San Valentino: Paese che vai, usanze che trovi

Pubblicato il 30 gennaio 2017 da redazione

Germania – San Valentino si festeggia come in Italia scrivendo bigliettini alle persone amate, acquistando piccoli regali e fiori e concedendosi una cena romantica a lume di candele e musica soft per celebrare il proprio amore.

Inghilterra – Nella top five dei doni più gettonati ci sono biglietti romantici e fiori inviati da ammiratori “segreti”. Questa usanza, quella di mantenere l’anonimato, è tipicamente inglese come anche quella di preparare dolcetti con decorazioni a tema per il proprio partner o di regalare ai bambini dolci e frutta. Curiosità: la mattina del 14 febbraio, le donne nubili sono solite alzarsi dal letto prima che sorga l’alba e si affacciano alla finestra come buon auspicio per un futuro amore. Si dice che il primo uomo che passerà sarà sposato entro un anno.

Olanda – E’ diffusa l’usanza inglese dell’anonimato mentre uno dei regali più diffusi è un cuore di liquirizia.

Spagna – Secondo la tradizione, gli spagnoli sono uno dei popoli più passionali al mondo. Per il giorno di San Valentino è tradizione regale rose rosse alla persona amata.

Stati Uniti – Qua l’usanza di festeggiare San Valentino è diffusa non solo tra le persone adulte, ma anche tra i bambini. Infatti, a questo proposito, molto spesso viene organizzata nelle scuole una festa di classe durante la quale ci si scambia regali e bigliettini pescati da una scatola con decorazioni in tema fatte dagli scolari stessi.

Sud America – San Valentino viene festeggiato leggermente diversamente. In alcune zone, il 14 febbraio, non è solo il giorno dell’amore ma anche dell’amicizia chiamato, per l’appunto, “Dìa del Amor y la Amistad”. In Brasile, invece, si festeggia il 12 giugno e qui le donne nubili svolgono riti per trovare un compagno.
Romania – la festa degli innamorati (Dragobete) si festeggia il 24 febbraio.

Danimarca, Finlandia ed Estonia – il 14 febbraio è “il giorno degli amici”. In Danimarca è solito regalare agli amici un mazzo di fiori bianchi, gli snowdrops.

Cina – In occasione di San Valentino gli uomini regalano alle donne fiori e cioccolatini. “La notte dei sette” (Qi Xi), il settimo giorno del settimo mese del calendario cinese – agosto, le donne nubili danno prova in pubblico delle loro abilità domestiche per trovare un compagno.

Giappone – nel Paese del Sol Levante, la festa di San Valentino è sentita maggiormente tra i giovani. Qui la tradizione vuole che siano SOLO le donne a fare regali. Le ragazze regalano una scatola di cioccolatini ai ragazzi, tuttavia questi regali non sono diretti esclusivamente a fidanzati o mariti ma anche ai propri colleghi d’ufficio, al proprio datore di lavoro, amici, fratelli ecc ecc…
E, allora, come si può capire quando il dono ricevuto ha un significato più profondo del semplice affetto o rispetto? Beh, semplice… lo si capisce dal tipo di cioccolatini ricevuti! Le fabbriche dolciarie (che guadagnano molto in occasione di questa festività) hanno inventato 2 tipi di cioccolata da poter regalare: la “Giri Choco” e la “Honmei Choco”. “Choco”, come potete capire da soli, deriva dall’inglese e significa “cioccolata”; “Giri” significa “obbligo, dovere” ed è la cioccolata destinata, per dovere, soprattutto ai superiori e agli amici; “Honmei”, invece, significa “vincitore, preferito” ed è destinato al ragazzo al quale si vuole confessare/rimarcare/dimostrare il proprio amore.
I festeggiamenti di San Valentino non ha fine qua… gli uomini che ricevono queste dolci golosità dovranno ricambiare la cortesia regalando, a loro volta, dei cioccolatini incartati con carta bianca il 14 marzo (per questo chiamato “The White Day”).
Curiosità: a Tokyo il 14 aprile è definito “The Black Day” – “la giornata nera”. In questa ricorrenza tutti coloro che non hanno ricevuto doni in entrambe le occasioni citate, ordineranno al ristorante un piatto di spaghetti al nero di seppia, come simbolo della propria tristezza e solitudine.

Ultima ora

01:37Razzismo:Sarri,noi non tutelati quando ci gridano ‘terroni’

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - ''Ci sono forme di razzismo che vengono tutelate e a noi, quando ci gridano 'terroni' oppure 'Vesuvio lavali col fuoco' non ci viene concessa la stessa tutela: questo mi fa arrabbiare''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri risponde così ad una domanda sulla sua protesta nei confronti dell'arbitro Irrati nel corso del match del san Paolo contro l'Inter.

00:45F1: Usa, Hamilton in pole, seconda Ferrari Vettel

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - La Mercedes di Lewis Hamilton ha conquistato la pole position del Gran Premio degli Stati Uniti. Sulla pista di Austin in Texas, il leader del Mondiale ha preceduto la Ferrari di Sebastian Vettel e il compagno di scuderia Valtteri Bottas. Quinta l'altra Ferrari di Kimi Raikkonen. Quarta posizione per la Red Bull di Daniel Ricciardo (stesso tempo di Raikkonen ma stabilito prima), mentre sesto tempo per il compagno di scuderia Max Verstappen che dovrà scontare una penalità di 15 posizioni in griglia per aver sostituito la Power Unit. Settimo crono per la Force India di Ocon davanti alla Renault di Sainz ed alla McLaren di Alonso. Decima l'altra Force India di Perez davanti alla Williams di Massa.

00:30Calcio:Sarri’se io ministro Economia,Spalletti della Difesa’

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Handanovic è straordinario, forse il più forte portiere del mondo in questo momento, ma in generale abbiamo trovato di fronte un'intera squadra molto solida. Sono soddisfatto di quello che ha fatto il Napoli: avere il 75% di supremazia territoriale senza concedere tanto agli avversari sono segnali che il match l'abbiamo giocato su buoni livelli''. Ai microfoni di Premium Sport, l'allenatore del Napoli Maurizio Sarri valuta così lo 0-0 del San Paolo contro l'Inter: ''Dal punto di vista delle palle gol sono due punti persi, ma se continuiamo con questo genere di prestazioni sarà difficile non fare risultato pieno''. Spalletti mi ha definito Ministro dell'Economia? Allora lui è il Ministro della Difesa".

00:28Csm:Davigo non scende in politica e critica politici e toghe

(ANSA) - SIENA, 21 OTT - Piercamillo Davigo non sarà candidato alle prossime elezioni politiche, né intende "assumere incarichi di governo". Lo ha detto oggi zittendo le voci che lo davano in lizza con i 5 stelle. "I magistrati - ha detto non sono capaci di fare politica, tantomeno lo sarei io". Davigo pero' è poi passato a dure critiche sia per i politici che il Csm. Al Parlamento contesta "di non prendere decisioni nemmeno quando per legge dovrebbe allontanare persone condannate per reati anche gravi come l'abuso d'ufficio, incidendo negativamente sulla fiducia dei cittadini".Poi del Csm critica le corsie preferenziali nell'occupare posti dirigenziali per magistrati che hanno avuto incarichi in ministeri o sono rientrati dalla politica. "Fate passare davanti quelli che hanno fatto politica. Non voglio delegittimare il Csm - ha aggiunto - ma quando sono stati arrestati i docenti che si spartivano nelle università incarichi ho sentito colleghi dire in mail che questa cosa la fa il Csm tutti i giorni, 'uno a me e uno a te'".

23:54Calcio: Spalletti, vera fortuna è allenare questi ragazzi

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "A questi calciatori vanno fatti i complimenti: continuate a dirci che siamo fortunati, ma la mia vera fortuna è allenare questi ragazzi. Sanno fare il loro mestiere, sanno dove vogliono andare e oggi sono venuti qui a giocare una buonissima partita''. Ai microfoni di Premium Sport, l'allenatore dell'Inter Luciano Spalletti, risponde così a chi continua a definire la sua squadra fortunata. ''Che poteva anche essere giocata anche meglio. A volte i giocatori del Napoli sembrano i figli di Goldrake, per le cose quasi incredibili che fanno, e giocare contro di loro non è facile. Dobbiamo ancora imparare tanto, perché in alcune situazioni potevamo anche fare gol, ma abbiamo anche fatto dei passi in avanti importanti''. ''Ci vuole del tempo - aggiunge Spalletti -e noi dobbiamo essere bravi ad accorciarlo. Se poi mi continuate a chiedere se lotteremo per lo Scudetto, vi rispondo di sì, lo vinceremo (ironico, ndr)".

23:45Basket: Serie A, Venezia-Cremona 92-81

(ANSA) - VENEZIA, 21 OTT - I Campioni d'Italia dell'Umana Reyer Venezia mantengono l'imbattibilità in campionato, piegando nell'anticipo della quarta giornata la Vanoli Cremona 92-81 e allungando così in testa alla classifica in solitaria per almeno 24 ore. Gli ospiti, guidati dal CT della Nazionale Sacchetti, affrontano l'incontro a viso aperto, partendo meglio degli avversari (12-20 al 5') e riuscendo poi più volte a rientrare in partita dopo il sorpasso veneziano. Decisivo il terzo quarto, in cui l'Umana Reyer serra le fila in difesa, prendendo il largo dopo il 56-52 al 23'. Venezia sfrutta la maggior profondità, trovando proprio dalla panchina le cose migliori (50 punti dei giocatori non partiti in quintetto sui 92 totali, mentre Cremona trova solo 13 punti dalle riserve), con Watt mvp (20 punti in 13', con 27 di valutazione) e Orelik ancora una volta micidiale nel tiro da 3. Nelle file cremonesi, il migliore è ancora una volta Johnson-Odom, autore di 27 punti, ma non basta, così come l'apporto sotto le plance di Sims

23:23Calcio: Inter, Vecino “stasera un punto importante”

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Abbiamo fatto una partita importante, sapevamo che sarebbe stato difficile contro quella che al momento è la squadra più forte. Nel secondo tempo abbiamo sofferto un po', ma questo punto è importante per la classifica e per il morale". Queste le parole del centrocampista dell'Inter Matias Vecino dopo il pareggio senza reti al San Paolo di Napoli. "Inter da scudetto? Noi ci sentiamo forti, ma abbiamo ancora molto da crescere: dobbiamo guardare partita dopo partita", ha concluso Vecino.

Archivio Ultima ora