Mosca: “Se gli Usa aumentano le spese militari, reagiremo”

Pubblicato il 28 febbraio 2017 da ansa

FOTO REUTERS/Sergei Karpukhin

MOSCA. – La Russia non potrà far altro che “reagire” se gli Stati Uniti vareranno davvero l’aumento massiccio delle spese militari, così come annunciato da Donald Trump. A mettere le mani avanti è stato Leonid Slutsky, capo della Commissione Esteri della Duma. Che però ha pure sottolineato come “per ora” si tratti “di retorica pura”. Dalle parole, insomma, si deve passare ai fatti. Ma soprattutto non è il caso di alzare troppo la tensione fra Mosca e Washington prima che Putin e Trump abbiano avuto l’occasione di parlarsi a quattr’occhi.

A gettare acqua sul fuoco – in seguito alla ‘doppietta’ aumento spese militari e possibile rafforzamento dell’arsenale atomico Usa con conseguente revisione dei trattati sul disarmo nucleare – è infatti il vice ministro degli Esteri Serghei Ryabkov, che ha sottolineato, in una tavola rotonda alla Duma, come siano gli oppositori di Trump ad “alimentare la russofobia per screditare la nuova amministrazione americana”.

“È ovvio – ha dichiarato – che le relazioni Usa-Russia possono soffrire in qualche modo di questi tentativi maliziosi. Ma noi lo capiamo e siamo al lavoro per minimizzare questi sforzi e non drammatizzare la situazione”. Ecco allora che, per Ryabkov, le dichiarazioni di Trump sul possibile riarmo nucleare “non sono una sorpresa per la Russia” né tantomeno sono sufficienti per imporre a Mosca “un cambio di rotta”.

Detto questo, il vice ministro degli Esteri ha notato come il trattato New Start sia “utile” e la Russia non abbia nessuna intenzione di “cambiarlo”. D’altra parte, anche il vice ministro della Difesa russo Alexander Fomin è intervenuto, nella stessa giornata, per ricordare che il trattato “è operativo e in vigore”.

“Credo – ha detto – che sia necessario lavorare sul trattato esistente, mentre tutte le altre cose sono insinuazioni e congetture”. Se poi gli Usa dovessero avanzare proposte per un’ulteriore “riduzione e limitazione” delle armi strategiche offensive Mosca sarebbe pronta a discutere. Di stracciare il trattato, dunque, non se ne parla nemmeno.

A intervenire poi sul tema dell’aumento delle spese militari Usa – che da solo, segnalano diversi analisti, varrebbe l’80% del budget militare russo – è stata anche la Cina. “Speriamo che le politiche e le misure Usa possano portare benefici alla pace e alla stabilità globale”, ha commentato Geng Shuang, portavoce del ministero degli Esteri, secondo cui è solo ipotetico legare l’incremento alla situazione del mar Cinese meridionale.

(di Mattia Bernardo Bagnoli/ANSA)

Ultima ora

07:26Cina:Xi,Pcc deve mantenere assoluto controllo militari

PECHINO - Il Partito comunista cinese "deve mantenere l'assoluto controllo sulle forze armate". Lo ha detto il segretario generale del Pcc Xi Jinping, nel discorso d'apertura del 19/mo congresso assicurando che il Partito "si opporra' a ogni azione che metta a rischio la leadership".

07:23Cina:XI,rinnovamento nazione non ‘come passeggiata’ in parco

PECHINO - Raggiungere il rinnovamento della Cina non sara' "come una passeggiata nel parco". Nel suo intervento introduttivo al 19/mo congresso del Partito comunista, il segretario generale Xi Jinping ha rimarcato che il "sogno cinese" richiede una lotta decisa alle contraddizioni e forte impegno su progetti e cause.

07:19Cina: Xi, economia restera’ a passo medio-alto

PECHINO - La Cina manterra' il tasso di crescita della sua economia "a un passo medio-alto". Lo ha detto il segretario generale Xi Jinping nella relazione d'apertura del 19/mo congresso del Partito comunista cinese.

07:15Cina: Xi, prospettive luminose ma sfide impegnative

PECHINO - Le prospettive della Cina ''sono luminose ma restano sfide impegnative''. Lo ha affermato il segretario generale del Partito comunista cinese Xi Jinping, nella sua relazione d'apertura. Negli ultimi 5 anni, ha ricordato, il Pil E' aumentato da 54.000 miliardi di yuan a quota 80.000, pari a 12.100 miliardi di dollari circa.

07:10Cina: aperti lavori 19/mo congresso Partito comunista

PECHINO - Il premier cinese Li Keqiang ha aperto ufficialmente i lavori dEl 19/mo congresso del Partito comunista, chiamato a rinnovare gli organismi interni a partire dal Comitato centrale. Il segretario generale Xi Jinping ha iniziato la sua relazione dedicata ai cinque anni passati e alle prospettive del prossimo quinquennio e oltre. Xi, nelle attese, dovrebbe rafforzare i suoi poteri quale ''core leader'', nucleo del Partito.

07:01Amnesty,centinaia Rohingya uccisi da sicurezza birmana

BANGKOK - Le forze di sicurezza birmane hanno ucciso centinaia di persone nell'ambito di una campagna sistematica per espellere dal paese la minoranza musulmana dei Rohingya. La denuncia viene da Amnesty International. Per il suo rapporto, diffuso oggi, l'organizzazione umanitaria ha intervistato piu' di 120 Rohingya fuggiti alle violenze.

06:58Trump, non demolire storia Usa. E difende Colombo

WASHINGTON - Gli Usa dovrebbero celebrare e preservare la loro storia, ''non demolirla'': lo ha detto Donald Trump intervenendo davanti al think tank conservatore Heritage Foundation, dove ha criticato il movimento che mira ad abbattere le statue sudiste ed altri simboli del controverso passato americano. ''Ora stanno tentando anche di abbattere le statue di Cristoforo Colombo, cosa succedera' dopo?'', si e' chiesto il presidente, che nel proclamare il Columbus day aveva difeso in modo netto la figura dell'esploratore genovese.

Archivio Ultima ora