Sesso e verità, nel “Trasnocho Cultural”

CARACAS.- Dal 10 febbraio potremo assistere presso “Espacio Plural” (Trasnocho Cultural), alla messa in scena dell’opera “Tom en la granja”, di Michel Bonchard, attraverso la quale, Carlos Fabian Medina ci invita all’atteso Festival de “Jovenes Directores Trasnocho”.

Sesso “proibito”, “verità velate” da ingenua ipocrisia, conducono lo spettatore attraverso l’affascinante “tabù” del “modo d’amare e dover nascondere”, ricorrendo alle menzogne per “conquistare” il posto “giusto” nell’ambito della “società benpensante”.

E’ questo il tema conduttore che senza dubbio, induce a “rispettabili costruzioni mentali” (verso noi stessi e “gli altri”).: un “tema” innegabilmente vivo e polemico per far riflettere gli spettatori su “perbenismo” e “ataviche verità”.

Condividi: