Cyberbullismo: Boldrini, si può e si deve reagire

(ANSA) – ROMA, 5 FEB – “Le campagne di sensibilizzazione contro il cyberbullismo, come questa della Polizia di Stato, sono importanti e vanno portate avanti perché forniscono gli strumenti ai ragazzi per difendersi da un fenomeno odioso”. Così la presidente della Camera, Laura Boldrini, visitando il truck della Polizia in piazza Montecitorio per il lancio della nuova edizione della campagna ‘una vita da social’. “Contro il cyberbullismo si può reagire, si deve reagire. Rifiutare la violenza in Rete è possibile, anzi è doveroso. Sono i bulli a doversi nascondere, non le vittime”, ha sottolineato la presidente della Camera presentando a Montecitorio il docufilm “Cuori connessi”, a cura della Polizia di stato contro il fenomeno del bullismo in Rete. “La politica riacquista fiducia – ha sottolineato – se mantiene i suoi impegni: c’è una legge già approvata al Senato contro il cyberbullismo che spero venga varata entro la fine di questa legislatura”.

Condividi: