Tom Pérez guiderà il partito democratico. Trump attacca

Pubblicato il 27 febbraio 2017 da ansa

WASHINGTON. – E’ già scontro aperto tra Donald Trump e il nuovo presidente del partito democratico, Tom Pérez. Sin dalle sue prime dichiarazioni dopo la risicata vittoria ad Atlanta, l’ex ministro del Lavoro dell’amministrazione Obama aveva annunciato battaglia contro “il peggior presidente della storia degli Stati Uniti” e si era detto a favore di un’inchiesta indipendente sulle interferenze russe nella campagna elettorale americana, unica spada di Damocle pendente per ora sulla Casa Bianca.

Trump gli ha risposto prima con delle congratulazioni sarcastiche (“Non potrei essere più felice per il partito repubblicano!”), poi con l’accusa di elezioni manipolate dalla sua ex rivale: “La corsa per il presidente del Dnc (il Democratic national committee, ndr) è stata, naturalmente, totalmente truccata. Il candidato di Bernie, come Bernie stesso, non ha mai avuto nessuna possibilità. Clinton ha chiesto Perez!”. “Elezioni truccate? Intanto indaghiamo su quelle per la Casa Bianca”, gli ha replicato oggi a muso duro Perez evocando di nuovo gli hacker russi.

Ma l’attacco di Trump mira a far identificare ancora il partito democratico con la “corrotta” Hillary e con il complotto anti Sanders rivelato da Wikileaks, che aveva portato alle dimissioni del precedente presidente del Dnc, Debbie Wasserman Schultz.

In effetti il partito democratico non ha svoltato a sinistra, ha scelto in qualche modo la continuità affidandosi ad un uomo dell’establishment sponsorizzato apertamente da Obama e sotterraneamente dalla Clinton, entrambi ritenuti in qualche modo responsabili del tracollo dem alle ultime elezioni, che hanno consegnato ai repubblicani Casa Bianca, Congresso, due terzi dei governatori e dei parlamenti locali, nonché la Corte Suprema.

E quando è stata annunciata la vittoria di Perez al secondo round di votazioni per 235 a 200, nella più incerta elezione degli ultimi 30 anni per questa carica, i sostenitori del principale sfidante, il deputato afroamericano Keith Ellison, primo musulmano della storia eletto in Congresso, sostenuto dall’ala liberal incarnata da Sanders e da Elisabeth Warren, hanno fatto esplodere la loro rabbia e gridato “un partito per la gente, non per chi ha tanti soldi”.

Ma in quel momento è arrivato il ‘miracolo’ che riapre le speranze per rilanciare unitariamente il partito. Con un’abile mossa, Pérez ha messo a tacere la protesta nominando subito come vice Ellison, che ha invitato i suoi all’unità. “Non possiamo permetterci il lusso di uscire da questa sala divisi”, ha ammonito Ellison, condividendo poi tutte le dichiarazioni d’intenti del vincitore, dopo una gara senza veleni. “L’unità è la nostra più grande forza e il più grande incubo di Trump”, gli ha fatto eco il nuovo leader dem.

A guardar bene, Pérez, 55 anni, cattolico con educazione gesuitica, non si identifica solo con l’establishment e possiede buone carte da giocare. Intanto, come figlio di immigrati dominicani, è il primo presidente dem di origine ispaniche, aspetto che può catalizzare il sostegno della vasta comunità di latinos bistrattati da Trump.

Poi ha alle spalle una lunga carriera come avvocato e procuratore federale nel campo dei diritti umani. Infine ha una esperienza da ministro del Lavoro, tema centrale della campagna di Trump, che ora aspira a trasformare il Grand Old Party nel partito dei lavoratori. Per ora anche Sanders gli ha fatto una apertura di credito ma, ha avvisato, “il partito ha bisogno di un grande cambiamento, non può più funzionare come nell’ultimo decennio”.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

10:47Arabia Saudita: Ministero Esteri nega contatti con Israele

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - Il ministero degli Esteri dell'Arabia Saudita ha negato che nelle ultime settimane rappresentanti ufficiali del governo saudita si siano recati in Israele. Secondo quanto riportato da Al Arabiya English, in un comunicato si legge che le notizie su visite di ufficiali sauditi presso Israele "sono false e non hanno nessuna base di verità". Vengono inoltre invitati i media a verificare con accuratezza ciò che pubblicano. "Nessuna attenzione verrà data a dicerie e notizie con finalità altre ormai note", avrebbe aggiunto una fonte interna al ministero.

10:39Calcio:Nicchi,tempo effettivo gioco forse in futuro, ora no

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - ''Non è escluso che si arrivi al tempo effettivo di gioco, ma ora no''. Il presidente dell'associazione italiana arbitri, Marcello Nicchi, apre al 'cronometro in campo' anche se solo in futuro: ''Oggi non serve il cronometrista per il tempo effettivo - aggiunge Nicchi ai microfoni di Radio Anch'io lo sport - può darsi in futuro. C'e' anche un problema di risorse. Con i primi risultati di questa sperimentazione (la Var, ndr) perdiamo un minuto e mezzo - aggiunge Nicchi - non a vedere il monitor si perde tempo ma con altri episodi''.

10:37A Napoli cadavere extracomunitario,ha colpo pistola in testa

(ANSA) - NAPOLI, 23 OTT - Il cadavere di un cittadino extracomunitario è stato ritrovato in un appartamento di Napoli, in via Giovanni Tappia. Sul corpo dell'uomo, di circa 35-40 anni, è stato individuato un colpo di pistola alla testa. In casa è stata anche trovata la pistola, vicino al corpo. Potrebbe trattarsi di un suicidio ma la Polizia di Stato indaga per non escludere alcuna pista. Ieri sera sono stati i Vigili del Fuoco e gli agenti del commissariato Vicaria-Mercato ad accedere nell'appartamento trovato completamente a soqquadro; il corpo era già in avanzato stato di decomposizione.

10:26Turchia: 859 arresti per terrorismo in una settimana

(ANSA) - ISTANBUL, 23 OTT - Ancora arresti di massa in Turchia con accuse di "terrorismo". Sono 859 le persone finite in manette nell'ultima settimana, secondo un bollettino del ministero degli Interni. La maggior parte (643) sono sospettate di legami con la presunta rete golpista di Fethullah Gulen. Altre 131 sono state arrestate in operazioni contro il Pkk curdo, durante le quali sono anche stati "neutralizzati" 64 militanti, di cui 45 uccisi. Detenuti dall'antiterrorismo anche 69 sospetti affiliati all'Isis e 16 a gruppi illegali di estrema sinistra. Dal tentativo di putsch del 15 luglio 2016, gli arresti per presunti reati di terrorismo in Turchia sono stati più di 50 mila.

10:03Vittima incidente a terra, lui filma e fa la diretta su Fb

(ANSA) - BOLOGNA, 23 OTT - Mentre la vittima di un incidente stradale era a terra, lui con il telefonino si è connesso a Facebook e ha iniziato a trasmettere la diretta dell'agonia, scrivendo: "Chi mi segue chiami aiuto!" e "C'è sangue, speriamo si salvi". E' successo a Riccione (Rimini), dove nella notte tra sabato e domenica è morto in viale Veneto un ragazzo di 24 anni, Simone Ugolini, dopo un schianto in motorino contro un albero. L'autore del video, come riportano quotidiani locali, si chiama Andrea Speziali, ha 29 anni, esperto d'arte e candidato alle ultime elezioni comunali. Sui social è stato bersagliato di critiche e insulti. "Mi hanno detto che avevano già chiamato i soccorsi", ha detto poi - riferisce Il Resto del Carlino - spiegando di essere rimasto "sconvolto, sotto choc" e di aver voluto "far qualcosa per quel giovane a terra". "Mi sono messo a filmarlo e volevo fare una diretta, volevo condividere il mio dolore. Non cercavo lo scoop - ha aggiunto - ora ho capito di aver sbagliato e chiedo scusa a tutti". (ANSA).

09:59Calcio: Nicchi ‘Montella si dovrà adeguare alla Var’

(ANSA) - ROMA, 23 OTT - ''Io non rispondo a Montella in senso lato, dico soltanto che anche lui si dovrà adeguare a questa tecnologia. La carriera non se la gioca solo lui ma tutti''. Il presidente dell'Aia (l'associazione italiana arbitri), Marcello Nicchi, risponde alle polemiche sulla Var del tecnico del Milan Vincenzo Montella dopo il pari con il Genoa ed il rosso a Bonucci. ''Lui - aggiunge Nicchi ai microfoni di Radio Anch'io lo sport - sa come bisogna contenersi, se la sua squadra girasse come si deve non saremmo qui a commentare''.

09:59Esplode bombola di gas a Palermo, 4 pompieri feriti

(ANSA) - PALERMO, 23 OTT - Quattro vigili del fuoco sono rimasti feriti, la notte scorsa, uno in modo più grave, a causa dell'esplosione di una bombola di gas, che era sistemata in un camper nella zona di Cruilas a Palermo, alle spalle dell'ex centro commerciale Grande migliore. La squadra era intervenuta dopo la segnalazione di un incendio, intorno alle 3. Durante le operazioni la bombola è scoppiata e i quattro pompieri sono stati travolti dalle fiamme. Il caposquadra è ricoverato al centro grandi ustioni del Civico. Ha ustioni al viso e alle mani. La prognosi riservata.

Archivio Ultima ora