I Cocodrilos cacciano gli artigli per la Liga de las Américas

CARACAS – Nella tana del Cocodrilos Sport Park, i Cocodrilos de Caracas hanno presentato ai media gli artigli con cui cercheranno di sbranare i rivali nella Liga de las Américas. Oltre ai 12 cestisti, alla conferenza stampa erano presenti Rostin González (direttore generale), Néstor Salazar (coach della squadra), César Garcia (capitano della squadra), Román Hernández (manager aziendale dei Laboratorios Vargas) e Pedro Raga (event manager della Federación Venezolana de Baloncesto) ed altri rappresentanti dei diversi sponsor del quintetto capitolino.

I Cocodrilos sono inseriti nel girone D insieme a Academia de la Montaña (Colombia), Leones de Ponce (Porto Rico) e Weber Bahia (Argentina). Le gare di questo raggruppamento sono in programma tra il 10 e il 12 febbraio nell’ Auditorio Juan Pachín Vicéns della cittá di Ponce in Porto Rico.

“Quest’anno faremo il possibile per arrivare alle finali della Liga de las Américas. É una meta per la societá ed anche personale. Siamo stati inseriti in un girone tosto, dobbiamo centrare due vittorie, forse tre per approdare alla fase successiva” ha dichiarato Rostin González.

Dal canto suo, il coach Nestor Salazar ha chiosato: “Abbiamo osservato ed analizzato le gare di campionato della squadra argentina (Weber Bahia, ndr), mentre nel caso dei colombiani (Academia de la Montaña, ndr) e i portoricani (Leones de Ponce, ndr) non abbiamo tanto materiale per il semplice fatto che il loro campionato non é ancora iniziato. Mi ha sorpreso la serenitá con cui i giocatori hanno assunto questa responsabilitá. Gli importados che sono stati aggregati alla squadra sono assai motivati”.

La rosa con cui i Cocodrilos affronteranno il torneo continentale è composta dai seguenti giocatori: Ángel Blanco, Miguel Paul, Yochuar Palacios, Nelson Palacios, César García, Evert Bernal, John Flowers, Kelvin Caraballo, José Rodríguez, Teobaldo Marcano, Gilberto Hernández e Maurice Sutton.

Il playmaker Miguel Paul (26 anni) è alto 1.85 metri e puó giocare come guardia tiratrice ed ha come biglietto da visita la rapiditá, l’aggressivitá e la versatilitá. Il cestista di 26 anni ha avuto un’ottimo disimpegno nella NCAA con i Carolina Pirates dove ha mostrato la sue doti per andare a segno ed anche come assist man. Dopo aver giocato quattro stagioni nel campionato universitario, Paul ha iniziato il suo periplo a livello professionista che l’ha portato a giocare in Croazia, Cipro, Canada e Stati Uniti. Nel campionato a stelle e strisce ha giocato nella FBL con la maglia dei Miami Midnites con una media di 29,4 minuti giocati ha messo a segno 12,3 punti a partita e servito 4,9 assist.

Dal canto suo, John Flowers (27 anni) é alto 2.00 metri e gioca come ala piccola e come ala grande. Ha difeso la maglia dell’universitá West Virginia nella NCAA con cui puó vantare il record di 157 stoppate, al quarto posto della graduatoria storica della casa di studio. Dopo aver salutato l’universitá ha iniziato la carriera da professionista giocando in Giappone, Francia e Germania. Prima di arrivare in Venezuela ha giocato nel campionato nipponico con i Bambitious Nara con una media di: 14 punti a partita, 5,9 rimbalzi e 2,1 assist in 21,9 minuti disputati.

La delegazione dei Cocodrilos de Caracas partirá domani pomeriggio verso il Porto Rico e dove cercherá di raggiungere al secondo i connazionali dei Guaros de Lara, attuali campioni in carica della manifestazione.

(Fioravante De Simone)

Condividi: