Legge elettorale, lo snodo delle alleanze del Pd a sinistra

Pubblicato il 13 marzo 2017 da ansa

ROMA. – Legge elettorale col freno a mano tirato alla Camera, non solo per l’arrivo di due nuove Proposte di legge (Ap e Si) che ne portano a 28 il loro numero totale, ma soprattutto per il dibattito sulle alleanze all’interno del Pd e del centrosinistra. Non c’è solo una contrapposizione tra i Dem che vogliono correre da soli e quelli che puntano ad una alleanza: anche tra i fautori delle coalizioni vi sono differenze, con relative diverse proposte di legge elettorale.

I due sistemi di Camera e Senato, residuati dalle due sentenze della Consulta, sono a prima vista in contraddizione. Quello per Montecitorio è un proporzionale con premio alla lista che supera il 40%, mentre per Palazzo Madama vale il proporzionale puro, pur essendo possibili le coalizioni.

Le incongruenze possono comunque essere superate: alla Camera una coalizione può sempre presentarsi come un unico listone, sebbene non vi siano i simboli dei singoli partiti; se viceversa una partito vuol correre da solo, al Senato lo può fare benissimo, benché debba superare una soglia a livello regionale improba per molti: l’8%.

Un ottimo motivo per il Pd targato Matteo Renzi per non puntare necessariamente alla modifica delle due leggi: in questo modo Mdp o anche SI rimarrebbero fuori dal Senato, in base agli ultimi sondaggi, proprio loro che hanno votato per non abrogarlo.

Tra i fautori della coalizione, la divaricazione inizia sulla presenza o meno dei centristi. Dario Franceschini ha lanciato un’alleanza larga, che li comprenda. Andrea Orlando ha posto come unico paletto quello che esclude i centristi che si rifanno “a programmi di centrodestra”, e quindi Ncd, ma non i Centristi per l’Europa di Casini, Galletti e D’Alia.

Per Franceschini e Orlando, allora, l’introduzione della coalizione nell’Italicum della Camera sarebbe una soluzione, magari abbassando dal 40 al 38% la soglia per il premio. Loro, come Michele Emiliano, vorrebbero tener dentro Mdp, cosa che Renzi ha escluso.

Diverso il ragionamento di Matteo Orfini che punta ad una alleanza solo a sinistra con un’area che potrebbe aggregare Pisapia, tagliando fuori Ncd. La legge che propone (Ellenicum) è un proporzionale con premio fisso di 90 seggi al primo partito, che dovrebbe essere il Pd. Questo, anche se non raggiungesse la maggioranza assoluta dei seggi, avrebbe comunque i numeri per allearsi solo con Pisapia. Una impostazione che piace a Renzi. “Attenzione” obietta AreaDem, l’area di Franceschini e Fassino, e se il primo partito risultasse M5s? Meglio puntare a una ampia alleanza prima del voto.

La proposta di Mdp, elaborata da Federico Fornaro, è il Mattarellum 2.0 che implica una coalizione prima delle urne: 50% dei seggi in collegi uninominali, più 90 seggi al primo partito, 30 al secondo e gli altri per il diritto di tribuna. Ma è difficile pensare ad una alleanza col Pd, vista anche la mozione contro il ministro Lotti depositata oggi.

Sia Mdp che Renzi corteggiano Pisapia e un suo possibile soggetto. Ma l’ex sindaco di Milano ha detto chiaramente che non vuole fare “un nuovo partitino” da affiancare al Pd per strappare qualche seggio superando la soglia del 3%. Il suo progetto è quello di essere il federatore di una nuova coalizione, sotto le cui insegne si dovrebbe semmai porre il Pd. Servirebbe allora una legge che prevede delle coalizioni prima delle urne: ma il listone, possibile con l’attuale Italicum, potrebbe funzionare.

(di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

21:47Calcio: Roma, Schick fermo 15 giorni

(ANSA) - ROMA, 21 SET - La Roma dovrà fare a meno di Patrik Schick fino alla gara con il Napoli in programma il 14 ottobre. L'attaccante, infortunatosi in occasione della gara con il Verona, sarà infatti costretto a star fermo per due settimane e tornerà quindi a disposizione del tecnico Di Francesco dopo la sosta, e dopo aver quindi saltato le gare con Udinese e Milan in campionato e Qarabag in Champions League. La prognosi è arrivata questa sera dopo che l'attaccante ceco è stato sottoposto ad ulteriori controlli clinico-strumentali che, spiega il bollettino medico emesso dal club giallorosso, "hanno confermato l'infortunio muscolare al retto femorale sinistro, mettendo in evidenza una quota di edema post-distrattivo nel terzo prossimale della giunzione mio-tendinea del muscolo".

21:25Calcio: Real Madrid, rinnovo record con Emirates

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Rinnovo di sponsorizzazione record per il Real Madrid, che ha deciso di prolungare fino al termine della stagione 2021-2022 l'accordo con Emirates. Lo anticipa "Palco23", web magazine spagnolo specializzato nello sport business. Il club presieduto da Florentino Perez avrebbe firmato con un anno di anticipo il rinnovo della sponsorizzazione alla cifra di circa 70 milioni all'anno (per un totale quindi di 280 milioni), un record assoluto. I campioni d'Europa in carica, infatti, supereranno i rivali del Barcellona (55 milioni da Rakuten) e il Manchester United (che ne incassa 62 dalla Chevrolet). Oltre allo sponsor sulla maglia, il Real sta anche chiudendo le trattative con la Adidas per il rinnovo della sponsorizzazione tecnica: l'intesa prevedrebbe introiti nell'ordine di 150 milioni a stagione e un accordo pluriennale.

21:05Calcio: De Biasi riparte dalla Liga, ad un passo dall’Alaves

(ANSA) - ROMA, 21 SET - Gianni De Biasi sarà il nuovo allenatore dell'Alaves, ultima in classifica nella Liga spagnola e che ha appena esonerato Luis Zubeldía. Stando alla stampa locale, la società avrebbe trovato l'accordo con l'ex ct dell'Albania, che vanta già un'esperienza nel campionato spagnolo (ha allenato il Levante nel 2007-2008). Il 61enne tecnico trevigiano risponde al profilo che il club sta cercando: di nazionalità europea, non spagnolo, con esperienza nella Liga e attualmente senza contratto. Dopo aver allenato, tra le altre, Torino, Brescia e Udinese, De Biasi ha vissuto il suo miglior periodo come allenatore sulla panchina dell'Albania, portata ad una storica qualificazione all'Europeo in Francia. Secondo le indiscrezioni che arrivano dalla Spagna, il contratto di De Biasi vale fino alla fine della stagione, con opzione per l'anno successivo. L'Alaves dovrebbe ufficializzare il suo arrivo nelle prossime ore.

20:59Istruzione: in Serbia Forum Cina-16 Paesi est Europa

(ANSAmed) - BELGRADO, 21 SET - La collaborazione e le politiche nel campo dell'istruzione sono al centro di un incontro di due giorni apertosi oggi a Novi Sad, nel nord della Serbia, fra i rappresentanti di Cina e di 16 Paesi dell'Europa centro-orientale e balcanica. Alla conferenza, che si tiene all'Università del capoluogo della Voivodina, sono intervenuti la premier serba, Ana Brnabic, e il ministro dell'istruzione, Mladen Sarcevic, unitamente ai rappresentanti cinese e degli altri Paesi partecipanti. L'iniziativa '16+1' e' stata avviata negli anni scorsi dalla Cina con l'obiettivo di intensificare i rapporti con i Paesi dell'Europa centrorientale e balcanica. Nei giorni scorsi in Montenegro, nell'ambito di tale formato, si è tenuto un Forum tra i sindaci di Pechino e delle capitali dei 16 Paesi interessati. (ANSAmed).

20:38Iraq: autorità curde confermano referendum 25 settembre

(ANSA) - BEIRUT, 21 SET - Le autorità della regione autonoma del Kurdistan, in Iraq, hanno annunciato che il referendum sull'indipendenza, che pure ha valore consultivo, si svolgerà come previsto il 25 settembre, nonostante la Corte suprema di Baghdad abbia disposto la sospensione della consultazione in attesa di stabilirne la costituzionalità. Il presidente della regione autonoma, Massud Barzani, ha detto che le trattative col governo federale continueranno anche dopo il referendum, e che l'indipendenza potrebbe essere dichiarata tra due anni. L'Alto consiglio per il referendum, presieduto da Barzani, ha detto che le operazioni di voto si svolgeranno alla data prevista, dopo che nei negoziati delle ultime settimane con il governo centrale di Baghdad, "nessuna alternativa è stata offerta al posto del referendum e a garanzia dell'indipendenza". "Siamo pronti a cominciare un dialogo serio, cordiale e sincero con Baghdad e la comunità internazionale dopo il referendum", ha detto Barzani in un comizio a migliaia di sostenitori.

20:37Corea Nord: Ue verso nuove sanzioni, bozza d’accordo

(ANSA) - BRUXELLES, 21 SET - L'Ue va verso l'adozione di nuove sanzioni nei confronti della Corea del Nord. E' quanto si apprende da fonti europee. I 28 hanno raggiunto una bozza di accordo anche se manca ancora una formalizzazione che, secondo le previsioni, potrebbe arrivare alla prossima riunione del Consiglio Affari Esteri, in agenda il 16 ottobre.

20:33Decreto Trump per tagliare fondi a Corea del Nord

(ANSA) - NEW YORK, 21 SET - Il presidente americano Donald Trump ha annunciato un decreto per tagliare ulteriormente i fondi alla Corea del Nord, prendendo di mira le società finanziarie e le persone che fanno affari con Pyongayang. Un sostegno finanziario che Trump, parlando al Palazzo di Vetro dell'Onu, ha definito "inaccettabile".

Archivio Ultima ora