Legge elettorale, lo snodo delle alleanze del Pd a sinistra

Pubblicato il 13 marzo 2017 da ansa

ROMA. – Legge elettorale col freno a mano tirato alla Camera, non solo per l’arrivo di due nuove Proposte di legge (Ap e Si) che ne portano a 28 il loro numero totale, ma soprattutto per il dibattito sulle alleanze all’interno del Pd e del centrosinistra. Non c’è solo una contrapposizione tra i Dem che vogliono correre da soli e quelli che puntano ad una alleanza: anche tra i fautori delle coalizioni vi sono differenze, con relative diverse proposte di legge elettorale.

I due sistemi di Camera e Senato, residuati dalle due sentenze della Consulta, sono a prima vista in contraddizione. Quello per Montecitorio è un proporzionale con premio alla lista che supera il 40%, mentre per Palazzo Madama vale il proporzionale puro, pur essendo possibili le coalizioni.

Le incongruenze possono comunque essere superate: alla Camera una coalizione può sempre presentarsi come un unico listone, sebbene non vi siano i simboli dei singoli partiti; se viceversa una partito vuol correre da solo, al Senato lo può fare benissimo, benché debba superare una soglia a livello regionale improba per molti: l’8%.

Un ottimo motivo per il Pd targato Matteo Renzi per non puntare necessariamente alla modifica delle due leggi: in questo modo Mdp o anche SI rimarrebbero fuori dal Senato, in base agli ultimi sondaggi, proprio loro che hanno votato per non abrogarlo.

Tra i fautori della coalizione, la divaricazione inizia sulla presenza o meno dei centristi. Dario Franceschini ha lanciato un’alleanza larga, che li comprenda. Andrea Orlando ha posto come unico paletto quello che esclude i centristi che si rifanno “a programmi di centrodestra”, e quindi Ncd, ma non i Centristi per l’Europa di Casini, Galletti e D’Alia.

Per Franceschini e Orlando, allora, l’introduzione della coalizione nell’Italicum della Camera sarebbe una soluzione, magari abbassando dal 40 al 38% la soglia per il premio. Loro, come Michele Emiliano, vorrebbero tener dentro Mdp, cosa che Renzi ha escluso.

Diverso il ragionamento di Matteo Orfini che punta ad una alleanza solo a sinistra con un’area che potrebbe aggregare Pisapia, tagliando fuori Ncd. La legge che propone (Ellenicum) è un proporzionale con premio fisso di 90 seggi al primo partito, che dovrebbe essere il Pd. Questo, anche se non raggiungesse la maggioranza assoluta dei seggi, avrebbe comunque i numeri per allearsi solo con Pisapia. Una impostazione che piace a Renzi. “Attenzione” obietta AreaDem, l’area di Franceschini e Fassino, e se il primo partito risultasse M5s? Meglio puntare a una ampia alleanza prima del voto.

La proposta di Mdp, elaborata da Federico Fornaro, è il Mattarellum 2.0 che implica una coalizione prima delle urne: 50% dei seggi in collegi uninominali, più 90 seggi al primo partito, 30 al secondo e gli altri per il diritto di tribuna. Ma è difficile pensare ad una alleanza col Pd, vista anche la mozione contro il ministro Lotti depositata oggi.

Sia Mdp che Renzi corteggiano Pisapia e un suo possibile soggetto. Ma l’ex sindaco di Milano ha detto chiaramente che non vuole fare “un nuovo partitino” da affiancare al Pd per strappare qualche seggio superando la soglia del 3%. Il suo progetto è quello di essere il federatore di una nuova coalizione, sotto le cui insegne si dovrebbe semmai porre il Pd. Servirebbe allora una legge che prevede delle coalizioni prima delle urne: ma il listone, possibile con l’attuale Italicum, potrebbe funzionare.

(di Giovanni Innamorati/ANSA)

Ultima ora

19:25Calcio: Parma, Crespo vicepresidente

(ANSA) - Parma, 28 LUG - Hernan Crespo vice presidente del Parma, di cui è stato bandiera come giocatore. "La Società Parma Calcio 1913 comunica, in seguito al CdA che si è svolto questo pomeriggio - spiega una nota -, di aver conferito la nomina di Vicepresidente a Hernan Crespo, indimenticato crociato del secolo, e al parmigiano Giacomo Malmesi, avvocato e socio fondatore di Nuovo Inizio S.r.l.. Crespo e Malmesi, ricopriranno il ruolo rivestito fino al termine della scorsa stagione da Marco Ferrari - che resta azionista di Nuovo Inizio S.r.l. - al quale la società crociata rinnova il ringraziamento per l'eccellente lavoro svolto".

19:18Golf: Romano vince l’English boys U18 open

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Nuovo successo del golf italiano in campo internazionale in una stagione che si colora sempre più di azzurro: Andrea Romano ha vinto l'English Boys U18 Open Amateur Stroke Play Championship/The Carris Trophy al West Sussex Golf Club (par 68) di Pulborough in Inghilterra. Dopo aver concluso il torneo con 264 (64 72 63 65, -8) colpi alla pari con il francese Jean Bekirian (264 - 65 68 65 66), Romano ha poi conquistato il titolo con un birdie alla prima buca di spareggio. E' stato un autentico trionfo italiano per la presenza di altri tre azzurri nelle prime sette posizioni e per il primo posto nella Nations Cup. Gian Paolo Montali, Direttore Generale del Progetto Ryder Cup 2022 e Direttore Tecnico del settore professionisti e dilettanti FIG si è complimentato con lui: ''Un giovane in grande crescita che, vinto il Campionato Nazionale Ragazzi, si è ora confermato a livello internazionale.

19:17Corea Nord: Tokyo, missile intercontinentale

(ANSA) - PECHINO, 28 LUG - Il missile balistico lanciato in piena notte dalla Corea del Nord ha le caratteristiche del tipo intercontinentale (Icbm): lo riferisce l'agenzia Kyodo citando fonti del governo di Tokyo. Il vettore, ha affermato invece, il premier Shinzo Abe, sarebbe caduto nella zona economica esclusiva nipponica nel mar del Giappone dopo un volo di 45 minuti circa, secondo il portavoce del governo, Yoshihide Suga. Anche Tokyo, come la Corea del Sud, ha convocato il Consiglio sulla sicurezza nazionale.

19:16Sisma Emilia: verso dimezzamento comuni del cratere

(ANSA) - BOLOGNA, 28 LUG - Si dimezza il "cratere sismico" in Emilia, l'area colpita dai terremoti del 2012: 5 anni dopo, per 29 comuni su 59 la ricostruzione è terminata o in avanzamento molto elevato, tanto da essere compatibile con le procedure ordinarie degli Enti locali. Nei restanti 30 comuni le problematiche rimangono consistenti e di una certa complessità. E' l'esito dell'analisi dei lavori al 30 giugno, compiuta nel Comitato istituzionale per il terremoto riunito oggi con i sindaci dei comuni colpiti, il presidente della Regione e commissario Stefano Bonaccini e l'assessore alla ricostruzione, Palma Costi. La proposta di dimezzamento dovrà essere vagliata dal Governo, assieme alle richieste di inserire nella legge di stabilità 2018 la proroga di 2 anni (al 31 dicembre 2020) dello stato di emergenza, risorse per la ricostruzione pubblica (le stime parlano di 350 mln ancora necessari), la proroga dell'autorizzazione per il personale, la sospensione mutui degli Enti locali colpiti e i lavoratori interinali.

19:13Terremoto: Pirozzi, Amatrice chiusa alla stampa il 24 agosto

(ANSA) - RIETI, 28 LUG -"Non darò a nessun giornalista l'autorizzazione ad entrare ad Amatrice la notte tra il 23 e il 24 agosto: non vogliamo che venga fatta spettacolarizzazione del nostro dolore. Il 24 agosto sarà il giorno del silenzio". È quanto ha ribadito, come era già avvenuto nei giorni scorsi, il sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, parlando ai microfoni della radio di sevizio del comune reatino colpito dal sisma della scorsa estate.(ANSA).

19:13Libia: martedì governo riferisce a commissioni parlamentari

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Martedì 1° agosto, alle ore 13 nella sala del Mappamondo, si riuniranno le commissioni Esteri e Difesa di Camera e Senato per comunicazioni del Governo sull'evoluzione della situazione in Libia. L'appuntamento sarà trasmesso in diretta webtv. E' quanto si legge in una nota di Montecitorio.

19:09Libia: missione italiana, nave parte per ricognizione

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - Un pattugliatore della Marina militare italiana è in partenza per le acque antistanti la Libia dove farà una ricognizione finalizzata a mettere a punto nei dettagli, in base alle richieste e alle esigenze delle autorità libiche, la missione di supporto alla Guardia costiera di Tripoli che ha ricevuto oggi il via libera del Consiglio dei Ministri. Il sopralluogo sarà concluso entro martedì quando la delibera del Cdm sarà sottoposta al Parlamento. Avrà dimensioni più ridotte di quanto ipotizzato finora la missione navale italiana di supporto alla Guardia costiera libica nel contrasto ai trafficanti di esseri umani: secondo quanto si apprende,in una prima fase dovrebbero essere mobilitate non più di una o due navi, con relativi elicotteri imbarcati, e non le 5 che costituiscono l'attuale dispositivo dell'operazione Mare sicuro (da cui le unità verranno tratte). La decisione finale sarà presa, d'intesa con Tripoli, all'esito della ricognizione che un pattugliatore della Marina effettuerà nell'area.

Archivio Ultima ora