avversaria Marine Le Pen, si è dovuto dimettere perché investito dalle polemiche per presunte frasi negazioniste, Macron ha detto che la volontà di rispettare questo dovere di memoria "è l'impegno di non dimenticare mai". (ANSA).

19:32Calcio: Juve vince anche nel design, riconoscimenti a Londra

(ANSA) - TORINO, 28 APR - Doppio riconoscimento per la Juventus al Festival del Design di Londra. La società bianconera ha ricevuto due D&AD Professional Awards 2017: il Graphite Pencil nella categoria Branding Schemes Large Organisation, grazie al nuovo logo realizzato da Interbrand, mentre il nuovo font ha ricevuto il Wood Pencil per il Crafts for Design, Typefaces. Una grande soddisfazione per la Juventus: fin dal 1962, D&AD rappresenta l'eccellenza nell'ambito della creatività e del design e i suoi premi sono universalmente riconosciuti tra i più prestigiosi a livello internazionale.

Archivio Ultima ora