Con sette italo-venezuelani il Caracas punta allo scudetto

Pubblicato il 03 febbraio 2017 da redazione

CARACAS – Se dici Caracas, pensi a scudetto o finale scudetto. Ma, nella Cota 905, sono piú di 6 anni che non si festeggia un título e per questo motivo é stato richiamato in panchina Noel Sanvicente. Con l’ex allenatore della Vinotinto i rojos del Ávila hanno conquistato 5 scudetti (2002-2003, 2003-2004, 2005-2006, 2006-2007, 2008-2009).

Al grido di battaglia: “Vamos por la 12” é stato presentato ai media il Caracas Fútbol Club che in questa stagione andrá a caccia del dodicesimo scudetto. Erano presenti alla conferenza stampa Noel Sanvicente (allenatore), Riccardo Padrón (direttore generale) e l’italo-venezuelano Miguel Mea Vitali e i rappresentanti dei diversi sponsor del club della Cota 905.

“Pensiamo di avere una rosa con cui si puó lottare per l’obiettivo principale che é vincere il título. Abbiamo fiducia in questa squadra. Per questo motivo abbiamo continuato con lo stesso gruppo di giocatori” ha dichiarato Padrón.

Dal canto suo, Sanvicente ha parlato delle sue aspettative per la stagione che é iniziata domenica scorsa col pareggio 1-1 sul campo del Monagas. “Voglio ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile il mio ritorno al Caracas. Lavoriamo per essere campioni, non pensiamo ad altro. É quello che tutti vogliamo”.

L’italo-venezuelano Miguel Mea Vitali, bandiera e capitano del Caracas ha dichiarato: “Quest’anno vogliamo lo scudetto, non vogliamo arrivare ad un passo dalla meta, lavoriamo con questo obiettivo. Credetelo, con il lavoro che abbiamo svolto la meta che ci siamo prefissati sará facile da raggiungere”.

I capitolini hanno giocatori interessanti come Reiner Castro, Edder Farias e Freddys Arrieta. Nella rosa dei rojos del Ávila ci sono sei italo-venezuelani: Miguel Mea Vitali, Giacomo Di Giorgi, Daniel Saggiomo, Rafael Arce Gargano, Rubert Quijada Fasciana, Gabriele Rosa e Maurizio Lazzaro, quest’ultimo é la mano destra di Chita. Senza dimenticarci dello storico Gaetano Luongo, magazziniere dei rojos del Ávila.

“Abbiamo tutti quella illusione, quella meta. Il gruppo a disposizione é di ottimo livello, con ragazzi che lavorano sodo per raggiungere la meta predisposta. Il lavoro duro é all’ordine del giorno con il nostro staff tecnico. Non abbiamo una rosa vasta, per questo motivo lavoriamo per essere al top della forma. Nel nostro gruppo ci sono ragazzi interessanti: noi lavoreremo per far crescere questi giovani ed aiutarli a fare il grande salto nel mondo del calcio. Sono sicuro che con le sessioni di lavoro previste ce la faranno. Nelle prime gare vedremo i giocatori con le gambe pesanti, ma poi con il trascorrere delle partite miglioreranno” ci racconta Maurizio Lazzaro.

Il difensore italo-venezuelano Rubert Quijada Fasciana ci dice: “Siamo fiduciosi, lotteremo per la dodicesima stella. Adesso abbiamo un nuovo staff tecnico e nel gruppo ci sono diversi giovani interessanti”.

Il Caracas fará il suo esordio in casa lunedí contro il Deportivo La Guaira di Eduardo Saragó. Il fischio d’inizio sul campo dello stadio Olimpico della UCV é fissato per le 19:00.

Il quadro della seconda giornata si completerá con le gare: Aragua-Monagas, atlético Socopó, Deportivo Anzoátegui-Zulia, Estudiantes de Mérida-Trujillanos, Metropolitanos-Zamora, Mineros-Lara e Portuguesa-Atlético Venezuela.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

10:26India:egiziana più pesante mondo ha perso 50 kg in 12 giorni

(ANSA) - NEW DELHI, 24 FEB - Eman Ahmed, la donna egiziana che con i suoi 500 chili era considerata la più pesante del mondo, ha perso 50 chili nei suoi primi 12 giorni di terapia nell'ospedale di Mumbai (India centrale) che ha accettato di curarla. Lo riferisce la tv Zee News. La donna è sottoposta nell'ospedale Saifee della capitale dello Stato di Maharashtra ad una dieta rigidissima e a 90 minuti di fisioterapia al giorno che hanno già prodotto i primi risultati: oltre 50 chili persi. Eman, che ha 37 anni e da 25 non usciva dalla sua casa ad Alessandria, ora può alzare le braccia, afferrare oggetti e sollevarsi. Attualmente è in cura, oltre che per l'obesità, per apnea nel sonno, ipotiroidismo, diabete, ipertensione, problemi renali e ritenzione di fluidi. Il medico indiano Muffazal Lakdawala, che l'ha fatta arrivare a Mumbai, sostiene che nelle due settimane che restano prima di un intervento chirurgico, la donna debba continuare a perdere peso per poter entrare in sala operatoria. L'obiettivo è portarla a 200 chili.

10:10Turchia: raid aerei contro roccaforte Pkk curdo in nord Iraq

(ANSAmed) - ISTANBUL, 24 FEB - L'aviazione turca ha compiuto mercoledì nuovi raid contro obiettivi del Pkk curdo in nord Iraq, prendendo di mira i monti Qandil, considerati il quartier generale dei ribelli. Lo hanno reso noto oggi le Forze armate, secondo cui i bombardamenti, condotti a partire da alcune segnalazioni di intelligente, hanno ucciso almeno 27 combattenti e distrutto 3 rifugi. Secondo fonti di sicurezza, negli ultimi giorni Ankara starebbe rafforzando le sue iniziative contro il Pkk per evitare attacchi durante la campagna per il referendum sul presidenzialismo del 16 aprile.(ANSAmed).

10:08Usa: ‘via dal mio Paese’, ingegnere indiano ucciso in Kansas

(ANSA) - NEW DELHI, 24 FEB - Un ingegnere indiano è stato ucciso ed altre due persone sono rimaste ferite in una sparatoria mercoledì sera in un bar di Kansas City, negli Stati Uniti, da un ex militare della Marina, Adam Purinton di 51 anni, che sparando ha gridato frasi xenofobe. Lo riferisce oggi la tv India Today. La vittima è Srinivas Kunchubhotla, 32 anni, impiegato nel quartier generale della compagnia Garmin, mentre Purinton è stato arrestato ieri ed accusato di omicidio e tentato omicidio. Anche uno dei due feriti, Alok Madasani, è un altro ingegnere di origine indiana. L'episodio à avvenuto nell'Austins Bar and Grill del municipio di Olathe di Kansas City, quando i clienti stavano guardando in televisione una partita di basket. Non sono chiare le ragioni della lite sorta all'improvviso e durante la quale l'ex militare ha estratto un'arma e fatto fuoco gridando fra l'altro, secondo quanto hanno riferito testimoni oculari, "andatevene dal mio Paese!".

09:51Filippine: arrestata senatrice che denuncia abusi Duterte

(ANSA) - BANGKOK, 24 FEB - La senatrice filippina Leila de Lima, una delle voci più critiche nei confronti del presidente Rodrigo Duterte e della sua "guerra alla droga", è stata arrestata questa mattina con l'accusa di aver ricevuto denaro da alcuni boss del narcotraffico già detenuti. De Lima, che nei mesi scorsi era stata rimossa dalla commissione parlamentare che indagava sugli abusi della crociata contro il narcotraffico lanciata da Duterte, si è consegnata questa mattina alle autorità dopo che ieri sera un tribunale di Manila aveva emesso il mandato di arresto nei suoi confronti. La senatrice respinge qualsiasi accusa, accusando Duterte di persecuzione politica. "Non riusciranno a zittirmi e a fermarmi nella mia battaglia per la verità e la giustizia e contro la repressione e le uccisione quotidiane del regime di Duterte", ha dichiarato oggi la de Lima. Gli eventi per i quali la senatrice è accusata risalgono al periodo tra il 2010 e il 2016, quando ricopriva l'incarico di ministra della giustizia.

09:45Gb: suppletive, Labour salva un seggio, ne cede un altro

(ANSA) - LONDRA, 24 FEB - Sospiro di sollievo a metà per il Labour di Jeremy Corbyn, che salva un collegio tradizionale della sinistra britannica nella sfida con il leader euroscettico dell'Ukip, Paul Nuttall, ma ne perde un altro a beneficio di una candidata filo Brexit del Partito Conservatore in una doppia elezione suppletiva svoltasi ieri. Entrambi i collegi, lasciati liberi da deputati uscenti laburisti, erano in palio in aree dell'Inghilterra 'profonda' che al referendum di giugno avevano detto sì al divorzio dall'Ue. In quello di Stoke on Trent il candidato corbynista Gareth Snell si è aggiudicato il seggio alla Camera dei Comuni resistendo con un vantaggio di 2500 voti, superiore alle attese, all'assalto di Nuttal, successore di Nigel Farage alla guida dell'Ukip, che mirava a conquistare un secondo scranno di deputato per i suoi. A Copeland, invece, il Labour ha perso il seggio - un fatto storico - a favore della candidata governativa Trudy Harrison: 2000 i suoi voti di scarto sul rivale Gill Troughton.

09:40Trump: Pence, ‘occasione della vita per valori conservatori’

(ANSA) - WASHINGTON, 24 FEB - Per il vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence gli Usa stanno vivendo, con l'amministrazione Trump, l'occasione della vita per adottare soluzioni conservatrici ai problemi dell'America. Pence lo ha sottolineato intervenendo alla Conservative Political Action Conference (Cpac), evento annuale del movimento conservatore negli Usa dove parlerà nelle prossime ore anche il presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Così per Pence l'elezione di Donald Trump è "un'occasione per la quale abbiamo lavorato così tanto e così a lungo" e la nuova amministrazione da' ai conservatori il tempo di "dimostrare nuovamente che le nostre risposte sono le risposte giuste per l'America". Il vicepresidente torna quindi a parlare di Obamacare, la riforma sanitaria voluta dal Barack Obama, che dice - la nuova amministrazione revocherà e sostituirà, un "incubo che sta per finire" afferma, ma non senza esortare i conservatori a mobilitarsi per respingere i democratici.

09:25Libia: scontri a Tripoli, residenti tra due fuochi

(ANSA) - BENGASI, 24 FEB - Violenti scontri sono scoppiati nella notte a Tripoli tra le milizie alleate del governo sostenuto dalle Nazioni Unite e altri gruppi armati, in relazione ad un presunto rapimento. Le milizie filogovernative riferiscono sulla loro pagina Fb che gli scontri sarebbero scoppiati nella tarda serata di giovedì dopo il rapimento di quattro dei loro uomini da parte dei gruppi rivali. Alcuni residenti hanno postato immagini che mostrano del fumo salire in cielo mentre carri e uomini armati uscivano in strada. La Mezzaluna Rossa sta cercando di evacuare i residenti creando un corridoio di sicurezza ma finora l'operazione è stata ostacolata dagli scontri, ancora in corso.

Archivio Ultima ora