Baseball: Gli azzurri sognano il colpaccio nel WBC

Alex Lidi #16 e Anthony Rizzo #44 (Photo by Brace Hemmelgarn/Minnesota Twins/Getty Images)

CARACAS – Con l’Israele come punto di riferimento, che fino a questo momento é la rivelazione del World Baseball Classic con tre vittorie in altrettante gare disputate: la nazionale semita ha battuto: 2-1 la piú blasonata Corea del Sud, 15-7 contro il Taiwan ed infine 4-2 all’Olanda.

L’Italia inizia stasera il suo percorso nel mondiale di baseball targato Major League Baseball. Per gli azzurri la vita sarà sicuramente difficile nel gruppo più complicato dell’intera manifestazione. Il team di Marco Mazzieri inserito nel Gruppo D se la vedrà infatti con Messico (stasera alle 22:00), Venezuela (sabato alle 16:00) e Porto Rico (domenica alle 16:30). Il girone dell’Italia si disputerá nella cittá di Guadalajara in Messico. Per la nazionale del bel paese quella di questo 2017 é la terza presenza nel World Baseball Classic.

Dopo aver fallito nelle prime due edizioni del 2006 e 2009: in entrambi i casi il risultato é stato di una vittoria e due sconfitte. Nella prima apparizione, l’unica vittoria arrivó nella gara d’esordio contro l’Australia (10-0). Poi arrivano i ko contro Venezuela (6-0) e Repubblica Dominicana (8-3).

Nell’edizione del 2009, l’Italia fu battuta 0-7 dal Venezuela, poi arrivó il sucesso 6-2 contro il Canadá ed infine la gara che segnó l’eliminazione fu il ko per 1-0 contro la Vinotinto.

Nel 2013 ci fu il riscatto, la nazionale italica riusci a vincere in due occasioni qualificandosi per la seconda fase. Nel primo turno arrivarono le vittorie contro Messico (6-5) e Canada (14-4). Gli Stati Uniti inflissero l’unica sconfitta della prima fase, 6-2. Nel secondo turno, arrivarono i ko con Republica Dominicana (4-5) e Porto Rico (3-4).

In questa edizione 2017, il coach Marco Mazzieri, alla sua terza esperienza nel WBC, avrà a disposizione alcuni giocatori interessanti che militano in MLB e nelle serie minori oltreoceano. Saranno loro a dover dare la spinta in più agli azzurri per tentare una difficile qualificazione alla seconda fase. Nella roster degli azzurri spiccano i nomi di cinque peloteros nati nella terra di Bolívar: José Escalona, Luis Lugo, Carlos Terán, Orlando Junior Oberto e l’italo-venezuelano Francisco Cervelli.

Ma non possiamo dimenticarci di Brandon Nimmo, un esterno interessante, che lo scorso anno è stato il secondo miglior battitore in triplo A ed è il prospetto numero 5 dei Mets che lo hanno anche convocato in Major League, proprio come Gavin Cechini (interno, prospetto numero 3).

Possiamo puntare anche su Rob Segedin, un altro interno che in triplo A si è scatenato: proverbiali i suoi fuoricampo che sarebbero davvero fondamentali per l’Italia, i Dodgers lo hanno già fatto debuttare in prima squadra.

Ci si aspetta molto dai ricevitori Francisco Cervelli e Drew Butera: due punti di forza importanti che dovranno mettersi in luce, soprattutto nei momenti più caldi della partita.

Per Francisco Cervelli, quella del 2017, sará la seconda esperienza nel World Baseball Classic. La sua prima presenza con la maglia azzurra é stata durante l’edizione del 2009. In quell’occasione fu il catcher titolare della nazionale italica. Il giocatore di origine pugliese ha una vasta esperieza nel mondo del baseball, può vantare dieci anni di esperienza nella MLB dove ha indossato le maglie di New York Yankees e Pittsburgh Pirates. Mentre nel campionato della Liga Venezolana de Baseball Profesional (LVBP) ha giocato con i Cardenales de Lara e con i Navegantes del Magallanes.

Il campo battitori sarà arricchito da Chris Colabello, un’icona dell’Italia del World Classic: nel 2013 diede spettacolo, questa volta avrà ancora maggiori responsabilità.

Mazzieri punta molto anche su Descalso (short stop) e su Drew Maggi, un AAA dei Dodgers che potrebbe essere la rivelazione. Tommy Layne, Pat Venditte (con una piccola esperienza con le Águilas del Zulia nella LVBP) e A.J. Morris arricchiscono il reparto lanciatori: dalle loro mani dipenderanno le nostre sorti.

Infine Alex Liddi, alla terza presenza nel World Baseball Classic. Il campione azzurro ha avuto una breve esperienza in Major League Baseball tra il 2009 ed il 2013 dove ha indossato le maglie di Seattle Mariners e Chicago White Sox. In Venezuela, nella Liga Venezolana de Baseball Profesional, ha indossato la maglia dei Cardenales de Lara durante due stagioni, ma I tifosi della pelota, si ricorderanno di lui perche nella passata stagione giocava coi Venados de Mazatlán, squadra che ha battuto nella finale della Serie del Caribe i Tigres de Aragua. I tifosi azzurri sperano che questa sia la volta buona per Alex Liddi e che diventi il condottiero verso la vittoria finale.

Fioravante De Simone