Gentiloni, Ue a più velocità riconosce realtà di fatto

(ANSA) – ROMA, 8 MAR – “Noi siamo favorevoli a considerare il percorso di integrazione con livelli differenziati: c’è il riconoscimento di uno stato di fatto, ovvero che lo slogan che da sempre campeggia sull’edificio dell’Ue – l’Europa deve muoversi verso un’integrazione sempre maggiore – è una prospettiva molto difficile da realizzarsi in un’Europa a 28. Non è un progetto contro qualcuno ma è una realtà di fatto”. Lo afferma il premier Paolo Gentiloni nelle comunicazioni al Senato in vista del Consiglio europeo.

Condividi: