Seul accusa apertamente Pyongyang per omicidio Kim Jong-nam

(ANSA) – LONDRA, 19 FEB – La Corea del Sud accusa pubblicamente la Corea del Nord dell’assassinio di Kim Jong-nam, fratellastro del leader supremo di Pyongyang, Kim Jong-un. Lo riporta la Bbc citando un portavoce del ministero per l’Unificazione di Seul. “Siamo convinti che il regime nordcoreano sia dietro l’incidente, considerato che cinque sospetti sono nordcoreani”, ha detto il portavoce alla luce degli ultimi sviluppi investigativi. Kim Jong-nam e’ stato ucciso nell’aeroporto di Kuala Lumpur, in Malaysia, mentre si apprestava a partire per Macao, dove viveva rifugiato da anni – e in polemica con l’attuale leadership dinastico comunista del suo Paese – sotto la protezione della Cina.

Condividi: