Servizio civile, Cdm approva la riforma

(ANSA) – ROMA, 10 FEB – L’Italia rilancia il servizio civile che diventa “universale”, cioè aperto a tutti i giovani che desiderano fare questa esperienza, e che potranno andare anche all’estero. Il Consiglio dei ministri ha approvato, su proposta del premier Paolo Gentiloni, in via definitiva il decreto di riforma, il primo della delega sul terzo settore (legge 106/2016). Queste alcune le novità: riduzione a 25 ore a settimana del servizio, programmazione triennale, apertura agli stranieri regolarmente soggiornanti, istituzione della consulta nazionale. L’obiettivo del Governo è di “rafforzare il servizio civile quale strumento di difesa non armata della Patria” e l’educazione alla pace tra i popoli. Il ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti, afferma: “Abbiamo mantenuto un impegno con i giovani. È un passo avanti importante”. “La riforma del Terzo settore comincia proprio dal servizio civile universale”, sottolinea il sottosegretario Luigi Bobba. Positivi i commenti delle associazioni del settore.

Condividi: