Zulia-Chapecoense, sfida tra esordienti nella Coppa Libertadores

Pubblicato il 07 marzo 2017 da redazione

CARACAS – Un sogno che si era interrotto nel peggiore dei modi e uno che ricomincia da stasera. La Chapecoense, dopo la tremenda tragedia aerea dello scorso novembre, è pronta a tornare protagonista nelle coppe sudamericane. Lo farà dalla porta principale: come squadra vincitrice della Coppa Sudamericana. Grazie a questo successo si é guadagnato il diritto di disputare la più prestigiosa Coppa Libertadores.

Niente male per un club che fino a pochi anni fa, per la precisione nel 2009, era in quarta divisione brasiliana e che ora, dopo aver pianto le 71 vittime del volo per Medellin che è costato la vita anche a 19 giocatori (più l’allenatore), prova a ricostruirsi.

Oggi, dalle 20:45, lo stadio José Encarnación ‘Pachencho Romero’ della cittá di Maracaibo fará da cornice ad uno dei match piú attesi in questa edizione della coppa per club piú prestigiosa del Sudamerica. Sfida di squadre esordienti: lo Zulia ospita la tragicamente nota Chapecoense.

La rosa è stata ricostruita: di quella originale sono rimasti soltanto due elementi, Moises Ribeiro e Nenen, che per loro fortuna il 28 novembre non erano sull’aereo precipitato in Colombia. Fanno parte del nuovo gruppo l’ex portiere della Roma Artur Moraes. Dei nuovi 23 calciatori, 14 hanno un’etá inferiore ai 25 anni.

I brasiliani sono arrivati in Venezuela dopo un lungo viaggio di 30 ore di volo (Chapecó-San Paolo-Cittá del Panamá-Maracaibo).

Il nuovo tecnico Vagner Mancini si propone di “onorare il ricordo di chi non c’è più giocando bene a calcio”. Il buon esempio l’ha dato Jackson Follman, uno dei sopravvissuti al disastro, che pur dopo l’amputazione della gamba destra ha mostrato il suo desiderio di non abbandonare l’attività, dedicandosi allo sport parolimpico.

Dal canto suo, lo Zulia si é guadagnato il diritto di giocare la Coppa Libertadores grazie all’ottima prestazione durante il Torneo Clausura 2016 dove si é laureato campione lasciandosi alle spalle i piú blasonati Caracas e Deportivo Táchira.

“Gli occhi del mondo saranno puntati su questa gara. Tutti tiferanno per la Chapecoense. Sará un match con una carica emotiva molto elevata” ha dichiarato l’allenatore dello Zulia Daniel Farías.
La gara del Pachencho Romero segnerá l’esordio dello storico Juan Arango nella Coppa Libertadores. “Sono molto felice per il mio debutto e quello dello Zulia in questa coppa. Speriamo che il pubblico venga allo stadio e ci inciti come l’ha fatto fin’ora. La squadra é assai motivata per questa sfida”.

(Fioravante De Simone)

Ultima ora

04:58Terremoto: scossa 3.2 nel Reatino, Amatrice trema ancora

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. (ANSA).

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

22:32Ventenne pestato da branco ad Alatri, è morto a Roma

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - E' morto stasera all'Umberto I di Roma il ventenne di Alatri pestato a sangue in piazza nella città in provincia di Frosinone. Lo si è appreso da fonti investigative. Emanuele Morganti non ce l'ha fatta dopo ore di agonia ed un intervento chirurgico. Era stato aggredito due notti fa da un gruppo di persone dopo una lite in un locale nel centro storico del comune frusinate per difendere la fidanzata. Il pm della procura di Frosinone ed i carabinieri stanno interrogando alcuni sospettati.

21:49Marine Le Pen, ‘l’Ue morirà, la gente non la vuole più’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "L'Unione europea morirà perche' la gente non la vuole più". Ne è convinta Marine Le Pen, la candidata euroscettica alle presidenziali in Francia. Durante un comizio elettorale a Lille la leader del Front National ha rassicurato i suoi sostenitori che lasciare l'eurozona, come da lei proposto, "non trascinerebbe il Paese nel caos". "E' arrivato il tempo di sconfiggere i 'globalisti'. Il mio è un messaggio di libertà, emancipazione e liberazione", ha aggiunto Le Pen invitando "tutti i patrioti a riunirsi sotto la nostra bandiera".

Archivio Ultima ora