La Roma risorpassa il Napoli, e Higuain riporta la Juventus +7

Pubblicato il 12 febbraio 2017 da ansa

Gonzalo Higuain, in azione a Cagliari. ANSA/ FABIO MURRU

ROMA. – La Roma timbra la pratica Crotone col minimo sforzo, scavalcando nuovamente il Napoli al secondo posto e replicando il 2-0 della Juventus di mercoledì scorso contro i calabresi. I bianconeri, dal canto loro, bissano il successo di Crotone, con lo stesso punteggio e sempre con Higuain in gol: l’argentino, sul terreno del Sant’Elia, nella serata celebrativa di Gigi Riva – al quale prima del match il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha consegnato il Collare d’Oro – ha firmato una doppietta, raggiungendo Dzeko in vetta alla classifica cannonieri, con 18 reti. Higuain riporta la Juve a +7 sulla Roma, ristabilendo pertanto le gerarchie. Lo scudetto è sempre più vicino.

Netti e con poca tensioni gli altri incontri pomeridiani: l’Inter, mentre i suoi tifosi protestano contro l’arbitro Rizzoli con una ‘panolada’, regola l’Empoli con la premiata ditta Eder-Candreva, l’Atalanta passeggia a Palermo come il Chievo in casa del Sassuolo con Inglese che segna una tripletta dopo avere sbagliato un rigore.

Il Torino travolge il Pescara ma Mihajlovic è infuriato coi suoi che dopo il 5-0 si addormentano subendo tre gol. Palermo, Crotone e Pescara continuano a perdere e, con la retrocessione virtualmente assegnate, mezza Serie A ha poche motivazioni.

Chiuderà la giornata domani Lazio-Milan.

Alla Roma non va di traverso l’anticipo dell’ora di pranzo: Dzeko fallisce un rigore, colpisce un palo, poi segna il gol della tranquillità su assist di un Salah apparso in buone condizioni dopo la Coppa d’Africa. Ma a sbloccare la partita è il solito gol prepotente del totem Nainggolan cui scivolano addosso le polemiche dopo il video antijuve ‘rubato’. Oltre al belga protagonisti Strootman e Fazio, la spina dorsale di una squadra che, con il trio difensivo titolare, non concede nulla agli avversari. Ora la testa è alla sfida col Villarreal.

L’Inter archivia le polemiche con Rizzoli regolando agevolmente l’Empoli. Le assenze di Icardi e Perisic non fanno male perché Eder è ispirato e con Candreva sfrutta una lunga consuetudine consolidata anche in azzurro. Kondogbia e Joao Mario tengono saldo il centrocampo e i toscani reggono in parte con le super parate di Skorupski ma la differenza in campo è troppo netta.

L’Atalanta confeziona l’ennesima impresa esterna, vincendo in casa del Palermo e portandosi al quarto posto: Conti e Gomez lanciano la volata, poi Chochev rimette in gioco i palermitani, ma è un fuoco di paglia: Spinazzola colpisce una traversa e i bergamaschi legittimano le sue ambizioni europee con un’altra splendida dimostrazione di gioco sancita dal 3-1 finale di Cristante.

Passeggiata di salute del Torino che ritrova gli estri perduti maramaldeggiando su un Pescata ormai allo sbando. Tre gol in 15′ e una superiorità imbarazzante fino al 5-0. Poi i granata mollano un po’ e il Pescara salva la faccia con tre gol che rendono meno amara la giornata. Belotti segna una doppietta, ma la difesa abruzzese è un colabrodo, con il portiere Bizzarri che stavolta contribuisce al disastro.

Una tripletta di Roberto Inglese stende il Sassuolo in trasferta in una partita indirizzata dall’espulsione dopo 3′ di Letschert per fallo da ultimo uomo. Per la squadra di Di Francesco uno stop che pesa in una stagione decisamente al di sotto delle precedenti. Magra consolazione, il quinto gol di Matri.

Ultima ora

09:16Catalogna:morto procuratore capo Madrid,accusò secessionisti

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - E' morto sabato in Argentina, dove aveva accusato un malore, il procuratore capo dello stato spagnolo Josè Manuel Maza, che aveva guidato l'accusa contro i leader secessionisti catalani. Lo riferisce El Pais. Maza, 66 anni, si era sentito male - soffriva di diabete - durante una riunione delle procure ibero-americane a Buenos Aires ed i medici gli avevano consigliato il ricovero. Il premier spagnolo Mariano Rajoy ha espresso le condoglianze del governo alla famiglia, agli amici ed ai suoi colleghi. Maza aveva chiesto tra l'altro l'incriminazione per sedizione dei leader delle istituzioni catalane, a partire da Carles Puigdemont, dopo la proclamazione dell'indipendenza.

08:43Usa: Casa Bianca, telefonata Trump-Macron su Libano e Siria

(ANSA) - WASHINGTON, 19 NOV - Donald Trump ha parlato sabato con il presidente francese Emmanuel Macron della situazione in Libano e in Siria. Entrambi i presidenti, riferisce la Casa Bianca, "hanno concordato sulla necessità di lavorare con gli alleati per contrastare le attività destabilizzanti di Hezbollah e dell'Iran nella regione".

08:38Argentina:registrati tentativi chiamate da sottomarino

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Sette tentativi di chiamate satellitari provenienti dal sottomarino argentino disperso nell'Atlantico sono state registrate tra le 10:00 e le 15:00 di sabato. Lo rendono noto i media locali citando il ministero della Difesa argentino. Al momento si sta lavorando per cercare di utilizzare i segnali per determinare la posizione del sottomarino disperso al largo della Patagonia.

01:30Azzurri:Bonucci,Ventura unico colpevole è brutto e riduttivo

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Trovare un unico colpevole nel Ct Ventura è brutto e riduttivo, l'eliminazione arriva non per il Ct in panchina ma perché abbiamo tralasciato i segnali che arrivavano''. Dopo il match con il Napoli, il difensore del Milan e della Nazionale italiana torna sulla mancata qualificazione dell'Italia ai Mondiali. ''Gli altri - afferma Bonucci a Sky - crescono e noi ci affidiamo alla buona sorte. Ancelotti prossimo CT? Per lui parla la carriera, è un grandissimo allenatore, è un vincente ma ci sono altre cose che bisogna decidere prima del commissario tecnico"

01:16Azzurri:Sarri’nessuno ha difeso Ventura e non mi è piaciuto’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - ''Nessuno ha preso le difese di Ventura. Qualcuno avrebbe dovuto farlo. Non ho sentito le parole dell'associazione allenatori e questo mi ha fatto male''. Il tecnico del Napoli Maurizio Sarri prende le difese dell'ex ct della nazionale Giampiero Ventura assediato dai media dopo la mancata qualificazione ai Mondiali. ''Nessuno l'ha difeso e non mi è piaciuta la gogna mediatica a cui è stato sottoposto''. ''Io ct? Più facile - aggiunge Sarri - che io faccia il politico''.

00:41Calcio: Liga, finisce a reti inviolate il derby di Madrid

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - Finisce a reti inviolate il derby di Madrid. Nella 12/a giornata della Liga, l'Atletico, prossimo avversario della Roma in Champions League, non va oltre lo 0-0 in casa contro il Real di Cristiano Ronaldo. Ne approfitta il Barcellona che allunga sempre di più in classifica dopo la larga vittoria 3-0 sul campo del Leganes. Ora i blaugrana hanno 7 punti di vantaggio sul Valencia impegnato domani contro l'Espanyol e 10 sulle due squadre di Madrid.

00:40Calcio:Insigne’dispiace molto per Mondiale,ma no polemiche’

(ANSA) - ROMA, 18 NOV - "E' stata una grande vittoria contro una grande come il Milan. Noi ci abbiamo messo grinta e cuore, poi i tifosi ci sono sempre vicino e noi li ringraziamo sempre e cercheremo di non deluderli''. A Premium Sport l'attaccante del Napoli Lorenzo Insigne torna sulla mancata qualificazione al Mondiale: Scudetto possibile? ''Sappiamo che possiamo fare grandi cose quest'anno, stiamo dando il massimo e speriamo che basterà. Il Napoli per dimenticare la panchina in Nazionale? A me è dispiaciuto di più non andare al Mondiale rispetto a non aver giocato. Non voglio fare polemica, ho accettato le scelte del mister. Per il CT quegli erano gli uomini giusti ma io sono stato orgoglioso di far parte di quel gruppo. Dispiace molto, ma ora devo pensare al Napoli".

Archivio Ultima ora