Cuadrado pesca il jolly e la Juve riprende la fuga

Pubblicato il 06 febbraio 2017 da ansa

Juan Cuadrado nel momento del gol all’Inter
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

TORINO. – La striscia infinita delle vittorie della Juventus nel suo Stadium si allunga anche contro l’Inter: 1-0, grazie a un bolide da fuori area al 45′ di Cuadrado. Si fermano invece i nerazzurri, dopo 7 bersagli pieni consecutivi in campionato. E la zona Champions è più lontana.

L’Inter finisce la partita piena di bile verso l’arbitro Rizzoli. Più che nella mischia finale, che costa l’espulsione per proteste a Perisic, i nerazzurri reclamano per due episodi del primo tempo: una doppia trattenuta di Chiellini su Icardi e Lichtsteiner su D’Ambrosio, e un’entrata in scivolata sul fondo di Mandzukic su Icardi.

Ma anche i veleni e le polemiche, le botte e le proteste – un espulso e 8 ammoniti, 3 nell’Inter 5 nella Juve – dicono che questo è davvero uno dei grandi duelli del campionato e adesso Zhang jr, presente a Torino, ha qualche idea in più da raccontare al padre. Se l’Inter non fosse partita così male, probabilmente questo di oggi sarebbe stato uno scontro diretto in chiave scudetto.

La Juve – al di là delle rivendicazioni interiste – ha confermato la sua superiorità: oltre al gol, due traverse (Dybala e Pjanic su punizione, tutte nel primo tempo), Handanovic ha compiuto almeno 4 grandi interventi. L’Inter è stata una delle più autorevoli avversarie viste negli ultimi anni allo ‘Stadium’, ma non è riuscita a scardinare il 4-2-3-1 bianconero.

Comunque alla fine, per non buttare al vento una vittoria preziosissima, Allegri non ha avuto esitazione a disegnare una squadra più prudente, con Rugani al posto di Dybala, e Marchisio per Cuadrado, cambiando il 4-2-1-3 in un 4-3-3. L’Inter è piaciuta: bene Brozovic e Gagliardini, Joa Mario ma non si è acceso l’estro di Perisic, e Icardi è stato poco incisivo.

Su il sipario e parte subito lo show: l’Inter vuole pressare alto per non lasciare alla Juve il comando nei primi venti minuti, spesso devastanti. La prima perla è di Dybala: rovesciata spettacolare in area e pronta risposta di Handanovic. La ‘Joya’ fa incorrere Candreva nell’amonizione già al 7′. E poi l’argentino con un sinistro da fermo scheggia la traversa (12′). L’Inter protesta per l’energica difesa di Chiellini su Icardi e Lichtsteiner su D’Ambrosio, ma l’azione prosegue e Gagliardini manda alto.

L’Inter non si sente in soggezione allo ‘Stadium’, sorretta da Brozovic e da una solida difesa: il destro di Joao Mario sfiora il palo alla destra di Buffon, battuto. Giallo a Pjanic per un’entrata su Brozovic (23′) e poi sono fuochi d’artificio. Alex Sandro sprinta sulla fascia sinistra e crossa, ma la girata di Higuain, ben controllato da Miranda, è debole; colpo di testa di Perisic, Buffon respinge alla grande, Mandzukic stoppa in scivolata Icardi che protesta; poi il croato sfrutta un cross di Lichtesteiner e colpisce in testa di tuffo, la palla finisce fuori.

Passa mezzo minuto scarso e sul rovesciamento di fronte la girata di Icardi spaventa Buffon, ma è imprecisa. Fallo di Medel e punizione dal vertice dell’area di rigore, a sinistra, ideale per Pjanic che indirizza all’incrocio: Handanovic tocca sulla traversa e in angolo. Dopo il tiro dalla bandierina e la respinta della difesa, Cuadrado pesca il jolly,

Il secondo tempo dà l’impressione che l’Inter abbia speso le sue idee migliori, la Juve assume il controllo: Pjanic si mangia il 2-0, ma è bravo Handanovic a respingere con la mani sinistra (9). Pioli cambia: fuori Brozvic e Candreva, dentro Kondgobia ed Eder. Di testa Gagliardini spedisce alto (14′)’ l’Inter ha una bella palla-gol, ma Icardi spara sopra la traversa n contrppidede.

Handanovic salva su imbeccata di Dybala per Higuain (33′). Il tiro a giro di Murillo dal vertice dell’area sorvola l’incrocio. Esce Dybala – e questa volta con Allegri sono abbracci e pacdhe sulle spalle. Higuain si prende palla a centrocampo, Miranda lo mura in angolo in extremis, Handanovic d’ istinto para la girata testa Mandzukic su cross di Khedira. Sul cross radente di Perisic 90′ si allunga Buffon. Chiellini svetta sull’ultimo assalto nerazzurro.

(di Renato Botto/ANSA)

Ultima ora

00:50Basket: serie A, Sassari-Pistoia 88-81

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Dinamo Sassari infila la settima vittoria consecutiva fra Lega A e Champions sconfiggendo 88-81 sul parquet del PalaSerradimigni la The Flexx Pistoia in un anticipo dell'11/a giornata di serie A di basket. Mattatore della serata è la guardia biancoblu' Scott Bamforth che chiude la partita con 26 punti e 6 assist guidando i padroni di casa verso una vittoria per nulla scontata. Sassari sale a 14 punti, Pistoia resta ad 8.

00:49Incendi California, ancora evacuazioni contea S.Barbara

(ANSA) - SANTA BARBARA, 16 DIC - Brucia senza sosta la California, nella contea di Santa Barbara, dove sono state ordinate nuove evacuazioni nella zona di Montecito. Il forte vento spinge le fiamme verso le case dove risiedono alcuni vip, fra i quali la star della tv Oprah Winfrey. Finora Thomas Fire (questo il nome dato all'incendio) ha distrutto oltre 1.000 edifici e oltre 700 case e, secondo le autorità, potrebbe colpire altre 18.000 strutture. Ieri è costato la vita a un vigile del fuoco, morto soffocato dal fumo.

00:26Calcio: serie A, Roma-Cagliari 1-0

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - La Roma soffre ma batte il Cagliari nell'ultimo anticipo del sabato della 17/a giornata di serie A. Dopo la sconfitta dell'Inter e la vittoria del Napoli, la squadra di Di Francesco affianca la Juve a 38 punti, ma ha ancora una partita da recuperare. Poche emozioni nel primo tempo. La Roma, che schierava per la prima volta titolare la coppia Dzeko-Schick, ha gestito il possesso senza riuscire però a creare eccessivi pericoli per Cragno, mentre il Cagliari, impegnato in un ragionato contenimento, ha cercato qualche timida reazione in contropiede. Nella ripresa, la Var concede un rigore ai giallorossi, ma Cragno para il lento tiro di Perotti. Nel recupero, Fazio in mischia insacca. Altra Var, e l'arbitro convalida la rete. I tre punti ormai insperati consentono alla Roma di affiancare la Juve al terzo posto, a quota 38, ma entrambe devono ancora giocare una partita. Il Napoli è primo con 42.

22:40Calcio: Premier, il City senza freni, 16 vittorie di fila

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - Sedicesima vittoria di fila in Premier League per il Manchester City, che ha dato una lezione al Tottenham battendolo 4-1 con un crescendo nel finale che solo la rete nel recupero di Eriksen ha reso meno umiliante. Di Gundogan, De Bruyne e Sterling le reti dei Citizens, con l'inglese autore di una doppietta e ora terzo nella classifica marcatori. Alla 17/a giornata, la squadra di Guardiola vanta 14 punti di vantaggio sui cugini dello United, ospite domani del West Bromwich penultimo in classifica, e sul Chelsea, che ha battuto 1-0 il Southampton grazie ad una punizione di Marcos Alonso allo scadere del primo tempo. Vittoria con lo stesso punteggio minimo anche per l'Arsenal sul Newcastle, firmata dal tedesco Ozil. I Gunners occupano ora il quarto posto, a -19 dalla capolista, avendo sorpassato il sorprendente Burnley, che ha pareggiato 0-0 a Brighton. Negli altri incontro del sabato, il Leicester è stato sconfitto 3-0 in casa dal Crystal Palace

22:37Pirati strada: donna 75 anni travolta e uccisa nel Bolognese

(ANSA) - ZOLA PREDOSA (BOLOGNA), 16 DIC - Una signora di 75 anni è stata travolta e uccisa in via Risorgimento a Zola Predosa, comune della cintura di Bologna, da un'auto il cui conducente è fuggito senza prestare soccorso. Sono intervenuti i carabinieri e il 118, ma per la donna non c'è stato nulla da fare. Il sindaco di Zola Predosa, Stefano Fiorini, ha postato su facebook un "Avviso ai cittadini": alle 16.50, scrive, "è stata investita da un auto una signora in prossimità delle strisce pedonali di via Risorgimento davanti alla Farmacia Legnani. Chiunque abbia informazioni in merito a questo fatto è pregato di segnalarlo alla nostra stazione dei Carabinieri che sta ricostruendo quando avvenuto ricercando l'investitore che è fuggito senza prestare alcun soccorso alla vittima". (ANSA).

22:20Calcio: Totino, Mihajlovic “quando il Napoli gioca così…”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Se il Napoli gioca così è difficile contenerlo. Sono più forti di noi e non c'è nulla da dire. Dopo 30 minuti erano in vantaggio di tre gol ma della mia squadra mi è piaciuta la voglia di lottare". Così l'allenatore del Torino, Sinisa Mihajlovic, dopo la sconfitta all'Olimpico. "Rispetto all'anno scorso, la squadra non ha mollato ha sempre cercato di giocare, abbiamo avuto l'occasione per fare il secondo gol, poteva starci un rigore per noi. Poi loro hanno vinto meritatamente e purtroppo con noi si scatenano sempre: hanno fatto 4 tiri in porta e tre gol". "Per noi adesso è passato un ciclo di gare difficile, ora arriveranno partite più alla nostra portata e vogliamo conquistare più punti possibili, speriamo ora che Belotti non si fermi più.

22:19Calcio: Sarri “il Napoli non era stanco, forse mentalmente”

(ANSA) - ROMA, 16 DIC - "Non eravamo stanchi, forse eravamo stanchi dal punto di vista mentale perché la stagione è lunghissima. Ho rivisto la gara con la Fiorentina e la ripresa è stata di livello. Lì non abbiamo concretizzato, oggi abbiamo segnato subito e la partita è stata in discesa. I ragazzi sono stati bravi, prendendo in positivo la sconfitta dell'Inter". L'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri, commenta soddisfatto il ritorno alla vittoria e al primato in classifica. Ai microfoni di Premium Sport, il tecnico toscano ha parlato anche di Marek Hamsik, diventato miglior marcatore del Napoli come Maradona: "E' un giocatore di un livello straordinario e quando fa alcune gare al di sotto delle sue qualità bisogna aspettarlo perché si ha la certezza che prima o poi farà bene. Ha fatto gol ma erano già alcune partite che era in crescita".

Archivio Ultima ora