L’Udinese frena la marcia della Juventus, Inter a valanga a Cagliari

Pubblicato il 05 marzo 2017 da ansa

L’Inter festeggia. ANSA/FABIO MURRU

ROMA. – L’Udinese frena la marcia della Juventus che non capitalizza appieno l’harakiri della Roma di ieri col Napoli. I bianconeri non sfruttano il matchpoint ma si portano comunque a +8 sui giallorossi e la via dello scudetto è sempre più in discesa. Per la capolista è il primo pari della stagione, un risultato che è mancato 38 turni, dallo 0-0 del 19 febbraio 2016 in casa del Bologna.

E’ una giornata nel segno dell’Inter, che travolge in trasferta il Cagliari 5-1 con doppietta di Perisic, scavalca il Milan e la Lazio (che posticipa in casa del Bologna) e si porta a un punto dall’Atalanta bloccata in casa dalla Fiorentina.

Una tripletta di Belotti in 10′ (che va in fuga con 22 gol in testa alla classifica marcatori) consente al Torino di battere il Palermo mentre il Genoa nel finale vince in casa di un deludente Empoli. Ma alle spalle dei toscani poco si muove perche’ il Crotone si fa imporre il pari in casa dal Sassuolo.

La vera sorpresa è al Friuli: la Juve segna il passo in casa di un’Udinese trasformata rispetto alle ultime gare. Forse la sconfitta della Roma deconcentra la solita feroce determinazione della Juve che si presenta in veste dimessa. Dopo molto equilibrio Zapata si impegna in una prolungata discesa, viene affrontato in maniera molle da Bonucci.

L’attaccante conclude forte e il tiro rimpalla su Buffon e si insacca. La Juve si scuote nella ripresa e proprio Bonucci si fa perdonare la leggerezza sul gol siglando il pari di testa. Ma i friulani riescono ad essere ancora pericolosi con Zapata e per la Juve prende forma il primo pari della stagione.

La grave sconfitta con la Roma mette le ali invece all’Inter di Pioli che trova la chiave giusta inserendo Banega. L’argentino approfitta della difesa approssimativa del Cagliari per fare la differenza: prima crea un assist per Perisic che fulmina Gabriel, poi realizza una magistrale punizione. L’ira dei sardi prende forma con Borriello che di testa segna il gol n.12, ma nella ripresa ancora Perisic, Icardi su rigore e Gagliardini pongono il sigillo su una vittoria che consente ai nerazzurri di scavalcare il Milan e di portarsi a un punto dall’Atalanta.

Si ferma infatti la marcia trionfale dei bergamaschi dopo quattro vittorie consecutive. La Fiorentina disputa una gara vigorosa e crea grattacapi ai padroni di casa che non riescono a creare la solita superiorità territoriale. Nel finale la squadra di Gasperini prende il sopravvento e prima Freuler e poi Petagna sfiorano il vantaggio. Ma il pari lascia lontano dall’Europa la Fiorentina, a -8 dal settimo posto. L’Atalanta vince però fuori del campo con la lodevole iniziativa di devolvere l’incasso (125 mila euro) in favore delle popolazioni terremotate di Amatrice.

Super Belotti protagonista della vittoria in rimonta del Torino sul Palermo che va in vantaggio con una grande conclusione di Rispoli. Toro grigio, che si sveglia con l’ingresso di Ljajic. Bastano 10′ al capocannoniere della serie A per ribaltare il risultato: prima di testa su uscita a vuoto di Posavec, poi al volo su punizione di Ljajic, poi ancora di testa, e sempre su papera del portiere. Naufragano le speranze dei siciliani di tornare a lottare per la salvezza.

Fa un piccolo passo avanti il Crotone che però non riesce a superare un Sassuolo che conta otto assenze. E’ quindi senza danni la sconfitta in casa, maturata nel finale, dell’Empoli col Genoa. Ntcham e Hiljemark scardinano la difesa toscana confezionando la prima vittoria per Mandorlini. Per l’Empoli si tratta della sesta sconfitta consecutiva ma la debolezza delle ultime tre non può procurare danni ai toscani.

Ultima ora

04:58Terremoto: scossa 3.2 nel Reatino, Amatrice trema ancora

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. (ANSA).

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

22:32Ventenne pestato da branco ad Alatri, è morto a Roma

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - E' morto stasera all'Umberto I di Roma il ventenne di Alatri pestato a sangue in piazza nella città in provincia di Frosinone. Lo si è appreso da fonti investigative. Emanuele Morganti non ce l'ha fatta dopo ore di agonia ed un intervento chirurgico. Era stato aggredito due notti fa da un gruppo di persone dopo una lite in un locale nel centro storico del comune frusinate per difendere la fidanzata. Il pm della procura di Frosinone ed i carabinieri stanno interrogando alcuni sospettati.

21:49Marine Le Pen, ‘l’Ue morirà, la gente non la vuole più’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "L'Unione europea morirà perche' la gente non la vuole più". Ne è convinta Marine Le Pen, la candidata euroscettica alle presidenziali in Francia. Durante un comizio elettorale a Lille la leader del Front National ha rassicurato i suoi sostenitori che lasciare l'eurozona, come da lei proposto, "non trascinerebbe il Paese nel caos". "E' arrivato il tempo di sconfiggere i 'globalisti'. Il mio è un messaggio di libertà, emancipazione e liberazione", ha aggiunto Le Pen invitando "tutti i patrioti a riunirsi sotto la nostra bandiera".

Archivio Ultima ora