Rebeldes, valientes e idealistas. I.SAT presenta especial “I Have a Dream”

Pubblicato il 06 marzo 2017 da redazione

CARACAS. – Espíritus inquebrantables… Historias de luchadoras y luchadores que se juegan para desafiar las desigualdades laborales (Made in Dagenham), los regímenes opresivos (Pussy Riot: A Punk Prayer), la discriminación sexual (Milk), las imágenes de la guerra (Which Way is the Frontline from Here?) o las divisiones políticas (La chica del sur). Lucha ahora o sufre para siempre.

Agenda I Have a Dream
Miércoles de marzo
Medianoche (VEN)

Miércoles 1
• Milk

Miércoles 8
• Pussy Riot: A Punk Prayer

Miércoles 15
• Made in Dagenham

Miércoles 22
• La chica del sur (The South Korean Girl)

Miércoles 29
• Which Way is the Frontline from Here?

Datos curiosos:

• Harvey Milk fue el principal activista gay en los EEUU y el primer homosexual en ocupar un cargo en la Junta de Supervisores de San Francisco. Fue asesinado junto al alcalde de esa ciudad en 1978. Su discurso más famoso es conocido como “Esperanza” (Hope). Allí proclamaba: “Los gays de todo el país (…) que están saliendo del closet (…) lo que necesitan es esperanza. Ustedes tienen que darles esperanza. Esperanza de un mundo mejor, un mañana mejor, un lugar adonde ir si las presiones en casa se hacen insoportables. No sólo para los gays sino también para los negros, los latinos, los viejos, los lisiados… Si ustedes ayudan a elegir más gays, les estarán mandando una clara señal a los que se sienten afuera, una señal de que es posible avanzar. Si un gay puede, las puertas están abiertas para todos”.

• Con el apoyo de material de archivo extraído del documental The times of Harvey Milk de Rob Epstein, Gus Van Sant recrea su historia y le rinde homenaje a su legado. La película obtuvo 2 Oscars en 2008, sobre 8 nominaciones en total. Las estatuillas fueron al Mejor guion original y para Sean Penn como Mejor actor.

• Cuando en 1989 el realizador José Luis García viajó a Corea del Norte para participar de un festival, conoció la historia de Lim Sukyung, una activista política que decidió llegar clandestinamente a Corea del Norte para luego cruzar la frontera hacia Corea del Sur, en reclamo de la reunificación pacífica de su pueblo. García quedó cautivado con este caso y 20 años más tarde decidió reencontrarse con Sukyung. Todo esto refleja La chica del sur.

• Director de fotografía de Martín Rejtman, Fernándo Spiner y Alejandro Agresti, además de La chica del sur el argentino José Luis García dirigió en 2005 Cándido López – Los campos de batalla.

• Made in Dagenham es la recreación de la historia real de un grupo de trabajadoras de la compañía Ford, y de cómo con su lucha consiguieron derribar en 1968 una antigua desigualdad más propia de la edad de las cavernas.

• En 2014, la película Made in Dagenham fue reconvertida en un musical, con el protagónico de Gemma Arterton (Prince of Persia: The Sands of Time).

• Con Which Way is the Frontline from Here?, Sebastian Jurgen rinde tributo al legado de su amigo Tim Hetherington, periodista y fotógrafo nominado al Oscar asesinado en Libia, donde actuaba como corresponsal. Durante una década, Hetherington superó los límites convencionales en la captura de imágenes para convertirse en uno de los periodistas más importantes de su generación.

• Las Pussy Riot son un colectivo punk feminista que se opone a la manera en cómo maneja las cosas en Rusia el gobierno de Vladimir Putin, y planea cambiarlas a través del arte. Tras tomar el altar de la catedral de Moscú en 2012, fueron arrestadas y enfrentaron un juicio ejemplificador, que las condenó a purgar dos años en prisión. Amnistía Internacional calificó la condena como “un golpe amargo contra la libertad de expresión”.

• Con testimonios de sus familiares, compañeros de militancia, y fanáticos religiosos, Pussy Riot: A Punk Prayer documenta cómo nacen y se desarrollan las voces disidentes en una sociedad tan conservadora. Todo al ritmo de la más furiosa distorsión.

www.isat.tv

I.Sat está disponible en Venezuela en los siguientes canales:
119 de Inter, 520 de DirecTV y el 605 de MoviStar TV Digital

Ultima ora

21:09Calcio: Baccaglini, lavoriamo in silenzio a futuro Palermo

(ANSA) - PALERMO, 25 APR - "Ci sono avvocati, banchieri e tecnici che stanno lavorando intensamente per finalizzare l'operazione entro i termini stabiliti. Lo fanno nel modo in cui si svolgono gli affari seri: in silenzio e con discrezione. Nel frattempo stiamo lavorando intensamente alla pianificazione del prossimo anno che deve vederci squadra forte, competitiva e all'altezza dei colori societari". E' quanto dice il presidente del Palermo calcio, Paul Baccaglini.

21:09Il paese raccolse 2 mln euro per cure, morto 14enne malato

(ANSA) - NUORO, 25 APR - E' morto questa mattina, nella sua casa di Gavoi (Nuoro), Roberto Sanna, il ragazzo di 14 anni affetto da leucodistrofia metacromatica, una malattia rara per le cui cure, undici anni fa, si era mobilitato il paese e l'intera Sardegna in una campagna di raccolta di fondi che doveva servire per i viaggi della speranza negli Stati Uniti. In quella campagna di solidarietà, da cui nacque il comitato "pro Roberto", furono raccolti oltre due milioni di euro. Molti di più di quelli che sono serviti per finanziare i due viaggi in America per sottoporre Robertino al trapianto di cellule staminali. Purtroppo, però, la sua malattia era già in stato avanzato e il piccolo che allora aveva tre anni, non è stato sottoposto all'intervento. Quei fondi, però, non sono rimasti inutilizzati. Grazie alla generosità del Comitato, presieduto da Dario Sanna, padre di Robertino, i soldi sono stati donati per la cura di altre malattie rare, per l'inserimento di ragazzi svantaggiati e per l'acquisto di apparecchiature mediche. (ANSA).

21:04Calcio: Baccaglini tagli al Palermo, ‘via molti giocatori’

(ANSA) - PALERMO, 25 APR - "Molti dei giocatori nella rosa attuale non faranno parte del futuro del Palermo che deve ai suoi tifosi e alla propria storia un impegno maggiore, migliore e più continuativo". Lo annuncia il presidente del Palermo, Paul Baccaglini, che critica senza giri di parole i giocatori soprattutto dopo la pessima figura rimediata a Roma, dove i rosanero, a un passo ormai dalla serie B, hanno lasciato l'Olimpico con un pesante 6-2.

21:03Pallavolo: gara-1 finali scudetto, Civitanova-Trentino 3-0

(ANSA) - CIVITANOVA MARCHE, 25 APR - Il primo acuto delle finali scudetto della Superlega di pallavolo è della Cucine Lube Civitanova. La formazione vincitrice della 'regular season' e della Coppa Italia si è assicurata gara 1 della serie, confermando il pronostico della vigilia e il fattore campo. 3-0 ((25-18, 25-20, 25-17) il risultato finale di un match che i padroni di casa hanno condotto fin dall'inizio nel punteggio dei singoli parziali ma anche per il volume di gioco espresso. Con un muro attento (11 block vincenti in tre set, quattro di Stankovic) e un attacco che ha viaggiato sempre su percentuali elevate (60% di squadra), la squadra di Blengini ha preso in mano le redini del gioco fin da primi scambi, non consentendo agli avversari di rispondere colpo su colpo. La Diatec Trentino ha faticato a contenere gli ex Sokolov (14 punti, con 3 muri e il 69%) e Juantorena (11 col 53%) e la potenza del servizio avversario. I cambi in corsa di Lorenzetti non hanno invertito la tendenza. Gara-2 è in programma il 4 maggio al PalaTrento.

20:40Bif&st: Avati, torno al Diavolo della mia infanzia

(ANSA) BARI, 25 APR - Pupi Avati torna ai demoni del passato con 'Il signor Diavolo'. Lo ha annunciato il regista in una master-class stamani al Bif&st divisa tra Amarcord e nostalgia. "Sto ai titoli di coda della mia vita e ho così voglia di tornare alla nostalgia del cinema con cui ho cominciato a misurarmi da bambino, con quel mondo fantastico. Torno alle cose che mi spaventavano, quando credevo ci fosse il male assoluto, in quell'atmosfera pre-conciliare dell'Italia anni Cinquanta dove i bambini erano immersi tra paura e sacralità". Nel film, che si girerà a Grado ed è tratto dal suo omonimo libro in pubblicazione per Guanda, siamo negli anni '50, a ridosso dell'alluvione del Polesine. I protagonisti sono due 14enni che vivono ancora un tipo di religiosità ancestrale. Uno dei due muore di malaria, ma la gente si convince che sia perché ha fatto cadere l'ostia e l'ha pestata. L'altro non si rassegna di aver perso l'amico del cuore e fa di tutto per contattare un essere deforme che si pensa abbia rapporti col demonio.

20:37Sfregiata con acido, posta un selfie su Instagram

(ANSA) - BOLOGNA, 25 APR - Ha aperto un profilo su Instagram ed ha postato un selfie Gessica Notaro, la 28enne riminese sfregiata con l'acido la sera del 10 gennaio dall'ex fidanzato Edson Tavares, ora in carcere a Forlì. "Buongiorno amici - ha scritto Gessica in un post - questo è il mio primo selfie dopo tanto tempo. L'ho fatto per garantirvi che questo è il mio UNICO profilo Instagram e che tutti gli altri sono falsi, creati da persone che si divertono a scrivere frasi e pubblicare vecchie foto rubate da internet spacciandosi per me. Vi chiedo aiuto per segnalare questi individui. Grazie mille". Centinaia i commenti di sostegno. Gessica - che la settimana scorsa ha partecipato al Maurizio Costanzo Show e a Bologna ha incontrato il ministro Andrea Orlando - nel 2007 era stata Miss Romagna e aveva conquistato la finale di Miss Italia. Poi e' decollata una carriera nel mondo dello spettacolo, con partecipazioni a programmi Rai e Mediaset come cantante. È anche addestratrice e speaker al delfinario di Rimini.(ANSA).

20:2725 aprile: ad Aosta corona ai caduti della Rsi

(ANSA) - AOSTA, 25 APR - Una corona d'alloro con il nastro tricolore e la scritta "Ai caduti della Repubblica sociale italiana" è stata deposta oggi nel cimitero di Aosta da Casapound. I militanti hanno infatti "reso omaggio" a "Emilio Piccot, caduto della Rsi" e "a cui è stata intitolata la brigata nera aostana", si legge su Facebook. Proprio a pochi metri dalla sua tomba si trova il Sacrario dei caduti in guerra, dove in mattinata si è svolta la messa ed è stata deposta una corona alla presenza delle massime autorità regionali. Alle celebrazioni ha preso parte anche il vicepresidente nazionale dell'Anpi Alessandro Pollio Salimbeni, che ha ricordato, tra l'altro, come "la pace e la democrazia hanno ancora troppi nemici". (ANSA).

Archivio Ultima ora