Sudamericano U20: Vinotinto, battere l’Uruguay per volare al Mondiale

Pubblicato il 08 febbraio 2017 da redazione

CARACAS – Oggi nello stadio Olímpico Atahualpa della cittá di Quito, la Vinotinto sfiderá l’Uruguay per cercare non solo di smaltire la bruciante sconfitta subita contro il Brasile, ma anche di centrare l’ambito biglietto per il mondiale di Corea. La gara contro i Charrúas é valevole per la penultima giornata dell’esagonale finale del Sudamericano Under 20 che si sta disputando in Ecuador.

L’Uruguay sta disputando un torneo da favola: nella prima fase ha portato a casa 8 punti frutto di 2 vittorie ed altrettanti pareggi e dove ha segnato 8 reti e ne ha subiti 3. Mentre nell’esagonale troviamo tre vittorie in tre gare disputate segnando 8 gol e ricevendone soltanto uno. Questa prestazione gli ha permesso di essere la prima formazione della zona Conmebol a qualificarsi per il mondiale.

Se i charrúas riuscissero a battere il Venezuela porterebbero a casa anche il trofeo di campioni della manifestazione. La coppa del torneo continentale sfugge dalle mani della celeste dall’edizione del 1981. Basti pensare che allora indossava la maglia dell’Uruguay un certo Enzo Francescoli. Oltre all’ex Cagliari e Torino, c’erano Nelson Gutiérrez, Santiago Ostolaza, Javier Zeoli, José Batista.

Dal canto suo, la Vinotinto é seconda con 4 punti a pari merito di Ecuador e Brasile. Una vittoria contro l’Uruguay potrebbe regalare uno dei tagliandi per il torneo mondiale che si disputerá nel mese di maggio in Corea. Ma, per la sfida di stasera, Rafael Dudamel dovrá fare a meno di giocatori fondamentali come Yefferson Soteldo e Yangel Herrera per somma di ammonizioni. A loro vanno aggiunti Heber Garcia e Eduin Quero che sono stati espulsi nella sfida persa contro il Brasile.

I precedenti ci dicono, che se parliamo di categoría U20, Uruguay e Venezuela si sono sfidati in 15 occasioni con un bilancio di 7 vittorie per la celeste, 4 pareggi e 4 vittorie vinotinto. Il bottino dei gol ci dice che i charrúas hanno messo a segno ben 28 reti contro le 16 dei venezuelani.

La prima volta che si sono sfidati é stato nell’edizione del 1954, allara i charrúas vinsero per 3-1. Mentre la vittoria piú rotonda della celeste risale al 1991, quella volta s’imposero per 5-1.

Le affermazioni della Vinotinto sono arrivate nel 1974 (2-1), 2007 (1-0), 2009 (3-1) e 2015 (1-0). Venezuelani ed uruguaiani si sono sfidati nel primo turno del torneo: dopo i 90 minuti di gioco é finita 0-0.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

09:16Catalogna:morto procuratore capo Madrid,accusò secessionisti

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - E' morto sabato in Argentina, dove aveva accusato un malore, il procuratore capo dello stato spagnolo Josè Manuel Maza, che aveva guidato l'accusa contro i leader secessionisti catalani. Lo riferisce El Pais. Maza, 66 anni, si era sentito male - soffriva di diabete - durante una riunione delle procure ibero-americane a Buenos Aires ed i medici gli avevano consigliato il ricovero. Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha espresso le condoglianze del governo alla famiglia, agli amici ed ai suoi colleghi. Maza aveva chiesto tra l'altro l'incriminazione per sedizione dei leader delle istituzioni catalane, a partire da Carles Puigdemont, dopo la proclamazione dell'indipendenza.

08:43Usa: Casa Bianca, telefonata Trump-Macron su Libano e Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 19 NOV - Donald Trump ha parlato sabato con il presidente francese Emmanuel Macron della situazione in Libano e in Siria. Entrambi i presidenti, riferisce la Casa Bianca, "hanno concordato sulla necessità di lavorare con gli alleati per contrastare le attività destabilizzanti di Hezbollah e dell'Iran nella regione".

08:38Argentina:registrati tentativi chiamate da sottomarino

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Sette tentativi di chiamate satellitari provenienti dal sottomarino argentino disperso nell'Atlantico sono state registrate tra le 10:00 e le 15:00 di sabato. Lo rendono noto i media locali citando il ministero della Difesa argentino. Al momento si sta lavorando per cercare di utilizzare i segnali per determinare la posizione del sottomarino disperso al largo della Patagonia.

01:30Azzurri:Bonucci,Ventura unico colpevole è brutto e riduttivo

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano''. Dopo il match con il Napoli, il difensore del Milan e della Nazionale italiana torna sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. ''Gli altri - afferma Bonucci a Sky - crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere prima del commissario tecnico"

01:16Azzurri:Sarri’nessuno ha difeso Ventura e non mi è piaciuto’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Nessuno ha preso le difese di Ventura. Qualcuno avrebbe dovuto farlo. Non ho sentito le parole dell'associazione allenatori e questo mi ha fatto male''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri prende le difese dell'ex ct della nazionale Giampiero Ventura assediato dai media dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. ''Nessuno l'ha difeso e non mi è piaciuta la gogna mediatica a cui è stato sottoposto''. ''Io ct? Più facile - aggiunge Sarri - che io faccia il politico''.

00:41Calcio: Liga, finisce a reti inviolate il derby di Madrid

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Finisce a reti inviolate il derby di Madrid. Nella 12/a giornata della Liga, l'Atletico, prossimo avversario della Roma in Champions League, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Real di Cristiano Ronaldo. Ne approfitta il Barcellona che allunga sempre di più in classifica dopo la larga vittoria 3-0 sul campo del Leganes. Ora i blaugrana hanno 7 punti di vantaggio sul Valencia impegnato domani contro l'Espanyol e 10 sulle due squadre di Madrid.

00:40Calcio:Insigne’dispiace molto per Mondiale,ma no polemiche’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "E' stata una grande vittoria contro una grande come il Milan. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli''. A Premium Sport l'attaccante del Napoli Lorenzo Insigne torna sulla mancata qualificazione al Mondiale: Scudetto possibile? ''Sappiamo che possiamo fare grandi cose quest'anno, stiamo dando il massimo e speriamo che basterà. Il Napoli per dimenticare la panchina in Nazionale? A me è dispiaciuto di più non andare al Mondiale rispetto a non aver giocato. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il CT quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo. Dispiace molto, ma ora devo pensare al Napoli".

Archivio Ultima ora