L’Udinese frena la marcia della Juventus, Inter a valanga a Cagliari

Pubblicato il 05 marzo 2017 da ansa

L’Inter festeggia. ANSA/FABIO MURRU

ROMA. – L’Udinese frena la marcia della Juventus che non capitalizza appieno l’harakiri della Roma di ieri col Napoli. I bianconeri non sfruttano il matchpoint ma si portano comunque a +8 sui giallorossi e la via dello scudetto è sempre più in discesa. Per la capolista è il primo pari della stagione, un risultato che è mancato 38 turni, dallo 0-0 del 19 febbraio 2016 in casa del Bologna.

E’ una giornata nel segno dell’Inter, che travolge in trasferta il Cagliari 5-1 con doppietta di Perisic, scavalca il Milan e la Lazio (che posticipa in casa del Bologna) e si porta a un punto dall’Atalanta bloccata in casa dalla Fiorentina.

Una tripletta di Belotti in 10′ (che va in fuga con 22 gol in testa alla classifica marcatori) consente al Torino di battere il Palermo mentre il Genoa nel finale vince in casa di un deludente Empoli. Ma alle spalle dei toscani poco si muove perche’ il Crotone si fa imporre il pari in casa dal Sassuolo.

La vera sorpresa è al Friuli: la Juve segna il passo in casa di un’Udinese trasformata rispetto alle ultime gare. Forse la sconfitta della Roma deconcentra la solita feroce determinazione della Juve che si presenta in veste dimessa. Dopo molto equilibrio Zapata si impegna in una prolungata discesa, viene affrontato in maniera molle da Bonucci.

L’attaccante conclude forte e il tiro rimpalla su Buffon e si insacca. La Juve si scuote nella ripresa e proprio Bonucci si fa perdonare la leggerezza sul gol siglando il pari di testa. Ma i friulani riescono ad essere ancora pericolosi con Zapata e per la Juve prende forma il primo pari della stagione.

La grave sconfitta con la Roma mette le ali invece all’Inter di Pioli che trova la chiave giusta inserendo Banega. L’argentino approfitta della difesa approssimativa del Cagliari per fare la differenza: prima crea un assist per Perisic che fulmina Gabriel, poi realizza una magistrale punizione. L’ira dei sardi prende forma con Borriello che di testa segna il gol n.12, ma nella ripresa ancora Perisic, Icardi su rigore e Gagliardini pongono il sigillo su una vittoria che consente ai nerazzurri di scavalcare il Milan e di portarsi a un punto dall’Atalanta.

Si ferma infatti la marcia trionfale dei bergamaschi dopo quattro vittorie consecutive. La Fiorentina disputa una gara vigorosa e crea grattacapi ai padroni di casa che non riescono a creare la solita superiorità territoriale. Nel finale la squadra di Gasperini prende il sopravvento e prima Freuler e poi Petagna sfiorano il vantaggio. Ma il pari lascia lontano dall’Europa la Fiorentina, a -8 dal settimo posto. L’Atalanta vince però fuori del campo con la lodevole iniziativa di devolvere l’incasso (125 mila euro) in favore delle popolazioni terremotate di Amatrice.

Super Belotti protagonista della vittoria in rimonta del Torino sul Palermo che va in vantaggio con una grande conclusione di Rispoli. Toro grigio, che si sveglia con l’ingresso di Ljajic. Bastano 10′ al capocannoniere della serie A per ribaltare il risultato: prima di testa su uscita a vuoto di Posavec, poi al volo su punizione di Ljajic, poi ancora di testa, e sempre su papera del portiere. Naufragano le speranze dei siciliani di tornare a lottare per la salvezza.

Fa un piccolo passo avanti il Crotone che però non riesce a superare un Sassuolo che conta otto assenze. E’ quindi senza danni la sconfitta in casa, maturata nel finale, dell’Empoli col Genoa. Ntcham e Hiljemark scardinano la difesa toscana confezionando la prima vittoria per Mandorlini. Per l’Empoli si tratta della sesta sconfitta consecutiva ma la debolezza delle ultime tre non può procurare danni ai toscani.

Ultima ora

21:45Meredith, niente risarcimento a Sollecito

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Raffaele Sollecito non avrà alcun risarcimento per i quattro anni di custodia cautelare trascorsi in carcere quando era accusato, insieme ad Amanda Knox, dell'omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a Perugia nel 2007. Lo ha deciso la Cassazione che ha respinto il reclamo di Sollecito per avere 500 mila euro di risarcimento per quella che a suo dire è stata una "ingiusta detenzione". Sollecito è stato definitivamente assolto dalla Cassazione, insieme ad Amanda Knox, per il delitto al quale si è sempre proclamato estraneo. Per lui il no al risarcimento è una decisione "inspiegabile". "Sto subendo ancora - ha detto - le conseguenze degli anni passati in carcere da innocente". "Il risarcimento che è stato negato a Raffaele poteva e doveva essere il giusto ristoro per l'ingiusta detenzione subita. Ma questo non scalfisce in alcun modo la sua innocenza", il commento del suo difensore, l'avvocato Giulia Bongiorno. "Ricorreremo alla Corte europea - ha aggiunto - e non ci fermeremo".

21:13Libia: rapiti funzionari dell’Onu, poi rilasciati

(ANSA) - ROMA, 28 GIU - Funzionari dell'Onu sono stati rapiti, e poi rilasciati, dopo che il loro convoglio è stato attaccato da uomini armati vicino a Zawiyah, a circa 50 chilometri a ovest di Tripoli. Secondo i media internazionali i rapitori farebbero parte di un gruppo locale affiliato ad Al Qaida. A bordo dei mezzi Onu viaggiavano un americano, due svedesi, due giordani, un team di sicurezza romeno e alcuni libici.

21:11Maltempo flagella Centro Nord, allerta in diverse regioni

(ANSA) - TORINO, 28 GIU - Nubifragi, trombe d'aria, esondazioni e allagamenti. E' allerta meteo sulle regioni del Centro Nord, a causa della perturbazione di origine atlantica che sta dividendo in due il Paese, uno scarto termico di venti gradi tra la Valle d'Aosta e la Sicilia. Con il sole e l'afa regine al Sud, Piemonte, Liguria, Lombardia e Veneto riaprono l'ombrello e contano i danni dei violenti acquazzoni, tra alberi sradicati e tetti scoperchiati, mentre Emilia-Romagna e Toscana fanno i conti soprattutto col forte vento e il mare mosso. Il Dipartimento della Protezione civile, d'intesa con le Regioni coinvolte, ha emesso un avviso di condizioni meteo avverse.

20:54Rifiuti: A Ercolano corteo e mascherine contro roghi tossici

(ANSA) - ERCOLANO (NAPOLI), 28 GIU - Un corteo per dire stop allo sversamento illegale dei rifiuti e ai roghi tossici si è svolto, questa sera, lungo le strade di Ercolano (Napoli). A promuoverlo i volontari dell'associazione "Salute Ambiente Vesuvio" che, a seguito degli ultimi roghi nell'area delle cave in contrada Castelluccio nel cuore del Parco Nazionale del Vesuvio, hanno chiesto interventi celeri alle istituzioni contro chi inquina e deturpa il territorio. Alla testa del corteo, partito da piazza Trieste, i giovani delle parrocchie con lo striscione 'Il Vesuvio non è una discarica', a seguire le Mamme Vulcaniche, i sacerdoti del decanato, le scuole, il mondo del volontariato e comuni cittadini che hanno indossato mascherine "perché in alcune ore non si può respirare a causa dei fumi". (ANSA).

20:51Interrotta per 100′ circolazione treni per albero caduto

(ANSA) - PERUGIA, 28 GIU - Interrotta per circa un'ora e tre quarti a causa di un albero caduto a causa del forte vento la linea ferroviaria tra Ellera e Magione, sulla tratta Firenze-Foligno. Personale di Rfi è subito intervenuto e ha rimosso il tronco permettendo ai treni di tornare a circolare. Al momento della caduta della pianta non c'erano convogli lungo il percorso. Le ferrovie hanno quindi attivato un servizio navetta su bus tra Ellera e Magione fino al momento della riapertura.

20:48Libia: fonti libiche, rilasciati i funzionari Onu rapiti

(ANSA) - TRIPOLI, 28 GIU - I funzionari dell'Onu rapiti oggi in Libia vicino a Tripoli dopo un attacco da parte di uomini armati al loro convoglio sarebbero già stati rilasciati. Lo si apprende da fonti locali secondo le quali a bordo dei mezzi Onu viaggiavano un americano, due svedesi, due giordani, un team di sicurezza romeno e alcuni libici.

20:42Libia:agenzia Mena,’attacco Al Qaida, rapiti funzionari Onu’

(ANSA) - TRIPOLI, 28 GIU - Funzionari dell'Onu sono stati rapiti dopo che il loro convoglio è stato attaccato da uomini armati vicino a Zawiyah, a circa 50 chilometri a ovest di Tripoli. Non si hanno al momento notizie sulla sorte dei sette dipendenti dell'Unsmil, la missione delle Nazioni Unite in Libia. Lo riferisce l'agenzia egiziana Mena. La stessa agenzia cita Sky News secondo la quale i rapitori farebbero parte di un gruppo locale affiliato ad Al Qaida.

Archivio Ultima ora