Trump caccia i procuratori dell’era Obama, è bufera

Pubblicato il 11 marzo 2017 da ansa

Il procuratore di Manhattan, Preet Bharara

NEW YORK. – Donald Trump caccia 46 procuratori dell’era Obama e apre un nuovo fronte di scontro sulla giustizia: dopo le polemiche sul ministro Jeff Sessions, a rivoltarsi ora è buona parte dell’apparato legale americano sotto la guida del procuratore di Manhattan, Preet Bharara.

Lo ‘sceriffo di Wall Street’, così come è conosciuto, ha sfidato direttamente il presidente: “Non mi dimetto, mi licenzi”. Un’affermazione che riporta alla ribalta una delle frasi più care a Trump, quel “You’re fired” che lo ha reso celebre quando conduceva ‘The Apprentice’. Ed è proprio a un licenziamento sotto i riflettori che Bharara punta per mettere in difficoltà il presidente.

Volto della battaglia contro Wall Street, Bharara è considerato un paladino dei consumatori, ma è anche una delle figure più rispettate a livello nazionale. Il suo ufficio si è occupato di alcune delle cause più importanti, dal terrorismo ai diritti civili.

Per Bharara, tra l’altro, è stato un fulmine a ciel sereno: in novembre, poco dopo il voto, aveva incontrato il tycoon alla Trump Tower e il presidente gli aveva chiesto di restare al suo posto. Una richiesta accettata al termine di quello che Bharara aveva definito un “colloquio positivo”.

Cacciandolo Trump si è esposto alle critiche: il rischio è di essere accostato a Wall Street e, soprattutto, di essere accusato di politicizzare la giustizia. Secondo indiscrezioni, in corsa per sostituire Bharara ci sarebbe Marc Mukasey, figlio di Michael Mukasey, ex dell’amministrazione Bush. Mike Mukasey è attualmente nello studio legale Greenberg Traurig, dove lavora anche l’ex sindaco di New York e alleato di Trump Rudolph Giuliani.

La richiesta di dimissioni immediate a 46 procuratori è arrivata a sorpresa, sebbene il dipartimento di Giustizia l’abbia definita una pratica consueta durante una transizione. E a restare a bocca aperta sono stati non solo i procuratori che se la sono vista recapitare ma anche i dipendenti interni del dipartimento di Giustizia, che hanno immediatamente criticato le modalità usate.

La situazione “non poteva essere gestita in modo peggiore”, si sono lamentate alcune fonti, riferendosi alla mancanza di preavviso e al fatto che molti degli interessati ne siano venuti a conoscenza dalla stampa. Non aiuta il fatto che a chiedere ufficialmente le dimissioni sia stato Sessions, il ministro della Giustizia pienamente coinvolto nel Russiagate per aver parlato in campagna elettorale con l’ambasciatore russo negli Stati Uniti Serghei Kisliak.

Dopo un’ondata di critiche, Sessions è stato costretto ad annunciare che si asterrà dalle indagini sul caso. Ma la sua reputazione ne ha subito un colpo, indebolendolo con i dipendenti del Dipartimento e agli occhi dei procuratori ai quali ora chiede di lasciare libera la poltrona.

(di Serena Di Ronza/ANSA)

Ultima ora

13:17Bimbo di 26 mesi muore schiacciato da tv in Salento

(ANSA) - LEVERANO (LECCE), 20 OTT - Un bambino di 26 mesi é morto schiacciato dal televisore che gli è caduto addosso mentre tentava di accenderlo. La tragedia é avvenuta nell'abitazione della famiglia della vittima a Leverano, in Salento. Il piccolo, figlio unico, era in casa con la madre. Approfittando di un momento di disattenzione della donna, il piccolo si é diretto nel soggiorno, è salito sul carrello sul quale era posizionata la tv, un vecchio modello col tubo catodico e, nel tentativo di accenderla, l'ha fatta cadere. L'apparecchio l'ha schiacciato. Vano il disperato tentativo dei sanitari del 118 di rianimarlo. La mamma è sotto choc. Sul posto sono al lavoro i carabinieri della scientifica.

13:16Rogo nel forlivese scatenato da petardi, tre denunciati

(ANSA) - MODIGLIANA (FORLÌ-CESENA), 20 OTT - Due cacciatori di 47anni e il figlio 17enne di uno di loro sono stati denunciati dai carabinieri per incendio colposo. Il tutto ha preso il via nel tardo pomeriggio di ieri col divampare di un violento incendio in un podere di Modigliana, sull'Appennino forlivese. Sono stati distrutti oltre quattro ettari di macchia mediterranea e solo il faticoso lavoro dei vigili del fuoco ha impedito che il rogo raggiungesse un'abitazione. L'incendio, hanno verificato i militari intervenuti, è stato provocato dallo scoppio di alcuni petardi, e tre persone erano state viste allontanarsi velocemente a bordo di due auto subito dopo il divampare delle fiamme. I tre sono stati ben presto identificati e raggiunti nelle loro abitazioni. Si tratta di due cacciatori del posto e del minorenne. Secondo quanto emerso il 17enne avrebbe fatto scoppiare i petardi con l'intenzione di indirizzare i volatili impauriti verso i fucili del padre e dell'amico. (ANSA).

13:0713enne giù da finestra scuola a Roma, è morto

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Un ragazzino di 13 anni è morto dopo essere precipitato da una finestra della scuola Santa Maria, di via Tasso, nel centro di Roma. Secondo quanto si è appreso, il ragazzino, è stato soccorso in gravissime condizioni dal 118 ed è deceduto poco dopo. Ancora da chiarire le circostanze della caduta del ragazzo.

12:59L. Elettorale: 179 emendamenti in Commissione al Senato

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Sono solo 179 gli emendamenti al Rosatellum 2.0 presentati in Commissione Affari costituzionali del Senato. Lo riferisce il presidente della Commissione e relatore Salvatore Torrisi, contattato al telefono. "Ci sono emendamenti di M5s, di Mdp, del Misto, di Gal e Qualcuno anche da parte di deputati del Pd e della Lega. Lunedì alle 16 iniziamo e proseguiamo ad oltranza", ha concluso.

12:58Bankitalia: Cav, sinistra vuole posti, no asse con Renzi

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - "Sul caso Bankitalia la mia posizione è stata di massima trasparenza e chiarezza: ho denunciato l'antico vizio della sinistra per l'occupazione dei posti e ribadito, allo stesso tempo, che è comprensibile la volontà di controllo su quello che è successo in questi anni. Tutto questo ho detto anche per invocare il rispetto delle regole, che qualcuno ha disinvoltamente dimenticato o addirittura violato. Nessun "asse con Renzi", come qualche giornale ha maliziosamente insinuato". Lo afferma il leader di FI Silvio Berlusconi.

12:52Solo e in pigiama, a 3 anni di notte in piazza Maggiore

(ANSA) - BOLOGNA, 20 OTT - Nel centro di Bologna non si perde neanche un bambino, cantava Lucio Dalla. Invece ben prima dell'alba di mercoledì un bimbo di tre anni, solo, scalzo e in pigiama, è stato soccorso dai carabinieri in piazza Maggiore. Verso le 4.30 la centrale operativa del 112 è stata informata della presenza del piccolo, che stava vagando per la piazza. Una pattuglia della stazione Bologna è intervenuta e i militari sono risaliti ai genitori del bimbo, una coppia d'italiani residenti in zona. La madre era assente per motivi di lavoro, il padre e la domestica stavano dormendo e non si erano accorti che era uscito di casa.(ANSA).

12:51Uomo accoltellato e ucciso durante lite a Roma, un arresto

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Un uomo è stato accoltellato e ucciso stamattina alla periferia di Roma. La vittima è un 50enne che è stato raggiunto da più coltellate durante una lite. Sul posto i carabinieri del Nucleo radiomobile di Roma che hanno bloccato il responsabile, un 32enne. Non si esclude che possa avere problemi psichici. Ancora da chiarire i motivi della lite.

Archivio Ultima ora