Rebeldes, valientes e idealistas. I.SAT presenta especial “I Have a Dream”

Pubblicato il 06 marzo 2017 da redazione

CARACAS. – Espíritus inquebrantables… Historias de luchadoras y luchadores que se juegan para desafiar las desigualdades laborales (Made in Dagenham), los regímenes opresivos (Pussy Riot: A Punk Prayer), la discriminación sexual (Milk), las imágenes de la guerra (Which Way is the Frontline from Here?) o las divisiones políticas (La chica del sur). Lucha ahora o sufre para siempre.

Agenda I Have a Dream
Miércoles de marzo
Medianoche (VEN)

Miércoles 1
• Milk

Miércoles 8
• Pussy Riot: A Punk Prayer

Miércoles 15
• Made in Dagenham

Miércoles 22
• La chica del sur (The South Korean Girl)

Miércoles 29
• Which Way is the Frontline from Here?

Datos curiosos:

• Harvey Milk fue el principal activista gay en los EEUU y el primer homosexual en ocupar un cargo en la Junta de Supervisores de San Francisco. Fue asesinado junto al alcalde de esa ciudad en 1978. Su discurso más famoso es conocido como “Esperanza” (Hope). Allí proclamaba: “Los gays de todo el país (…) que están saliendo del closet (…) lo que necesitan es esperanza. Ustedes tienen que darles esperanza. Esperanza de un mundo mejor, un mañana mejor, un lugar adonde ir si las presiones en casa se hacen insoportables. No sólo para los gays sino también para los negros, los latinos, los viejos, los lisiados… Si ustedes ayudan a elegir más gays, les estarán mandando una clara señal a los que se sienten afuera, una señal de que es posible avanzar. Si un gay puede, las puertas están abiertas para todos”.

• Con el apoyo de material de archivo extraído del documental The times of Harvey Milk de Rob Epstein, Gus Van Sant recrea su historia y le rinde homenaje a su legado. La película obtuvo 2 Oscars en 2008, sobre 8 nominaciones en total. Las estatuillas fueron al Mejor guion original y para Sean Penn como Mejor actor.

• Cuando en 1989 el realizador José Luis García viajó a Corea del Norte para participar de un festival, conoció la historia de Lim Sukyung, una activista política que decidió llegar clandestinamente a Corea del Norte para luego cruzar la frontera hacia Corea del Sur, en reclamo de la reunificación pacífica de su pueblo. García quedó cautivado con este caso y 20 años más tarde decidió reencontrarse con Sukyung. Todo esto refleja La chica del sur.

• Director de fotografía de Martín Rejtman, Fernándo Spiner y Alejandro Agresti, además de La chica del sur el argentino José Luis García dirigió en 2005 Cándido López – Los campos de batalla.

• Made in Dagenham es la recreación de la historia real de un grupo de trabajadoras de la compañía Ford, y de cómo con su lucha consiguieron derribar en 1968 una antigua desigualdad más propia de la edad de las cavernas.

• En 2014, la película Made in Dagenham fue reconvertida en un musical, con el protagónico de Gemma Arterton (Prince of Persia: The Sands of Time).

• Con Which Way is the Frontline from Here?, Sebastian Jurgen rinde tributo al legado de su amigo Tim Hetherington, periodista y fotógrafo nominado al Oscar asesinado en Libia, donde actuaba como corresponsal. Durante una década, Hetherington superó los límites convencionales en la captura de imágenes para convertirse en uno de los periodistas más importantes de su generación.

• Las Pussy Riot son un colectivo punk feminista que se opone a la manera en cómo maneja las cosas en Rusia el gobierno de Vladimir Putin, y planea cambiarlas a través del arte. Tras tomar el altar de la catedral de Moscú en 2012, fueron arrestadas y enfrentaron un juicio ejemplificador, que las condenó a purgar dos años en prisión. Amnistía Internacional calificó la condena como “un golpe amargo contra la libertad de expresión”.

• Con testimonios de sus familiares, compañeros de militancia, y fanáticos religiosos, Pussy Riot: A Punk Prayer documenta cómo nacen y se desarrollan las voces disidentes en una sociedad tan conservadora. Todo al ritmo de la más furiosa distorsión.

www.isat.tv

I.Sat está disponible en Venezuela en los siguientes canales:
119 de Inter, 520 de DirecTV y el 605 de MoviStar TV Digital

Ultima ora

16:34Erdogan lascia incontro Tusk-Juncker scuro in volto

(ANSA) - BRUXELLES, 25 MAG - Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è stato ricevuto all'Europa Building dal presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, e dal presidente della Commissione, Jean Claude Juncker. Al termine dell'incontro, sullo sfondo delle tensioni tra Ue e Turchia, non è stata fatta alcuna dichiarazione, ma il turco ha lasciato l'edificio scuro in volto. Il portavoce della Commissione Margaritis Schinas ha scritto su Twitter che "Ue e Turchia devono lavorare insieme e lo faranno". Ieri Erdogan aveva chiesto all'Ue di prendere una decisione sull'adesione della Turchia all'Ue, che non va trattata come un "mendicante" tenuto sulla porta. Prima di partire per Bruxelles aveva affermato che "l'Ue aspetta che sia la Turchia a ritirarsi". Nell'accordo con la Ue sui migranti è prevista la liberalizzazione dei visti, che è tenuta bloccata perché Amkara non rispetta 7 dei 'benchmark' richiesti dall'Ue, e l'apertura di nuovi capitoli negoziali, che si è allontanata dopo la repressione seguita al fallito golpe luglio.

16:27Calcio: Gattuso, non è passo indietro

(ANSA) - MILANO, 25 MAG - In attesa di firmare il contratto che lo porterà sulla panchina della Primavera del Milan, Gennaro Gattuso parla già con entusiasmo dell'esperienza che gli permetterà di tornare a lavorare in un posto che considera casa sua: "La proposta di allenare la Primavera è arrivata tre settimane fa. Secondo me è la scelta giusta, nessun passo indietro: torno in una società gloriosa che vuole essere di nuovo grande. Allenerò i giovani: spero di trasmettere il senso di appartenenza e farli migliorare. Ascolterò i consigli di Montella: è un tecnico preparatissimo, c'è solo da imparare".

16:26Gentiloni, a G7 Taormina non sarà confronto semplice

(ANSA) - BRUXELLES, 25 MAG - "A Taormina ci sarà un confronto su temi che interessano tutta l'umanità, come i cambiamenti climatici, i commerci, le migrazioni, i rapporti con l'Africa. Non sarà un confronto semplice, ma l'Italia, che ospita il vertice, cercherà di renderlo un confronto utile e capace di far convergere le posizioni": lo ha detto il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni arrivando al vertice Nato a Bruxelles. Gantiloni ha quindi detto che "l'Italia è impegnatissima in Iraq", dove ha la seconda forza militare dopo quella americana, "ma è importante sottolineare che l'impostazione non è solo militare, ma anche politica, coinvolgendo tutte le forze possibili per trovare soluzioni" a sfide come quella del terrorismo. "Il terrorismo si vince sul piano militare ma anche sul paino della cultura", come l'Italia sostiene da sempre, ha detto Gentiloni, che ha sottolineato come a questo fine sia utile l'"unità fra le due sponde dell'Atlantico".

16:22Università: dg Stranieri Perugia nuovo presidente Codau

(ANSA) - PERUGIA, 25 MAG - Il direttore generale dell'Università per Stranieri di Perugia Cristiano Nicoletti è il nuovo presidente del Codau, l'associazione nazionale costituita dai dg di tutti gli atenei italiani. E' stato eletto a Roma, insieme alla giunta, dai direttori generali delle 87 Università chiamate a partecipare al rinnovo delle cariche per il triennio 2017-2020. Per Nicoletti le priorità sono "promuovere una più forte cultura della qualità della didattica e della ricerca, snellire le procedure, incrementare l'internazionalizzazione, instaurare solidi rapporti di collaborazione con organizzazioni nazionali e sovranazionali, per scambi di esperienze e conoscenza per il miglioramento ed il consolidamento dell'integrazione a livello europeo ed extraeurope". "Il Codau - ha aggiunto - punterà a creare le basi per rendere l'università italiana più competitiva sullo scenario internazionale e per accrescere in questo modo la competitività del Paese". "Ma punterà anche - ha sottolineato Nicoletti - a rafforzare gli obiettivi nei rapporti sistematici con Ministeri, enti di ricerca, comitati di settore e altri organismi istituzionali per la promozione di studi congiunti, ricerche e proposte di soluzioni su problematiche attinenti la gestione finanziaria, tecnica e amministrativa delle nostre università". (ANSA).

16:22F1: Gp Monaco, Vettel dominatore del venerdì

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - E' Sebastian Vettel il dominatore delle prove libere del venerdì del Gp di Monaco. Il pilota della Ferrari nella seconda sessione ha fermato il cronometro sul tempo di 1'12''759, quasi mezzo secondo migliore di quello realizzato da Daniel Ricciardo con la Red Bull. A confermare le buone sensazioni per il team di Maranello, il terzo tempo realizzato da Kimi Raikkonen (1'13''283). Molto indietro le Mercedes, con Lewis Hamilton che, dopo aver fatto meglio di tutti la mattina, non è andato oltre l'ottavo tempo (1'13''873). Tra Raikkonen ed il campione inglese si sono piazzate le Toro Rosso di Daniil Kvyat (1'13''331) e Carlos Sainz (1'13''400), Max Verstappen (Red Bull, 1'13''486) e Sergio Perez (Force India, 1'13''799). Oltre un secondo di distacco dalla ferrari di Vettel anche per la Mercedes di Valtteri Bottas (1'13''902), solo decimo nel computo dei tempi.

16:18L. elettorale: Pd per breve slittamento voto in commissione

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - Il capogruppo del Pd in commissione Affari costituzionali della Camera, Emanuele Fiano, ha chiesto durante l'ufficio di presidenza lo slittamento del voto sugli emendamenti alla legge elettorale da lunedì 29 maggio a mercoledì 31.

16:18L. elettorale: Orlando, contrario a sistema tedesco

(ANSA) - ROMA, 25 MAG - "Sono contrario al tedesco perché rischia di creare un paese nel quale non c'è la governabilità e poi rischia di portarci a una campagna elettorale nella quale la denuncia principale sarebbe quella di voler fare poi il giorno dopo l'accordo con Fi". Lo ha detto Andrea Orlando (Pd) a L'Aria che tira su la7. Bisogna tornare "a un sistema di coalizioni", "con una qualche forma di premialità. Io sono per un premio di maggioranza. Il cosiddetto Rosatellum è una traccia dalla quale si può partire".

Archivio Ultima ora